Coronavirus, quarto morto nelle Marche:
un 75enne con patologie pregresse
I casi positivi salgono a 97

COVID-19 - Si tratta di un anziano della provincia di Pesaro. Altri 13 i tamponi positivi oggi: 7 in provincia di Pesaro, 4 in quella di Ancona e due nel Fermano. Restano due i contagiati nel Maceratese: un 33enne che per lavoro si trovava a Civitanova e un rappresentante di Porto Recanati
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

gores

La riunione del Gores di oggi

 

Una quarta persona è morta nelle Marche oggi a causa del Coronavirus. Si tratta di un anziano di 75 anni, con patologie pregresse, che si è spento questo pomeriggio a Pesaro. È la seconda persona che è morta oggi in regione a causa del Covid-19 dopo che questa mattina si è spento un 85enne di Ancona che era ricoverato all’Inrca. Questa mattina i casi di Coronavirus in regione erano 84.

gores-2-650x367

Il governatore Ceriscioli e a sinistra il sindaco di Senigallia Mangialardi

A questi se ne aggiungono altri 13 oggi: 7 in provincia di Pesaro, 4 ad Ancona, due a Fermo. Nel complesso sono 97 i casi nelle Marche. Restano due i contagiati in provincia di Macerata. Secondo la Regione si tratta di un ingegnere che si trovava per lavoro a Civitanova, 33 anni, originario dell’Emilia Romagna (leggi l’articolo), e di un rappresentante di Porto Recanati che era rientrato dalla provincia di Milano (leggi l’articolo). Sottoposto al tampone, è risultato positivo, e ora si attende la conferma dall’Istituto superiore della sanità, come prassi. Invece per quanto riguarda il caso di Matelica è stato definitivamente escluso che si tratti di una persona che vive nella comune dell’entroterra, dove aveva solo la residenza, ma non ci abitava.

Intanto nel pomeriggio il ministro all’Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che le scuole e le università rimarranno chiuse in tutta Italia fino al 15 marzo. Ma il governo sta predisponendo anche altre misure per evitare i rischi di contagio. Nelle Marche il governatore Luca Ceriscioli ieri aveva firmato una ordinanza con cui chiudeva le scuole e gli atenei fino a domenica. Sospese anche tutte le manifestazioni pubbliche.

Oggi la Regione Marche ha aperto un canale Telegram ufficiale per fornire informazioni certificate in tempo reale, visto che, soprattutto sui social, continuano a moltiplicarsi le fake news. Per collegarsi a Telegram occorre scaricare l’App, cercare “Regione Marche” o @regione_marche e cliccare sul pulsante “Unisciti”.

(redazione CM)

Coronavirus, chiuse scuole e atenei fino a metà marzo C’è l’ufficialità del ministro Azzolina

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X