Organizzata la manifestazione per Alika,
sabato dallo stadio a piazza XX Settembre

OMICIDIO CIVITANOVA - Riunione questa sera in Prefettura con i sindaci di Civitanova e San Severino e un funzionario dell'ambasciata nigeriana. Il corteo partirà alle 14. Non sarà una manifestazione antirazzista «ma pacifica, non politica, di vicinanza alla famiglia. E' una grande occasione, invito tutti al senso di responsabilità» commenta Ciarapica
- caricamento letture
NigerianiManifestazione_Civitanova_FF-42-650x433

Il presidio della comunità nigeriana sabato lungo il corso

Una manifestazione per la pace e di vicinanza alla famiglia di Alika Ogorckukwu, il 39enne nigeriano ucciso venerdì in Corso Umberto I, a Civitanova. I dettagli sono stati definiti nel tardo pomeriggio di oggi in una riunione al Palazzo del Governo di Macerata. Presenti il prefetto Flavio Ferdani, i sindaci Fabrizio Ciarapica (Civitanova, dove è successo il fatto) e Rosa Piermattei (San Severino, dove Alika abitava con la sua famiglia), il presidente della Provincia Sandro Parcaroli e i rappresentanti della comunità nigeriana che organizzeranno il corteo.

Non sarà dunque una manifestazione anti-razzista quella che partirà sabato alle 14 dal piazzale antistante lo stadio Polisportivo per concludersi in piazza XX Settembre. Le forze dell’ordine hanno da subito escluso la matrice razziale come causa scatenante l’omicidio per il quale si trova in carcere il 32enne Filippo Ferlazzo, che da qualche mese viveva a Civitanova.

NigerianiManifestazione_Civitanova_FF-48-325x217

Il sindaco Fabrizio Ciarapica con Charity Oriaki, la vedova di Alika

«Abbiamo espresso grande vicinanza alla famiglia di Alika e alla comunità nigeriana per confermare che la nostra provincia è un territorio ospitale, Civitanova in particolare ospita tante comunità – spiega a Cm il sindaco Fabrizio Ciarapica . I nostri cittadini sono rimasti scossi da questo omicidio, un fatto gravissimo e ingiustificabile. Abbiamo avuto il piacere di parlare con un funzionario dell’ambasciata nigeriana (Ugochukwu B. Onuzulike) che a nome del presidente e dell’ambasciatore ha detto chiaramente che ha accolto positivamente questo atteggiamento di indignazione che c’è stato da parte degli italiani dopo l’omicidio, così come gli aiuti concreti messi in campo dalle amministrazioni di Civitanova e San Severino. Con la comunità nigeriana c’è stato sempre un clima di collaborazione, abbiamo concordato anche l’orario per non andare a togliere iniziative come il mercato settimanale».

NigerianiManifestazione_Civitanova_FF-35-325x217Non sarà una manifestazione antirazzista «ma pacifica, non politica, aperta a tutto il mondo africano che vorrà manifestare assieme agli italiani per la pace – aggiunge Ciarapica –  Siamo tutti uniti sotto un’unica bandiera, quella contro la violenza e di vicinanza alla famiglia. Sarà un’opportunità per lanciare messaggi positivi, di pacifica convivenza e di integrazione e mi sento come sindaco di fare un richiamo al senso di responsabilità a tutti i cittadini e a alle forze politiche: evitiamo strumentalizzazione. Abbiamo un’opportunità di dare un messaggio di tolleranza e convivenza civile, non sprechiamo questa occasione». Al corteo, secondo le forze dell’ordine, parteciperanno circa 500 persone.

NigerianiManifestazione_Civitanova_FF-28-325x217Anche il comitato 29 luglio, che dopo l’assemblea pubblica di sabato scorso si era attivato per organizzare una manifestazione contro il razzismo, ora fa sapere che «aderisce alla manifestazione di sabato 6 agosto indetta dalla Comunità Nigeriana in memoria di Alika Ogorckukwu. La manifestazione è organizzata per esprimere solidarietà alla famiglia di Alika, per chiedere giustizia e per scuotere le coscienze dalla chiusura nell’indifferenza. Il comitato 29 luglio è nato spontaneamente il giorno dopo l’accaduto mediante adesioni personali, mettendo da parte le appartenenze a partiti o associazioni. La manifestazione di sabato sarà un appuntamento iniziale per un percorso di ricostruzione della convivenza in città, in modo che essa diventi accogliente e sicura per tutti».

L’incontro di oggi è stato molto apprezzato dalla comunità nigeriana. Una volta fissato il funerale di Alika (si sta attendendo l’arrivo di alcuni parenti dall’estero) i Comuni di Civitanova e San Severino proclameranno il lutto cittadino.

Domani sera in piazza XX settembre è stato invece organizzato un presidio da sindacati, associazione e alcune forze politiche (leggi l’articolo).

(redazione CM)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =