Folle raid razzista, il Pd:
«Traini un vigliacco fascista
Ci costituiremo parte civile»

MACERATA - Il 28enne arrestato con l'accusa di strage ha ferito sei persone e piantato una pallottola sulla sede dei dem di via Spalato. E sulla manifestazione antifascista di domani, il segretario cittadino Stefano Di Pietro dichiara: «Non parteciperemo, ma giusto autorizzarla»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
sparatoria-macerata-sede-del-pd

Il foro del proiettile sulla porta della sede del Pd

 

«Quello di Traini è stato un atto terroristico vigliacco, ci costituiremo parte civile al processo». Sono le parole di Stefano Di Pietro, segretario del Pd di Macerata, sul folle raid razzista di Luca Traini che ha sparato a caso per le vie della città colpendo sei africani e piantando una pallottola anche sull’entrata della sede dei dem in via Spalato. Di Pietro dopo aver definito Traini «un violento fascista terrorista», esprime solidarietà ai ragazzi feriti e a Pamela Mastropietro, la 18enne fatta a pezzi e trovata in due valigie a Casette Verdini.

PD_Macerata_DiPietro_FF-2-325x325

Stefano Di Pietro

Per il Pd gli episodi di violenza degli ultimi giorni sono maturati «come in moltissime città italiane, in ambienti percorsi tragicamente da fenomeni di droga, di disagio sociale, di emarginazione, di culture fasciste e razziste» e per questo intende raddoppiare l’impegno «per favorire la pace, l’accoglienza, l’integrazione sociale, la difesa e la crescita della democrazia e dell’antifascismo».  Però Di Pietro dichiara che il partito non parteciperà alla manifestazione antifascista di domani per «non creare nessuna possibile tensione», anche se ritiene opportuna sia stata autorizzata.  I dem preferiscono aderire a quella indetta dal Comune per domenica 18, avendo accolto l’invito del sindaco Romano Carancini a favorire un ritorno alla serenità.

 

 

luca-traini-lupo-sparatoria-spari-macerata

Luca Traini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X