Di Bolina: «Tamponi negativi
Abbiamo riaperto il centro»

TREIA - La cooperativa annuncia l'esito dei test su ospiti e operatori dopo il caso denunciato nei giorni scorsi di una positività non comunicata dall'Asur: «Abbiamo tutti tirato un grandissimo sospiro di sollievo»
- caricamento letture

coop-d-i-bolina

 

«Tutti negativi i tamponi effettuati ad operatori ed utenti del centro socio educativo riabilitativo di Treia e negativizzazione dell’utente risultato positivo, questi gli esiti del fine settimana. Ieri abbiamo regolarmente riaperto il centro, riattivandoci immediatamente, domenica pomeriggio, per avvertire i familiari, appena saputo il referto dell’ultimo tampone. Familiari, con cui abbiamo condiviso le ansie e le paure di questi giorni». E’ quanto comunica il centro socio-educativo Di Bolina di Treia  dopo l’esito negativo dei tamponi effettuati ai 26 ospiti e agli 11 operatori. La cooperativa aveva dovuto chiudere dopo la positività di un ospite, che non era stata comunicata né ai responsabili della struttura né alla famiglia dello stesso, con la conseguenza che l’ospite aveva continuato a frequentare il centro normalmente benché positivo. Tanto che la cooperativa aveva denunciato il caso parlando di un fatto «inammissibile e di una gravità enorme».

«Abbiamo tutti tirato un grandissimo sospiro di sollievo – dichiara ora la cooperativa – che ci consente da un lato di rafforzare la fiducia nelle misure preventive attuate, ai protocolli concordati a fine lockdown con l’Asur e alle buone prassi dell’equipe, messe in atto. La preoccupazione comunque resta, così come la consapevolezza di dover ancor tenere molto alta la guardia, prima di poter ritornare alla nostra “normalità”, fatta di vicinanza, contatto, piacevoli e confusionari “assembramenti”. Ci auguriamo che quanto successo sia un aiuto a ripensare e ricalibrare le procedure che non hanno funzionato, per noi e per tutti coloro che vivono una realtà simile alla nostra, consapevoli comunque della straordinarietà dell’evento che si sta verificando. Ringraziamo tutte le persone che in questi giorni ci hanno mostrato vicinanza e ci hanno sostenuto; riprendiamo il nostro lavoro con l’entusiasmo di sempre, desiderosi di tornare a raccontare presto il bello e la meraviglia della “disabilità” che viviamo ogni giorno».

 

La denuncia del centro Di Bolina: «Un nostro ospite è risultato positivo ma nessuno ci ha avvertiti»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X