Indagato per aver usato la Panda comunale
Carancini: “E’ l’ennesimo attacco personale”

MACERATA - La Procura ha aperto un fascicolo sull'episodio ma il sindaco si dice pronto a spiegare
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
carancini-2-300x192

Il sindaco Romano Carancini

“Non ho approfittato della cosa pubblica neanche per un secondo da quando sono sindaco di questa città. Come ho già dichiarato pubblicamente molti mesi fa, ho usato la Panda comunale esclusivamente e rigorosamente per fini istituzionali e sono pronto a fornire ogni chiarimento ulteriore alla magistratura qualora lo ritenesse necessario» Romano Carancini, come aveva già fatto in passato, respinge al mittente le accuse di aver utilizzato la macchina comunale per uso proprio anche se la questione è finita sul tavolo della Procura di Macerata che ha aperto un fascicolo su di lui e l’ipotesi di reato che si è configurata è quella di peculato. 

«A questo proposito sono sereno – va avanti il sindaco –  perché ho piena fiducia nella giustizia e nel suo rapido corso. Sotto il profilo più intimo, dopo un primo momento di amarezza vissuto per l’ennesimo attacco personale che qualcuno ha voluto portare scientificamente rispetto ad un comportamento assolutamente corretto, oggi i tanti attestati di solidarietà di coloro che mi conoscono e di chi lavora quotidianamente al mio fianco, mi danno forza e determinazione nel proseguire “a schiena dritta” il mio incarico nel rispetto della fiducia che tante persone hanno riposto in me». 
Il primo cittadino aveva sottolineato che aveva utilizzato l’auto comunale esclusivamente per spostamenti istituzionali, in quanto la sua auto privata era fuori uso per un guasto e il sabato l’aveva parcheggiata sotto casa, lasciandola lì fino al lunedì mattina. Dalla segnalazione è partita un’inchiesta ma le indagini sono ancora n corso, bisognerà quindi attendere per sapere se Carancini sarà processato o se il fascicolo sarà archiviato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X