Montefano e Potenza Picena,
vaccino Moderna
per ospiti ed operatori

COVID - Alla casa di riposo Santa Caterina d'Alessandria sono 50 le dosi messe a disposizione. Alla “A. Cristallini” è stato somministrato a tutti
- caricamento letture

 

vaccini-montefano-1-650x488

Una delle ospiti della casa di riposo di Montefano durante la vaccinazione

 

Vaccino Moderna somministrato agli ospiti e agli operatori delle case di riposo di Potenza Picena e Montefano. Alla “Santa Caterina d’Alessandria” sono state 50 le dosi messe a disposizione dall’ Area Vasta 3, prodotte dall’azienda farmaceutica statunitense, trasportate e consegnate dai volontari della Protezione civile di Potenza Picena. Di queste dosi, 28 sono state somministrate su base volontaria agli ospiti della struttura e le restanti agli operatori sanitari e non che lavorano nella casa di riposo potentina.

vaccini-montefano-2-300x400Alla “A. Cristallini” di Montefano, il vaccino Moderna è stato somministrato a tutti i 22 ospiti e agli ultimi 7 operatori, Oss ed infermieri, dei 15 presenti in struttura (8 sono già stati vaccinati nei giorni scorsi). «E così la struttura è ormai definitivamente in sicurezza: perché va ricordato che, sin dal primo lockdown di marzo 2020, nessun ospite e nessun operatore è risultato positivo ai numerosi tamponi effettuati – scrive con orgoglio in una nota il Comune -. Grazie all’impegno ed allo spirito di sacrificio di tutti coloro che lavorano dentro e fuori la struttura, la stessa è sempre stata No Covid pur avendo autorizzato le visite dei familiari la scorsa estate. Quindi, grazie anche a loro è stato possibile questo piccolo “miracolo”, per la cura e l’attenzione che hanno messo nella vita quotidiana sapendo che avrebbero potuto rivedere mamme e papà, nonni e nonne, zii e zie. La vaccinazione, resa possibile anche grazie alla collaborazione fattiva con i medici di base montefanesi che oggi si sono occupati di iniettare il farmaco, conclude un intenso periodo di impegno e controllo: il segno preciso dell’attenzione rivolta ai più fragili e maggiormente esposti alle peggiori conseguenze del Covid 19. Al contempo, per contribuire al benessere psicofisico degli ospiti, sono iniziati i lavori del “luogo degli incontri” nella stanza appositamente designata al piano terra. Così, a brevissimo, ospiti e familiari potranno ricominciare ad incontrarsi con più serenità e la gioia di rivedersi potrà essere completa».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X