Case popolari all’ex Cus,
incarichi per 92mila euro

MACERATA - Quattro le assegnazioni ad altrettante aziende per l'esecuzione di indagini geologiche e per le analisi chimiche. I lavori al centro di una polemica in una recente seduta del Consiglio
- caricamento letture
ex-cus

L’ex Cus

 

Superati gli ostacoli, posti dalle forse di opposizione del Consiglio comunale, il piano di riqualificazione dell’area Torregiana-Fontescodella avanza a tappe forzare verso l’esecuzione dei lavori, comunque nel rispetto del cronoprogramma imposto dai regolamenti europei per i fondi legati al Pnrr.  Poco più di 92mila euro è la cifra  che il Comune ha impegnato per alcuni incarichi professionali nell’ambito dell’intervento per la realizzazione di abitazioni popolari nell’area degli impianti sportivi ex Cus. Il ricorso ai professionisti esterni è così motivato dal Comune: «considerata la specificità dell’intervento e dato atto che il personale interno è già oberato dalle ordinarie attività istituzionali, si rende necessario esternalizzare le attività di redazione del progetto preliminare di fattibilità tecnico economica delle opere e delle prestazioni geologiche». La scelta è stata fatta «sulla base delle competenze tecniche e delle esperienze maturate in servizi analoghi, nonché in applicazione al principio di rotazione».

Ecco gli incarichi assegnati: per la redazione del progetto preliminare di fattibilità tecnico economica delle  opere l’ingegnere maceratese Marco Rughini con il quale è stato preventivamente concordato l’importo lordo di circa 52mila euro., per l’esecuzione dell’attività di redazione della relazione geologica e sisma e della relazione tecnica di invarianza idraulica, terre e rocce da scavo il geologo recanatese Mirko Patrizietti per un totale di  25mila euro. Per le necessarie indagini geologiche, geotecniche, sismiche e chimiche sono stati contattati la ditta falconarese Geco srl per l’espletamento dei sondaggi geologici e geotecnici con istallazione di tubi piezomietrici, per un totale di  circa diecimila euro, la Geodrill di Cerreto d’Esi per l’espletamento delle prove penetrometriche e delle prospezioni geofisiche, per un totale di 1220 euro, la maceratese Geotecno per l’esecuzione delle prove di laboratorio geotecnico su 4 campioni di terreno, per 1842 euro e la Analisi Control di Corridonia per l’esecuzione di analisi chimiche su terre e rocce da scavo, per  930 euro.

(l. pat.)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X