«Messa per mio padre morto di Covid,
il prete ha fatto un’omelia no vax
Siamo usciti dalla chiesa»

MACERATA - La rabbia di Barbara Bernacchini dopo la funzione per ricordare il papà che si è svolta al Sacro Cuore: «Il parroco Gennaro De Filippi è esploso in una serie di considerazioni indecenti. Ha messo in guardia i fedeli dalla dittatura sanitaria in corso e li ha invitati a non vaccinarsi dicendo "Chi ha fede è protetto da Dio"». Il sacerdote nega: «Forse qualcuno ha capito male»
- caricamento letture
sacro-cuore-1-325x184

La chiesa del Sacro Cuore a Macerata

 

di Alessandra Pierini

«Siamo andati ad una messa per onorare la morte di mio padre deceduto per il Covid e ci siamo ritrovati ad ascoltare un parroco no vax. E’ inaccettabile». A dirlo è Barbara Bernacchini di Macerata. Lei e la sua famiglia sono rimasti molto perplessi e increduli dopo l’episodio che riferiscono, e che ha visto protagonista don Gennaro De Filippi il pomeriggio di Pasquetta nella chiesa del Sacro Cuore a Macerata, il quale nega di aver mai pronunciato parole contro i vaccini. «Durante l’omelia – racconta Bernacchini – il sacerdote ha invitato i presenti a non vaccinarsi, dicendo persino che il vaccino modifica il Dna. Molti dei presenti si sono alzati e sono usciti, io compresa.

Non è la nostra parrocchia – racconta Bernacchini – ma abbiamo deciso di far celebrare lì una messa per onorare la memoria di mio padre Adelchi, morto di Covid un anno fa. Il sacerdote conosceva benissimo la storia. Ha iniziato l’omelia parlando di menzogna e fin lì, visti i tempi che corrono, poteva starci, ma poi è esploso in una serie di considerazioni indecenti. Ha riportato dati relativi al contenimento del contagio nelle Seychelles, per arrivare a parlare dell’uso della Tachipirina. Come se non bastasse ha messo in guardia i fedeli dalla dittatura sanitaria in corso e li ha invitati a non vaccinarsi dicendo “Chi ha fede è protetto da Dio“. A quel punto sono uscita dalla chiesa. E’ un sacerdote, non un medico, né uno scienziato e per giunta fa breccia su persone semplici. Non puoi permettersi di sfruttare il suo ruolo per fare propaganda e politica. Il suo modo di fare, tra l’altro, mette in cattiva luce i tanti sacerdoti sani e vicini ai principi della Chiesa». Oltre alle parole del sacerdote, la famiglia Bernacchini è rimasta molto colpita da un altro fatto, che già nei mesi scorsi aveva creato malumori tra i parrocchiani: «Le palestre sono chiuse – continua Barbara Bernacchini – io non lavoro da un anno e in questa chiesa non c’è un minimo di rispetto delle regole anti contagio. Gente ammucchiata, non ci sono igienizzanti, le letture vengono fatte senza mascherina». Don Gennaro De Filippi nega di aver mai pronunciato parole contro i vaccini. «Forse qualcuno ha capito male – ha risposto a Cronache Maceratesi – non ho mai invitato i fedeli a non vaccinarsi. Ho anche pregato Dio affinché ci liberi quanto prima dalla pandemia. E dopo la funzione in molti sono venuti a farmi i complimenti, compreso qualche medico».

 

«Al Sacro Cuore norme Covid rispettate E l’ostia è il corpo di Cristo che non può essere infetto»

«Covid, alla chiesa del Sacro Cuore non si rispettano i protocolli: palese sottovalutazione del rischio»

Macerata, muore ex carrozziere: addio ad Adelchi Bernacchini

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X