Marchiori, video in felpa salviniana:
«La Lega farà la sua parte»

MACERATA 2020 - Il candidato sindaco lancia il suo messaggio sull'emergenza coronavirus. Il tavolo del centrodestra resta instabile ma adesso - con il rinvio del voto in autunno - non manca il tempo per trovare gli equilibri. Il Carroccio è direttamente toccato dall’epidemia: è risultato infatti positivo il consigliere regionale Mirco Carloni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

di Federica Nardi

Felpa stile Matteo Salvini (dell’Aeronautica militare), telefono in modalità selfie e sguardo dritto in camera. Andrea Marchiori, candidato sindaco della Lega a Macerata, si riaffaccia sui social in piena emergenza coronavirus per lanciare un messaggio ai maceratesi: «Quando sarà il momento noi della Lega faremo la nostra parte». Ma il messaggio è anche politico e sembra rivolto sia al centrosinistra che al centrodestra: «Qualcuno dice che dobbiamo sederci di nuovo ai tavoli politici. Noi pensiamo che non ci sarà tempo per stare seduti perché mai come in questo 2020 il tempo sarà prezioso. E dovrà essere il tempo dell’azione per il bene dei cittadini. Avrà un ritmo serrato che non spaventa di certo la Lega».

evidenza-facebook-4-325x171

Andrea Marchiori

L’ultima battuta del tavolo un tempo unito del centrodestra di Macerata, prima che l’emergenza in atto ribaltasse completamente le priorità del Paese, era stata di Forza Italia e Fratelli d’Italia, con Riccardo Sacchi che aveva lanciato l’idea delle primarie e FdI che aveva risposto che non ci sarebbe stato tempo per organizzarle. C’era attesa per una risposta di qualche tipo del Carroccio. Ma ora il tempo, con le elezioni slittate in autunno, ci sarebbe e in abbondanza. Ma la Lega, a giudicare dalle parole di Marchiori, non è intenzionata a ritrattare sulle candidature e tira avanti per la sua strada.

Il video di Marchiori arriva inoltre dopo la diretta Facebook di Narciso Ricotta, assessore uscente ai Lavori pubblici e candidato del centrosinistra, che  venerdì pomeriggio nel “faccia a faccia” virtuale con i cittadini si è già un po’ immedesimato nei panni di sindaco. Marchiori punta invece sull’esempio dei governatori leghisti del Nord, polemizzando con l’azione del Governo: «Guardate cosa stanno facendo i presidenti di regione leghisti di Veneto e Lombardia. Il Governo fornisce mascherine di carta velina, zero respiratori, forse perché non li trova con il marchio europeo?».

L’intervento video di Marchiori sottolinea innanzitutto che «i maceratesi stanno dimostrando un grande senso di responsabilità. Sembra essere tornati a certe domeniche degli anni 70 in cui stavamo a casa perché non si poteva prendere la macchina. Allora mancava il petrolio e da cittadini non potevamo fare nulla per rimediare. Oggi invece molto dipende da noi perché Macerata torni alla sua vita di sempre. Quando sarà il momento noi della Lega faremo la nostra parte, con idee concrete e un impegno incondizionato. Qualcuno dice che dobbiamo sederci di nuovo ai tavoli politici. Noi pensiamo che non ci sarà tempo per stare seduti perché mai come in questo 2020 il tempo sarà prezioso. E dovrà essere il tempo dell’azione per il bene dei cittadini. Avrà un ritmo serrato che non spaventa di certo la Lega. Guardate cosa stanno facendo i presidenti di regione leghisti di Veneto e Lombardia. Il Governo fornisce mascherine di carta velina, zero respiratori, forse perché non li trova con il marchio europeo? Fontana ha chiamato Guido Bertolaso per aprire in pochi giorni un ospedale alla vecchia fiera di Milano. E Zaia prende un aereo e si va a comprare i respiratori in Cina. La Lega è così. Prima i cittadini, sempre e comunque. Un abbraccio e un consiglio. Restiamo a casa per il bene di tutto noi maceratesi».

La Lega marchigiana in questi giorni è direttamente toccata dal dramma dell’epidemia di coronavirus. È risultato infatti positivo Mirco Carloni, consigliere regionale del Carroccio che ieri ha lanciato un messaggio di lotta e speranza dal suo profilo Facebook: «Sto combattendo questa bestia che ha assediato anche la mia casa. Sono certo che supereremo questa prova perché il male è già stato battuto. Il bene ha già vinto basta guardare negli occhi i medici e gli infermieri che non si arrendono. Grazie a tutti quelli che mi stanno scrivendo. Chiedo scusa agli amici a cui non riesco a rispondere ma mi serve tutta l’energia per questa lotta. Un abbraccio fraterno a quanti soffrono non arrendetevi. Vinceremo!»

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X