Crocioni salta di gioia: «Grazie a tutti»
Profili deluso: «Ma non finisce qui»

MACERATESE-CIVITANOVESE, IL POST PARTITA - Il presidente dei biancorossi: «Bellissimo vincere un derby davanti a questi tifosi, ci hanno sostenuto dall'inizio alla fine. Ottimo l’impatto dei nuovi arrivati Castellano e Gabaldi, resteremo vigili sul mercato per migliorarci». Il numero uno dei rossoblu: «Sono mancati gli attributi per giocare qui. Dobbiamo rialzarci subito, crediamo ancora di poter conquistare il primo posto»
- caricamento letture

 

maceratese-civitanovese-10-650x432

La gioia di Alberto Crocioni a fine partita

 

di Mauro Giustozzi

Per la Civitanovese resta tabù lo stadio Helvia Recina mentre la Maceratese conferma la tradizione e anche lo stesso punteggio col quale si era chiuso il derby nello scorso campionato. Il primo a presentarsi in sala stampa è un raggiante presidente Alberto Crocioni che abbraccia chiunque gli arrivi a tiro.

maceratese-civitanovese-11-325x216

La gioia dei giocatori biancorossi a fine gara

«Importante questa vittoria per il blasone – attacca il numero uno della Rata (terzo derby vinto per lui) – e perché restiamo attaccati all’Atletico Ascoli. E’ bellissimo vincere il derby e fa ancora più piacere farlo davanti ad una cornice di tifosi così ampia e colgo l’occasione proprio per ringraziare gli sportivi di Macerata che hanno risposto massicciamente ed hanno incitato i ragazzi dall’inizio alla fine. Sulla partita credo che abbiamo meritato di vincere il derby. Ottimo l’impatto dei nuovi arrivati Castellano e Gabaldi, ma stavolta tutti i giocatori hanno fatto bene ed hanno dato il massimo dall’inizio alla fine. Per quanto riguarda il mercato si chiuderà il 23 dicembre e noi stiamo attenti (priorità l’arrivo di un centrocampista, ndr) perché vogliamo assolutamente migliorare questa Maceratese».

Maceratese_Civitanova_Post_FF-1-325x216

Daniele Marinelli, tecnico della Maceratese

Mister Daniele Marinelli parte dal ringraziare i suoi ragazzi per questa vittoria, la prima ottenuta contro un avversario di eguale levature tecnica e di classifica. «Complimenti ai miei giocatori – esordisce – ci tenevamo moltissimo a vincere il derby per noi stessi, per la società, per i tifosi che sono stati impagabili prima nel ricordare Mauro e Marco (leggi l’articolo) poi anche Roman (Chornopyshchuk, ndr) che ha sofferto in tribuna. Grazie a questo successo teniamo vivo il campionato restando a meno quattro dalla vetta (la Civitanovese è ora a meno sette, ndr). Del resto i numeri che stiamo inanellando sono clamorosi: 32 punti in 14 partite e adesso dobbiamo anche sperare in un passo falso dell’Atletico Ascoli. Siamo partiti aspettando la Civitanovese mentre negli ultimi minuti ci siamo portati troppo indietro una cosa che dobbiamo correggere ma ci poteva stare vista la situazione e la voglia di portare a casa questi 3 punti. E’ vero che siamo stati fortunati in occasione dell’autogol iniziale, però voglio sottolineare l’azione d’attacco fatta che ci ha portato a quella rete. Nel secondo tempo abbiamo assorbito la reazione della Civitanovese e credo che alla fine il successo sia meritato».

Maceratese_Civitanova_Post_FF-2-325x216

Davide De Filippis, allenatore della Civitanovese

Scoramento nelle file dei rossoblu che si presentano in sala stampa con mister De Filippis. «E’ amaro per i nostri tifosi soprattutto perdere ancora a Macerata il derby – ammette il mister – sfortunati in occasione del primo gol subito mentre il secondo è stato un capolavoro, anche se la mia difesa non è stata proprio impeccabile nelle chiusure preventive. Poi ho cambiato qualcosa nel secondo tempo inserendo altri giocatori e qualcosa di buono abbiamo fatto. Purtroppo qualche mio giocatore ha sentito troppo la pressione del derby: non gli giravano bene le gambe e questo lo abbiamo pagato. Non mi ha sorpreso la Maceratese: del resto la partita sino al loro vantaggio è stata equilibrata. A livello di palleggio dovevamo e potevamo fare qualcosa di più a centrocampo. Ripeto dispiace per i tifosi ma ora dobbiamo rialzarci, guardare avanti e continuare il nostro percorso, vincendo l’ultima partita per trascorrere un bel Natale».

Maceratese_Civitanova_Post_FF-5-325x216

DELUSO – Mauro Profili, presidente della Civitanovese, nel post partita

Abbacchiato il patron Mauro Profili, preso di mira dai tifosi di casa dopo l’intervista dei giorni scorsi su Cm, il cui leit motiv è molto simile a quello del suo allenatore. «Tanta amarezza questa sconfitta soprattutto per i nostri supporter che ci hanno seguito all’Helvia Recina -ammette il presidente rossoblu-. Dobbiamo però subito rimboccarci le maniche, rialzarci e guardare avanti perché noi crediamo ancora di poter conquistare il primo posto. Del resto nel girone di ritorno giocheremo in casa tre gare contro le nostre avversarie di alta classifica e quindi nulla è ancora scritto definitivamente. Anche perché gran parte del suo bottino l’Atletico Ascoli l’ha costruito in casa. Sono un po’ deluso dai miei giocatori: ci sarebbero volute più palle per giocare a Macerata ed invece la prestazione è stata sotto tono. Poi qui ci annullano sempre un gol: non ho rivisto ancora le immagini tv ma dalla panchina mi sembrava buono il nostro 1-1 ad inizio ripresa. Ciò senza voler togliere meriti ai nostri avversari».

(foto Falcioni)

 

Il derby si tinge di biancorosso, Maceratese-Civitanovese 2 a 1 Decide l’acrobazia di Castellano

Profili lancia la Civitanovese: «A Macerata per vincere il derby e poi la sera una grande festa»

maceratese-civitanovese-2-2-650x432

maceratese-civitanovese-12-650x432

maceratese-civitanovese-6-1-650x432



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X