Chornopyshchuk bussa due volte,
poi la Maceratese resta in dieci
Porto Recanati accorcia ma non basta

PROMOZIONE - Trascinati dalla doppietta del bomber nei primi otto minuti, i biancorossi si complicano la vita nella ripresa con l'espulsione di Diarra, subiscono il gol di Mancini e soffrono nel finale. All'Helvia Recina finisce 2 a 1, cade l'imbattibilità degli ospiti dopo sette giornate. La squadra di Marinelli mantiene il secondo posto. LE FOTO
- caricamento letture

 

maceratese-portorecanati

Chornopyshchuk realizza la rete del vantaggio della Maceratese

 

di Mauro Giustozzi (foto di Fabio Falcioni)

Cade l’imbattibilità del Porto Recanati dopo 7 turni positivi mentre la Maceratese, pur con qualche brivido di troppo, porta a casa un successo che le consente di restare in scia alla capolista Atletico Ascoli.

chorno-esultanza

L’esultanza di Chornopyshchuk

Trascinata dal solito indomito Chornopyshchuk autore della doppietta decisiva i biancorossi si sono complicati da soli la vita in una ripresa che sarebbe scivolata via senza problemi se non ci fosse stata la giusta espulsione per doppia ammonizione di un Diarra già largamente insufficiente e che meritava di finire negli spogliatoi già molto prima per scelta tecnica. Così gli ultimi 25 minuti della gara, soprattutto dopo che gli ospiti hanno accorciato le distanze, sono stati di estrema ed imprevista sofferenza per la squadra di Marinelli. Da rivedere proprio sotto questo aspetto se vuole avere ambizioni di primato in questo campionato. Bene la difesa biancorossa, anche se nell’occasione del gol subito Giustozzi è stato tutt’altro che impeccabile pure se in precedenza aveva salvato la sua porta con ottimi interventi, ed anche Campana a centrocampo. Nelle file ospiti oltre a Monaco positivo l’ingresso di Mancini che ha riacceso le speranze adriatiche di acciuffare il pareggio dopo la superiorità numerica. In tribuna presente anche Nicola Gazzani, indimenticato ex biancorosso degli anni Ottanta.

Maceratese_PtoRecanati_FF-22-325x216Marinelli conferma la formazione tipo delle ultime gare: con il bomber Papa che parte dalla panchina. Padroni di casa ancora in maglia azzurra mentre gli ospiti, che non giocano contro la Rata dalla stagione 1957/58, nella classica tenuta arancione. Partenza fulminea dei biancorossi che dopo tre minuti vanno in gol con Chornopyshchuk di testa pescato però in posizione di fuorigioco. Ma il centravanti ucraino è il gran protagonista di questo avvio di partita e si rifà subito dopo con gli interessi. Al 4’ Massini si fa luce sulla fascia sinistra, entra in area e crossa, si accende una mischia a centro area che viene risolta da un piattone di Chornopyshchuk che non lascia scampo a Piangiarelli.

Maceratese_PtoRecanati_FF-11-325x216Adriatici che subiscono il colpo e la Maceratese ne approfitta subito ancora sull’asse Massini- Chornopyshchuk con il centravanti che sigla la sua personale doppietta in quattro minuti. In evidenza anche Jachetta che si mette in evidenza con alcune sgroppate e conclusioni verso la porta avversaria una delle quali, al quarto d’ora, sfiora la terza segnatura con la palla che scheggia la parte alta della trasversa. Porto Recanati che in questa fase fatica enormemente a rendersi pericolosa verso la porta di Giustozzi, Che viene chiamato in causa al 21’ su un calcio di punizione tirato da Monaco poco fuori l’area di rigore: la conclusione è forte ma centrale ed il portiere biancorosso coi pugni respinge in corner. Nel giro di due minuti attorno alla mezzora gli arancioni si rendono pericolosi verso la porta maceratese: prima un colpo di testa di Camilletti viene respinto d’istinto di piede dal portiere Giustozzi che si ripete poco dopo in una parata a terra su Leonardi all’interno dell’area piccola.

Maceratese_PtoRecanati_FF-7-325x216La replica della Rata è ancora con una ripartenza di Massini che serve ancora un assist al bacio per Chornopyshchuk che stavolta, però, è impreciso nella conclusione centrale con facile parata di Piangiarelli. Primo tempo divertente che si chiude col risultato all’inglese per la Rata. Ripresa che si gioca sotto una pioggia battente e con i fari dell’illuminazione accesi per squarciare il buio. Maceratese che prova a controllare il gioco e si rende pericolosa al 12’ prima con una conclusione di Brugiapaglia respinta da Piangiarelli, tap-in di Chornopyshchuk sotto porta che viene salvato in corner da un difensore.

Maceratese_PtoRecanati_FF-3-325x216A risvegliare una partita che scorreva sui binari del controllo dei biancorossi ci pensa Diarra con un’entrata pericolosissima che gli costa il secondo cartellino giallo e la giusta espulsione. Per la Rata 25 minuti da giocare in inferiorità numerica pur in vantaggio 2-0. Marinelli inserisce Cesca e Papa per Cascianelli e Chornopyshchuk quest’ultimo applauditissimo dalla tifoseria. Al 30’ Monaco prova il tiro direttamente su calcio di punizione dai trenta metri con sfera che sibila vicina al palo alla sinistra di Giustozzi. Al 35’ si riapre la sfida col la rete degli arancioni: conclusione di Leonardi, difettosa respinta stavolta di Giustozzi ed il più lesto ad avventarsi sulla sfera è Mancini che a porta vuota segna il 2-1. Rata attesa dall’ennesimo conclusione di partita di sofferenza: finale estremamente confuso con il Porto Recanati che ci mette tanta voglia ma poca lucidità e Maceratese che stringe i denti per portare a casa una vittoria di platino che la conferma al secondo posto.

Maceratese_PtoRecanati_FF-21-325x216Il tabellino:

MACERATESE (4-3-3): Giustozzi F. 6,5 ; Mariani 6 (dal 13’ s.t. Calamita 6), Canavessio 6,5, Brack 7, Brugiapaglia 6,5; Jachetta 6 (dal 45’ s.t. Rapagnani s.v.), Campana 6,5, Diarra 4; Massini 7 (dal 19’ s.t. Postacchini 5), Chornopyshchuk 7,5 (dal 27’ s.t. Papa 5), Cascianelli 5 (dal 25’ s.t. Cesca 6). (Giovagnoli, Padella, Ghannaoui, Douglas). All. Marinelli.

PORTO RECANATI (4-3-1-2): Piangiarelli 6; Spaccesi 6, Monaco 6,5, Maruzzella 5, Gasparini 5,5 (dal 18’ s.t. Mancini 6,5); Pantone 6, Malaccari 6, Camilletti 5,5; Ballarini 5 (dal 25’ s.t. Filippetti 6); Giansante 5 (dal 1’ s.t. Ascani 6), Leonardi 6. (Bonifazi, Roselli, Angelici, Cionfrini, Prebibabj, Ismali). All.: Pavoni.

ARBITRO: Ubaldi di Fermo 6.

MARCATORI: Chornopyshchuk al 4’ e 8’ p.t.; Mancini al 35’ s.t.

NOTE: spettatori 600 circa con nutrita presenza ospite. Espulso al 21’ s.t. Diarra. Ammoniti: Malaccari, Mariani, Massini, Monaco, Diarra, Cesca, Postacchini. Angoli 2-3.

Maceratese_PtoRecanati_FF-20-650x433

 

marinelli

pavoni

 

Maceratese_PtoRecanati_FF-19-650x433

Maceratese_PtoRecanati_FF-18-650x433

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X