Maceratese e Consiglio comunale
Tardella incompatibile?

IN PUNTA DI SPILLO - I dubbi sul doppio ruolo della presidente dovrebbero essere presto risolti
- caricamento letture
Enrico Maria Scattolini

Enrico Maria Scattolini

di Enrico Maria Scattolini

TARDELLA INCOMPATIBILE? Ci mancava solo questa.

SARA’ IL CONSIGLIO COMUNALE di domani sera a discuterne (leggi l’articolo). Valutando appunto se la presidentessa della Maceratese può essere anche consigliere comunale, seggio assegnatole dalla recente consultazione amministrativa.

MARIELLA NOSTRA NON HA DUBBI sull’atteggiamento da assumere ove la decisione dell’assise municipale le fosse negativa. “LASCERO’ LA SOCIETA’ BIANCOROSSA”, ha pubblicamente dichiarato nel corso della conferenza stampa di sabato scorso, e subito dopo ribadito al mio microfono.
PIOVEREBBE SUL BAGNATO, dal momento che, nel frattempo, si è vanificata nel nulla-sempre che sia veramente esistita- la cordata destinata a sostituire la sua leadership. Almeno nella fantasia della tifoseria biancorossa.
L’ECCEZIONE SOLLEVATA da un esponente del Consiglio, Ivano Tacconi, riguarderebbe i rapporti fra il Comune e la Maceratese. Ritenuta beneficiaria del sostegno d’interventi finanziari del primo. In questo caso sarebbe evidente l’inconciliabilità dei due ruoli (amministratore dell’ente pubblico e del club calcistico) nella stessa persona.

La presidentessa della Maceratese Maria Francesca Tardella

La presidentessa della Maceratese Maria Francesca Tardella

LA REALTA’ POTREBBE PERO’ ESSERE DIVERSA. Nel senso che non di elargizione ma di nesso sillagmatico dovrebbe essere la natura delle relazioni fra il Palazzo e la Srl presieduta dalla dottoressa Tardella. Cioè un formale contratto con cui il primo remunera l’obbligazione assunta dalla seconda. Mi riferisco al Centro di Collevario, la cui proprietà è comunale, ma la gestione è affidata alla Maceratese.
QUESTI ASPETTI SARANNO sicuramente chiariti dall’avvocato Giancarlo Nascimbeni, legale di Mariella nostra, nei dieci giorni che avrebbe a disposizione per le sue controdeduzioni ove dovesse proseguire l’iter nell’assemblea municipale.
LA STESSA CHE ASSUMERA’poi la determinazione finale nella sua prima riunione successiva a quella di quest’inizio di settimana.
DURA LEX SED LEX. Però come capisco la Tardella quando dichiara ”per me è un periodo durissimo. Sono molto stanca.”
E PENSARE che la Maceratese non è ancora entrata nell’antivigilia del suo primo campionato professionistico dopo oltre quarant’anni di attesa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X