Danno fuoco a un portone,
coppia rimane intossicata

PORTO RECANATI - E' successo in via Spontini, al primo piano di una palazzina condominiale. Moglie e marito hanno respirato il fumo e sono stati portati al pronto soccorso. Le fiamme sono dolose, partite dallo zerbino. I carabinieri procedono contro ignoti. Il reato ipotizzato è danneggiamento a seguito di incendio
- caricamento letture
La palazzina di via Spontini dove si è verificato l'incendio

La palazzina di via Spontini dove si è verificato l’incendio

 

La palazzina dove si è verificato l'incendio

Via Spontini a Porto Recanati

 

di Marina Verdenelli

(Foto di Federico De Marco)

Portone a fuoco nella notte a Porto Recanati, moglie e marito intossicati. È successo in via Spontini, al primo piano di una palazzina condominiale. Un incendio dolosomaturato, dai primi accertamenti, da dissapori di difficile convivenza tra condomini. Attorno all’1,30 la chiamata d’intervento ai vigili del fuoco di Civitanova. Arrivati sul posto i pompieri hanno trovato le fiamme parzialmente spente dal proprietario di casa che aveva usato un estintore. All’interno dell’appartamento c’era la moglie che aveva respirato il fumo. È stata portata al pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova dalla Croce Azzurra, per una intossicazione. Anche l’uomo è stato poi portato in ospedale sempre per intossicazione. In tarda mattinata sono stati dimessi. La coppia, anziana, sta bene ma è sotto choc. Le fiamme sono partite dallo zerbino posto davanti al loro portone di casa. Utilizzato liquido infiammabile. L’incendio si è propagato poi alla porta sviluppando una grossa nuvola di fumo salita per la tromba delle scale e penetrata nell’appartamento dei coniugi. I pompieri hanno messo in sicurezza l’abitazione che non ha subito altri danni. Annerito il vano scala. I vigili del fuoco hanno verificato la situazione degli altri piani. Non ci sono problemi strutturali. Tutto il condominio, di circa 30 inquilini, si è svegliato. Sul posto sono arrivati i carabinieri che al momento procedono contro ignoti. Il reato ipotizzato al momento è danneggiamento a seguito di incendio. Sono in corso accertamenti per risalire al responsabile del gesto.

(Servizio aggiornato alle 11)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X