Coronavirus, altri 19 morti nelle Marche

IL BOLLETTINO del Gores - Sono 14 del Pesarese, tre dell'Anconetano e due del Fermano. Salgono a 202 le persone che sono decedute in regione a causa del contagio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

DSC_1362_Ospedale_Torrette-650x433-325x217

 

Salgono a 202 le persone morte in regione a causa del Coronavirus. Secondo i dati delle 18 del Gores altri 19 pazienti sono deceduti a causa del contagio, un numero sceso rispetto ai 30 comunicati ieri. Tutte le vittime avevano patologie pregresse, tranne un 82enne di Falconara. Nel complesso sui 202 deceduti il 98,5% aveva già delle patologie. L’età media dei morti è di 79,9 anni.

Gli uomini sono 136, le donne 66, 145 residenti nel Pesarese, 30 nell’Anconetano, 11 nel Maceratese, 15 nel Fermano e uno nell’Ascolano. Per quanto riguarda gli ultimi 19 deceduti, secondo i dati del Gores (Gruppo operativo regionale emergenza sanitaria), sono 14 persone della provincia di Pesaro e Urbino, tre della provincia di Ancona e due sono della provincia di Fermo. I 19 deceduti hanno tra i 58 e i 97 anni. Si tratta di sette persone residenti a Pesaro di cui quattro donne (una 97enne, una 90enne, una 74enne, una 67enne) e tre uomini (un 67enne, un 84enne e un 78enne). Le altre vittime del Pesarese risiedevano a Fano (una 68enne), Mondolfo (una 83enne), Fossombrone (un 62enne), Sant’Angelo in Vado (un 58enne) e Vallefoglia (un 85enne, una 82enne e un 87enne). Le tre persone morte nell’Anconetano erano residenti a Falconara (uomo di 82 anni), Ancona (un 83enne) ed Osimo (un 90enne). Le due vittime nel Fermano abitavano a Montegranaro (un uomo di 86 anni) e Sant’Elpidio a Mare (un uomo di 87 anni).

Non ancora presente nei dati del Gores il 72enne Elio Sorana, morto oggi: è la quarta vittima nella casa di riposo di Cingoli (leggi l’articolo) 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X