facebook twitter rss

Maceratese desolante,
Crocioni faccia chiarezza

SOMMA ALGEBRICA - Le "incomprensioni" fra mister e ds dopo la cessione di Jachetta, il mercato di riparazione fatto di investimenti importanti ma senza logica, la prestazione amorfa contro il Centobuchi e la necessità, almeno, di centrare una buona posizione nella griglia playoff: il presidente è chiamato a prendere provvedimenti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
6 Condivisioni

 

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

SPUTO SUBITO IL ROSPO (-) !

IL DESOLANTE COMPORTAMENTO DELLA MACERATESE che ha rischiato di subire PASSIVAMENTE (—) la sconfitta interna contro il Centobuchi, non può non suscitare sospetti sulla situazione dello spogliatoio biancorosso.

NON SOLO in chi possiede una minima esperienza di cose calcistiche, ma anche fra i meno dietrologi (-).

NON A CASO, intorno al finale del match, dalla tribuna dell’Helvia Recina è rotolato in campo l’invito a tirar fuori gli attributi per rendere meno umiliante la situazione (-).

Gabaldi in azione contro il Centobuchi

L’HANNO RACCOLTO SOLO GABALDI, fra i pochi salvabili (+), con un calcio di punizione che ha evitato la catastrofe completa; ed anche l’impalpabile Adami che, con uno spettacolare flash in acrobazia, ha dato addirittura l’illusione del gol del successo. Sia pure per un amen.

TROPPO POCO PERO’ PER CANCELLARE L’IMMAGINE (—) di una Rata amorfa nell’intero incontro; lenta sulle gambe impiombate dei suoi giocatori, sempre in ritardo nei confronti degli avversari; pressoché assente dalla contesa contro i piceni che, nel divenire di questo campionato, in trasferta avevano racimolato solo quattro punti (vittoria Monterubbiano – sottolineo Monterubbiano – e pari a Corridonia).

DI FATTO RASSEGNATA ALL’INERZIA del default profilatosi dopo il raddoppio di Liberati (-).

APPARENTEMENTE INSENSIBILE (-) alle sue catastrofiche conseguenze psicologiche più che di classifica.

L’ASSENZA DI LEADERSHIP SUL CAMPO (-), ingigantita dal forfait di Perfetti, non ha trovato compensazione nel contributo della panchina.

Mister Daniele Marinelli

MARINELLI (-), subito dopo il tracciante di Liberati, si era infatti limitato al consueto rimedio dell’inserimento della quarta punta (Adami) al posto del metronomo Rapagnani, oltre alla sostituzione di un Massini, ieri stranamente al negativo, con l’altro under Bernacchini.

POI anche lui si è adeguato (-) all’atmosfera post natalizia.

NELLA FATTISPECIE NON STO TUTTAVIA DISSERTANDO di schemi, moduli e tattiche. Ormai sono ben noti gli irrimediabili problemi strutturali della squadra per continuarne a parlarne (-).

PIUTTOSTO DELLA DIFFICOLTA’ DELL’ALLENATORE (-) di sollecitare il massimo dell’impegno dai suoi giocatori. Magari sino al limite della disperazione, come normalmente avviene in queste situazioni, se c’è orgoglio.

O, AL PARI, DI QUELLA dei medesimi di fornirglielo (-).

CONCAUSE potrebbero essere la giornata negativa, contrapposta a quella di grazia dei modesti antagonisti, o appunto la penuria di carisma nella Rata, o confusione o anche arrendevolezza agonistica.

Un’azione del match

IL MIO SOSPETTO, però, è che la causa sia meno circostanziale (-).

SINO Al PUNTO di rendere legittima la domanda dell’incipit.

ARGOMENTO DELICATO, me ne rendo conto (-).

PURTUTTAVIA DA AFFRONTARE CON URGENTI PROVVEDIMENTI, se si vuol salvare quanto, a questo punto, resta di un campionato che«…. sarebbe dovuto essere di soli successi» (Crocioni ipse dixit, conferenza stampa estiva di presentazione della stagione).

OBIETTIVO RESIDUO-SCONSOLANTE?- RESTA ORA (-) l’approdo ai play-off in posizione decente, almeno più solida rispetto a quelle dei due precedenti targati Helvia Recina.

PERALTRO NEANCHE SCONTATO (-), se la Rata dovesse continuare a perdere occasioni a beneficio di una concorrenza sempre più agguerrita (Cfr: Loreto).

Alberto Crocioni

NELLA COMUNITA’ CIRCOLANO VOCI di incomprensioni (eufemismo!) fra Marinelli e Proculo, soprattutto riguardo alla cessione di Jachetta, che l’allenatore avrebbe voluto confermare a differenza di ciò che è stato invece deciso dalla società biancorossa (-).

IO MI LIMITO A RIBADIRE che si è trattato di un grosso errore, come fu quello della rinuncia a Mongiello quest’estate.

NEL CONTESTO DI UNA PROGRAMMAZIONE DI POTENZIAMENTO DELLA RATA sbagliata all’epoca, e poi addirittura aggravata nell’esame di riparazione del mercato di dicembre (—).

LA TIFOSERIA HA FIDUCIA in Crocioni, che ha confermato con gli investimenti le ambizioni del club biancorosso (+++).

FACCIA ALLORA CHIAREZZA, il patron!

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X