Gus, lavoratori senza stipendio:
proclamato lo stato d’agitazione

MACERATA - Fp-Cigl e Fisascat-Cisl hanno anche chiesto un incontro con le prefetture, due le mensilità non versate dalla onlus che si occupa di accoglienza migranti: «C'è forte preoccupazione per la situazione di ritardo nella corresponsione del pagamento delle retribuzioni, i lavoratori sono in difficoltà»
- caricamento letture
consiglio-aperto-immigrati-bernabucci

Paolo Bernabucci, presidente del Gus

 

Lavoratori del Gus da due mesi senza stipendio, i sindacati proclamano lo stato d’agitazione. Fp-Cgil e Fisascat-Cisl unitamente alle strutture territoriali di Ancona, Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno esprimono «forte preoccupazione per la situazione di ritardo nella corresponsione del pagamento delle retribuzioni si sta registrando da parte del Gus di Macerata. Tale situazione, che ha creato un arretrato di due mensilità – hanno aggiunto i sindacati – sta mettendo in grosse difficoltà i lavoratori che, nonostante tale condizione, continuano a gestire con continuità e con grande professionalità i servizi di accoglienza ai migranti gestiti dalla onlus maceratese».  Dopo alcune segnalazioni sulla situazione, era stato organizzato un primo incontro con i dipendenti delle province di Macerata e Fermo l’11 ottobre. Da qui è poi nato il faccia a faccia tra il sindacato e i vertici dell’associazione, che si è svolto il 31 ottobre. 

andrea-coppari-cgil

Andrea Coppari della Fp-Cgil

Il Gus dopo aver illustrato le motivazioni che hanno generato tale situazione, dovute principalmente alla difficoltà di incassare crediti certi, si è impegnato a presentare nelle prossime settimane un piano di rilancio dell’associazione unitamente ad un piano finanziario per il saldo delle competenze dovute ai lavoratori. «Nessun impegno specifico è stato preso in merito al pagamento delle retribuzioni correnti – aggiungono i  Fp-Cgil e Fisascat-Cisl – Non ritenendo sufficienti le risposte date dalla onlus, soprattutto in merito alla prossima data di pagamento delle retribuzioni, hanno proclamato lo stato di agitazione con la conseguente richiesta di convocazione da parte delle prefetture, anche alla luce del ruolo che le stesse ricoprono in qualità di principali committenti dei servizi gestiti dal Gus». Il Gus infatti lavora principalmente con progetti Sprar, guardando al bilancio 2017 (da 31,5 milioni di euro) vanta dai Comuni (o da altri enti locali che li gestiscono) crediti per oltre 11 milioni di euro. Mentre per i Cas deve ancora incassare dalle prefetture più di 2,7 milioni di euro.

Gus, dipendenti senza stipendio: incontro con i sindacati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X