Pianesi, riso e agricoltura:
presentati i dati scientifici
sui vantaggi della Policoltura MA-PI

MACROBIOTICA - Il presidente e fondatore dell'associazione UPM ha incontrato a Giussago docenti universitari e produttori del cereale alla base delle diete mondiali per discutere di metodi di produzione sostenibile. Il maceratese ha anche ricevuto un attestato di benemerenza dal sindaco della città lombarda
- caricamento letture
convegno-upm-gossago-riso-pianesi-4-650x432

Un momento del convegno

di Marco Ribechi

I produttori italiani di riso e docenti universitari a convegno con Mario Pianesi per discutere di metodi di produzione sostenibile. Domenica oltre 300 persone hanno riempito l’aula convegni della Cascina Darsena di Giussago, in provincia di Pavia, in occasione del 14° Convegno “Il Riso alimento fondamentale per la Salute Umana”. L’evento, patrocinato dall’Ente Nazionale Risi, di tutte le regioni e provincie “risicole” e di 5 università italiane è stato aperto dal sindaco della cittadina lombarda Alberto Lodroni, che ha insignito Mario Pianesi, ideatore, fondatore e presidente dell’associazione internazionale UPM – Un Punto Macrobiotico – di un attestato di benemerenza cittadina per il suo fondamentale contributo alla produzione e al consumo di riso integrale coltivato con metodi sostenibili. Anche il primo cittadino di Pavia, Massimo Depaoli ha espresso condivisione sulle proposte formulate nel convegno, e si è detto pronto a future collaborazioni con UPM.

cristiana-muscardini

L’onorevole Cristiana Muscardini

Presente l’onorevole Cristiana Muscardini, Medaglia d’oro al merito europeo, che ha ringraziato Pianesi per il suo fondamentale lavoro per il bene comune e per la difesa della qualità dell’ambiente e della salute, ricordando anche le iniziative condotte al Parlamento Europeo per la promozione e l’attuazione della Etichetta Trasparente Pianesiana. I saluti del Parco Valle del Ticino sono stati portati dal presidente Gian Pietro Beltrami, mentre il senatore Fiorello Cortiana ha evidenziato come il lavoro di Pianesi si caratterizzi per una capacità di legare le profonde conoscenze del passato, con il presente per costruire un futuro migliore per tutta l’Umanità. Gianluca Bertone, dell’Ente Nazionale Risi, ha descritto i risultati di uno studio condotto nel 2016 in un’azienda agricola a Policoltura MA-PI in ambito risicolo, dove particolare attenzione è stata dedicata alla cosiddetta “pacciamatura verde”, anche questa proposta da Pianesi: «Alla luce delle osservazioni effettuate – spiega Bertone – possiamo dire che questa tecnica di coltivazione offre ottimi risultati anche in zone particolarmente difficili e svantaggiate dal punto di vista pedo-climatico».

convegno-upm-gossago-riso-pianesi-6-650x434

Il senatore Fiorello Cortiana

In seguito Gualtiero Freiburger ha elencato alcune criticità della coltivazione di riso biologico, proponendo alcune azioni correttive alla luce delle proposte della Policoltura MA-PI. E’ stata poi la volta di Enrico Rivella dell’Arpa Piemonte che ha presentato i risultati di uno studio comparativo tra aziende che praticano la Policoltura MA-PI e altre dedicate ad agricoltura convenzionale: «Lo studio, alla conclusione del primo anno di ricerca – afferma Rivella – ha mostrato come il sistema di agricoltura del Pianesi preserva e ricostruisce la biodiversità vegetale ed animale, gravemente compromessa in precedenza dalla monocoltura».

risaia-mapi

Una risaia a Policoltura MA-PI

A seguire Dario Sacco dell’Università di Torino ha descritto il tipo e la quantità di emissioni di gas serra prodotte dalle coltivazioni di riso e di come possono essere ridotte con sistemi di agricoltura sostenibili. Luisa Memore dell’Associazione Medici per l’Ambiente di Torino ha illustrato i collegamenti tra inquinamento ambientale prodotto in agricoltura e gravi malattie che colpiscono anche l’essere umano, auspicando, a fine preventivo, la più ampia diffusione di pratiche veramente ecologiche come la Policoltura MA-PI. Dopo la presentazione dello storico Emmanuele Bianchi, dedicata ad un excursus sulla risicoltura padana dall’Unità alla crisi degli anni ’20, Massa Saluzzo, dell’azienda Cassinazze ed altri 4 risicoltori, offrendo la loro testimonianza pratica sui benefici in termini di ricostruzione dell’Ambiente e della produttività aziendale, hanno confermato con piena soddisfazione la loro adesione alla Policoltura MA-PI.

convegno-upm-gossago-riso-pianesi-5-650x496

Roberto Magnaghi, presidente dell’Ente Nazionale Risi, durante la consegna di un premio a Mario Pianesi nel 2016

convegno-upm-gossago-riso-pianesi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X