Giunta, un’altra pausa di riflessione
Acque agitate nella Lega

MACERATA - Sandro Parcaroli non ha ancora trovato la quadra. Attese le nomine tra domani e mercoledì. Riunione infuocata in casa Carroccio: ora summit con il sindaco. Per l'Apm sale in pole l'avvocato Micucci Cecchi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
OverTime_Presentazione_FF-8-325x217

Il sindaco Sandro Parcaroli

 

di Luca Patrassi

Parola d’ordine: silenzio. Dopo una lunga serie di voci, più o meno controllate, alla vigilia della formalizzazione dell’atto è calato il silenzio sulla giunta Parcaroli, il “dream team” del primo cittadino resta riparato almeno per un altro giorno. Nelle dichiarazioni fatte dal primo cittadino, la squadra doveva essere già stata definita ma evidentemente c’è stata un’ulteriore pausa di riflessione per limare alcuni attriti e per definire meglio nomi e deleghe. La Lega ha detto che non farà salti di gioia per la nomina di Silvano Iommi all’Urbanistica, ma il sindaco lo impiega oramai da mesi per disvelare il suo progetto di città del futuro ed è dunque chiaro che l’ex presidente dell’Ordine degli architetti è inamovibile. La civica Parcaroli esprimerà (almeno) un altro assessore, resta il nome di Katiuscia Cassetta alle attività culturali. Si torna però anche a parlare della commercialista Romina Leombruni: inizialmente si era fatto il suo nome per il Bilancio, poi si era fatto spazio Marco Caldarelli, primo degli eletti in quota Udc, che Parcaroli vorrebbe ma ad altri non sarebbe gradito. In casa Lega nervi a fior di pelle, tutti contro tutti, al punto che ci è scappato anche qualche “vaffa” nel corso di una infuocata riunione ristretta all’indirizzo di un alto esponente locale dei salviniani. Stasera è previsto un summit riservato tra gli esponenti del Carroccio e il sindaco.

SandroParcaroli_Lista_FF-3-325x217

Gianluca Micucci Cecchi in pole per la presidenza dell’Apm

La situazione ad oggi. Presidenza del Consiglio a Francesco Luciani, assessorato ai lavori pubblici per Andrea Marchiori. Il resto è da discutere. Il primo nome accreditato è quello della veterinaria Laura Laviano. Poi però ci sono da considerare profili come quelli di Aldo Alessandrini e Andrea Blarasin oltre ai tanti che hanno avuto un ottimi riscontro di preferenze e tra queste le commercianti Laura Orazi e Noemi Aquilanti. Fratelli D’Italia indica Paolo Renna e Francesca D’Alessandro (per lei servizi sociali e scuola) anche se il terzo degli eletti, Pierfrancesco Castiglioni, è pronto ad inserirsi. L’Udc resta su Caldarelli, magari anche in altri assessorati. Per Forza Italia sicuro Riccardo Sacchi (turismo e festival). Sul fronte delle municipalizzate, in pole per l’Apm c’è l’avvocato Gianluca Micucci Cecchi, capolista della civica di Parcaroli.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X