Dall’inquinamento all’erosione costiera,
il M5s riparte dall’ambiente:
«Parleremo con il ministro Costa»

RIUNIONE online con il candidato governatore Gian Mario Mercorelli: «Se non pensiamo a queste tematiche le Marche non avranno futuro»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
mercorelli

La riunione di Gian Mario Mercorelli insieme ai candidati consiglieri

Bacino idrico del basso Chienti, rigassificatore di Porto Recanati, inquinamento da campi elettromagnetici ed erosione costiera. Questi alcuni dei temi affrontati ieri durante una riunione online dei gruppi del Movimento 5 stelle della provincia di Macerata. Presente anche Gian Mario Mercorelli, il tolentinate e candidato governatore del Movimento.

«Se pensiamo di rilanciare la regione non pensando a queste tematiche, allora le Marche non avranno un futuro – ha detto  Mercorelli -. Le porteremo direttamente all’attenzione del ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare Sergio Costa».

L’incontro con il Ministro che si terrà agli inizi di luglio ha lo scopo di portare all’attenzione i problemi di tutta la regione in materie ambientali, punto centrale del programma del MoVimento. I candidati della circoscrizione di Macerata la cui lista è già definita hanno concordato insieme agli attivisti i punti fondamentali che verranno poi discussi insieme a quelli delle altre 4 province. I candidati consiglieri sono Riccardo Arbuatti, Maria Arco Boiano, Valentina Cannone, Frediana Capone e Alessandro Natali.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X