Camerino, chiusa la rianimazione Covid:
l’esultanza di medici ed operatori

SANITA' - La terapia intensiva dell'ospedale torna reparto Covid Free dopo 81 giorni. Il sindaco Sborgia: «La nostra comunità ha avvertito le difficoltà della riconversione della struttura, accettandola con responsabilità e fiducia»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Gli operatori della Rianimazione Covid di Camerino celebrano la chiusura

 

Una foto eloquente per dire che la rianimazione Covid di Camerino è chiusa: gli operatori con la scritta chiusa e le mani in alto in segno di vittoria, la battaglia contro la malattia per il momento si ferma. Dopo due mesi e venti giorni con il trasferimento di alcuni pazienti a Civitanova, nel Covid hospital della fiera, e di altri nella palazzina ex malattie infettive di Macerata, l’ospedale camerte è pronto a tornare alle sue funzioni consuete di prima dell’emergenza sanitaria.

Il Covid hospital a Camerino

Un grande sforzo ed impegno per i circa 220 operatori sanitari, tra medici, infermieri ed operatori socio sanitari, che hanno accolto nei periodi di picco anche settanta pazienti provenienti da tutte le Marche, salvando vite e curando pazienti in situazioni critiche. Da lunedì partirà la sanificazione dei reparti ed entro metà giugno tutto tornerà accessibile ai pazienti non Covid. «Il nostro ospedale ha contribuito a salvare vite, con grande abnegazione e sacrificio degli operatori – ha detto ieri in consiglio comunale il sindaco Sandro Sborgia – la nostra comunità ha avvertito le difficoltà della riconversione ad ospedale Covid della nostra struttura, accettandola con responsabilità e fiducia, esprimiamo la nostra gratitudine nei confronti di chi ci ha lavorato duramente in questi mesi. Secondo quanto previsto da una delibera della giunta regionale, saranno ripristinati tutti i servizi precedenti all’emergenza e tutte le nuove dotazioni tecnologiche, tra cui un letto per la radiologia, la strumentazione per l’emodialisi, la nuova tac e gli ecografi, resteranno patrimonio del nostro ospedale, che è punto di riferimento per un vasto territorio, rimarrà anche l’unità di terapia intensiva coronarica che non esisteva più dal 2018, dunque l’offerta sanitaria della struttura risulta potenziata».

“L’astronave” decolla con 2 pazienti «Lunedì Camerino torna Covid free»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X