facebook twitter rss

Fulmine centra cabina Enel,
boato e incendio
Danneggiate anche due case

CIVITANOVA - E' successo nel quartiere di Santa Maria Apparente intorno alle 18,45 di questa sera. A causa del fulmine si sono verificati black out e sono andati in tilt i passaggi a livello. In una abitazione c'è stato il crollo di parte del cornicione
mercoledì 2 Gennaio 2019 - Ore 19:20 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

L’intervento dei vigili del fuoco

 

di Laura Boccanera

(Foto di Federico De Marco)

Fulmine colpisce una cabina dell’Enel, boato e incendio. E’ successo intorno alle 18,45 di oggi a Civitanova, nel quartiere di Santa Maria Apparente. Danneggiate anche due abitazioni, in una di queste è crollato l’intonaco di un cornicione. Sono i danni causati in città da una tempesta di tuoni e fulmini cominciata dalle 18,15. Ad un certo punto uno dei fulmini ha rischiarato il cielo del quartiere di Santa Maria Apparente e ha centrato una cabina dell’Enel in via Confalonieri dove si è udito un colpo sordo come quello di una esplosione. Subito dopo nella cabina si è sviluppato un incendio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. A dare l’allarme alcuni residenti.

La casa danneggiata

Il fulmine ha danneggiato in maniera importante anche due abitazioni: nella prima il fulmine ha colpito il tetto e staccato parte del cornicione provocando il distacco di un grosso pezzo di intonaco e ha bruciato e distrutto una serranda. Crollato parte del solaio. Nessuno è rimasto ferito. A fuoco anche il contatore del metano. Danni anche alla villetta adiacente. I vigili del fuoco alle 20,45, erano ancora sul posto e proseguiranno anche durante la notte per ulteriori accertamenti e per verificare che non vi siano danni ulteriori e pericoli. Il guasto alla cabina ha provocato a cascata l’interruzione della corrente in alcune zone del quartiere e in particolare l’assenza di elettricità alle sbarre dei passaggi a livello cittadini che sono rimasti aperti paralizzando completamente la circolazione per ore. Disagi per i pazienti dell’ospedale di Civitanova dove a causa di un corto circuito è saltato il sistema di allarme antincendio che ha provocato il persistere del sistema di allarme. Un sistema che non può essere disattivato in automatico per cui è stato necessario attendere l’arrivo del tecnico per risolvere il fastidioso problema acustico. 

(Servizio aggiornato alle 20,55)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X