Ballottaggio alle regionali,
l’Udc si unisce al coro dei no

MARCHE 2020 - Il coordinatore regionale Antonio Saccone: «Voglio augurarmi che il Partito democratico non si presti al tentativo vergognoso di cambiare le carte in tavola all’ultimo minuto»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

antonio-saccone-1-325x210

Antonio Saccone

 

«Trovo surreale che alcune forze politiche, anche tra quelle che sostengono l’attuale maggioranza in Regione Marche – peraltro, va ricordato, in un periodo pur sempre di prorogatio dovuto al rinvio delle elezioni – voglia cambiare all’ultimo momento la legge elettorale a propria immagine e somiglianza solo perché i sondaggi non fanno ben sperare». A dirlo Antonio Saccone, senatore e coordinatore regionale Udc. Il suo è l’ennesimo no al ballottaggio dopo quelli del centrodestra e del Movimento 5 stelle. «Attenzione – dice Saccone -, perché storicamente chi ha compiuto certi “blitz” non è stato premiato dagli elettori, anzi. Voglio augurarmi che il Partito democratico non si presti al tentativo vergognoso di cambiare le carte in tavola all’ultimo minuto. Sarebbe antidemocratico e oltretutto controproducente per loro stessi. Noi dell’Udc, se ciò accadesse, siamo convinti che gli elettori marchigiani capirebbero ancora di più che è giunto il momento di archiviare l’attuale maggioranza che governa la Regione».

Casini_CircoloAldoMoro_FF-11-325x216

Luca Marconi, consigliere regionale, aggiunge che «la proposta era stata già stata bocciata da tutti eccetto 5stelle e socialisti a dicembre. Sarebbe paradossale che ora venisse ripresa in regime di proroga delle regioni per una pura convenienza elettorale».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X