Frecciatine social in Giunta, Laviano:
«Mobilità sostenibile,
la mia visione è molto diversa»

MACERATA - L'assessora leghista ha scritto un post prendendo di mira, seppur non citandolo, il collega Paolo Renna (FdI): «Il sottopasso di via Roma si sarebbe potuto finanziare da tempo con le risorse stanziate dal Cis e che invece sono state impiegate per il progetto delle ciclovie, nonostante in un recente sondaggio si stimava che in città appena il 3% della popolazione si dichiarava favorevole alla bicicletta come mezzo di spostamento»
- caricamento letture

 

post-laviano-sottopasso

Il post dell’assessora Laviano

 

di Luca Patrassi

Prendi i soldi e scappa. Così deve aver fatto in Regione l’assessore comunale Paolo Renna (Fdi) che mesi fa è riuscito a farsi finanziare con tre milioni di euro un grande progetto per la realizzazione di una rete di ciclovie urbane.

FdI_FlashMob_FF-5-325x217

Paolo Renna

Priorità assoluta. Renna ha incassato ed ha continuato il suo lavoro, ora rivolto alla individuazione e al collegamento dei vari tracciati cittadini, mobilità ciclistica per incentivare quella forma di turismo sostenibile e dare anche occasioni di lavoro al settore. Il colpo di Renna ha però suscitato qualche critica in giro, non per il risultato raggiunto evidentemente ma per il fatto che con quei soldi si potevano realizzare prima altri progetti. Insomma, una discussione anche politica che però era rimasta sotterranea finora a ieri quando l’assessore leghista Laura Laviano ha firmato un post sulla sua pagina Facebook di evidente critica.

Laviano_TipicitaEVO_FF-5-325x217

Laura Laviano

«Per fortuna – osserva l’assessore comunale Laura Laviano – sono arrivati i soldi dalla Regione per il finanziamento di questa importante opera (il sottopasso di via Roma, ndr), che Macerata sta aspettando da troppi anni. Opera che si sarebbe potuta finanziare da tempo con le risorse stanziate dal Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) e che invece sono state impiegate per il progetto delle ciclovie, nonostante in un recente sondaggio del 2019/20 la Sintagma stimava che a Macerata appena il 3% della popolazione si dichiarava favorevole alla bicicletta come mezzo di spostamento, a causa della morfologia del territorio. La vedo dura, di prima mattina in bici, andare a lavoro per le salite di Macerata o andare al supermercato a fare la spesa. La mia visione di mobilità sostenibile in città è molto diversa, tanto che sto lavorando su nuovi progetti da tempo. Oggi però sono contenta, perché finalmente sono state stanziate le risorse necessarie alla realizzazione del sottopasso di via Roma». L’assessore leghista Laura Laviano non cita il collega assessore Paolo Renna, sponda Fratelli d’Italia, autore del progetto delle ciclovie urbane. Difficile non pensare che il post non sia animato da una malizia politica, la contestazione di una scelta che pure è passata dalla giunta comunale. In giunta, pare di capire, ora si parlano via Facebook: c’è attesa per la risposta di Renna.

«Sottopasso di via Roma, stanziati 7 milioni di euro: questo è il modello Macerata»

Macerata verso l’ecosostenibilità, Renna: «Puntiamo sulle piste ciclo pedonali Siamo ancora all’anno zero»

Ciclabili nelle valli del Chienti e del Potenza, «progetto prossimo all’approvazione»

Ciclabili nelle valli del Chienti e del Potenza, Macerata aderisce al protocollo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =