Archiviazione Civita Park,
Corvatta e Morresi: “Eravamo fiduciosi”
Ciarapica: “Nessun dolo”

CIVITANOVA - Le reazioni dei tre candidati dopo la notizia della richiesta di archiviazione della procura. Il candidato di Vince Civitanova: "Voglio essere archiviato perché non ho fatto nulla, non per prescrizione". Il sindaco: "Non poteva che finire così, l'amministrazione non ha commesso alcun reato". L'ex primo cittadino Mobili: "Ora spero si possa guardare avanti per il bene della città"
- caricamento letture

 

 

collage-giorgio-corvatta-morresi-ciarapica

Dall’alto: il procuratore Giovanni Giorgi, il sindaco Tommaso Corvatta, Fabrizio Ciarapica e Claudio Morresi

 

di Laura Boccanera

Tirano un sospiro di sollievo i tre candidati sindaco indagati dalla procura per l’inchiesta Civita Park. Con l’archiviazione dell’indagine si chiude un capitolo che era stato da tempo motivo di polemica e dialettica politica da parte dei vari partiti. L’indagine aveva messo sotto inchiesta ben tre giunte, da Marinelli a Corvatta, coprendo un arco temporale che andava dal 2008 al 2012. L’imputazione era di presunto abuso di ufficio per le opere di urbanizzazione connesse alla Civita Park. La Procura ha archiviato tutto e non ha ravvisato elementi di dolo per l’attuale amministrazione, prescritti gli indagati delle precedenti giunte, non avendo nessuno rinunciato alla prescrizione. Ed è proprio questo un passaggio non ancora del tutto chiaro agli indagati. Più spinosa la situazione di Fabrizio Ciarapica (Vince Civitanova) che l’aprile scorso aveva dichiarato in un comunicato che non si sarebbe avvalso della prescrizione e che di fatto invece, non avendo presentato rinuncia formale, è stato prescritto automaticamente. Non commenta ancora l’avvocato Maria Gioia Squadroni, legale degli ex amministratori che preferisce attendere di avere sotto mano le motivazioni per chiarire meglio i passaggi relativi all’archiviazione, così come pure il suo assistito e candidato sindaco Fabrizio Ciarapica che attende di capirne di più dal momento che la questione è delicata: «nessuno ci ha chiesto nulla in merito alla prescrizione – dice Ciarapica – io credevo che si dovesse aspettare l’esito delle indagini. Non voglio rimangiarmi le parole, ma abbiamo appreso dai media la notizia e quindi vorrei prima leggere le motivazioni dell’archiviazione. Nell’incontro in Procura ci siamo avvalsi della facoltà di non rispondere, ma non credevo fosse quello il momento per chiedere la rinuncia alla prescrizione. Credo però che sia un errore far passare la giunta Corvatta come assolti perché non c’è dolo e a noi archiviati perché prescritti. Io voglio essere archiviato perché non ho fatto nulla e non per prescrizione». Soddisfatti per la chiusura delle indagini Claudio Morresi e Massimo Mobili: «sono contento che sia finita – dice l’ex sindaco – spero ora che finiscano anche tutti i veleni che circolavano sulla vicenda. Ora che la cosa è superata mi auguro che si possa guardare avanti per il bene della città». «Le sentenze non si commentano – afferma Morresi – eravamo fiduciosi fin dall’inizio. Se non c’è dolo per l’attuale amministrazione che ha operato in continuità con la precedente non c’è dolo neanche per noi»«La vicenda giudiziaria non mi ha mai tolto il sonno – dice Tommaso Corvatta – avevo fiducia nella magistratura e avevo fiducia in quello che ho fatto. Devo dire però che non mi aspettavo l’archiviazione in questo momento. Però non poteva che finire così perchè non è stato commesso alcun reato dall’amministrazione». Corvatta non crede neanche che l’inchiesta sarebbe diventata cavallo di battaglia nella campagna elettorale: «non credo che la vicenda Civita Park avesse potuto costituire un’arma contro di me – risponde – sono state date alla città opere importantissime».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X