Un terzino, un centrocampista e due punte
per la Maceratese del 2017

SOMMA ALGEBRICA - Necessario l'ampliamento della rosa. La palla passa al direttore sportivo: è ancora Stambazzi?
- caricamento letture
Scattolini-Somma-Algebrica_Foto-LB

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

«FORZA MISTER, tanto venerdì prossimo ritornerete in trasferta. Una di quelle toste: a San Benedetto del Tronto». Battuta simpatica (+) rivolta dal mio carissimo collega Ottaviani a Giunti, nelle quattro chiacchiere post Maceratese – Albinoleffe (leggi la cronaca).

MA PURE SIGNIFICATIVA (+) dell’impotenza ribadita dalla Rata nei match all’Helvia Recina. Dolorosamente documentata dai due miseri successi interni, propiziati da altrettanti autogol, ottenuti in loco sul Mantova ed il Lumezzane nel girone di andata.

E VIA ANDANDO (-) anche all’esordio di quello di ritorno, con lo sbiadito pareggio contro l’Albinoleffe.

ARIA DI RASSEGNAZIONE ALL’INELUTTABILITA’ di questa situazione ho annusato in sala stampa (-). Commenti sotto misura sia nelle risposte dei protagonisti (leggi l’articolo), sia nelle interpellanze dei cronisti. Fatte più per dovere professionale che per curiosità…

SI E’ DIVAGATO SENZA BUSSOLA (-) dalla stanchezza psico-fisica, accumulata a causa delle enormi energie spese dai biancorossi la domenica precedente a Venezia, all’assenza di Quadri.

Quadri_Foto-LB

Alberto Quadri, capitano della Maceratese

TIPICO GIOCATORE di cui si comprende l’incidenza nella costruzione della manovra biancorossa (+) soprattutto quando è in tribuna. Come accaduto, per squalifica, contro i bergamaschi.

ALMENO SI E’ AVUTO IL BUON GUSTO (+) di non invocare il fato. Dal momento che in una sola circostanza (metà del primo tempo) la Maceratese è stata veramente pericolosa: tiro piazzato di De Grazia nell’angolino basso alla destra del portiere avversario e da questi intercettato con una notevole deviazione in corner. Unico intervento di un pomeriggio che si sarebbe poi rivelato, per lui, di pacifico ozio prenatalizio.

IN ANGUSTIE INVECE FORTE (-), salvato dal palo poco dopo colpito da Magli e successivamente graziato dalla inconcludenza degli offensivi ospiti in un paio di altre confuse circostanze nei suoi pressi.

ASSOLUTAMENTE INCOLORE LA RIPRESA(-). L’Albinoleffe non ha mai calciato all’indirizzo della porta rivale, sazio del pareggio che si stava profilando; la Rata ci ha provato una sola volta, al pronti/via dopo il riposo, con un’esercitazione dalla distanza di Colombi. Tentata più per dovere contrattuale che per intima convinzione.

bargagna_foto-LB

Andrea Bargagna osserva il match fra Maceratese – Albinoleffe

PER LA VERITA UNA DOMANDA “SENSIBILE” io l’ho rivolta all’avvocato Bargagna. Sempre doverosamente presente fra i cronisti (+) nei momenti di difficoltà (+). Sua precedente interlocuzione, infatti, post sconfitta con il Sudtirol.

GLI HO CHIESTO LUMI sull’imminente mercato di gennaio.

LA SUA REPLICA è stata un gioiello di diplomazia. Testuale: «dovrebbe rivolgersi al “Direttore”.
Se ne sta occupando lui» (-).

UN ATTIMO DI RIFLESSIONE al fine d’orientarmi fra i meandri dell’imponente organigramma della dirigenza biancorossa – per altro non ancora ufficializzato – mi ha permesso di capire che sarebbe Stambazzi la figura di riferimento indicata da Bargagna (-).

MI SORPRENDE (-) CHE QUESTO INCARICO sia rimasto in capo all’ex braccio destro della Tardella. Nonostante l’attuale vertice societario esprima competenze di livello come Loschiavo e Benassi, con l’aggiunta dell’esperienza dello stesso avvocato.

A ME SEMBRA CHE A STAMBAZZI da tempo sia stato affidato il ruolo di team manager malgrado relazioni non propriamente amicali con Giunti (-).

Stambazzi_Foto-LB-2-380x400

Gianluca Stambazzi, ds della Maceratese

MA ATTENDO eventuale rettifica! (-).

 COLGO INTANTO L’OCCASIONE (+/-) per ricambiare subito a Stambazzi gli auguri. Che mi ha rivolto nella liturgia dei saluti in calce alla cena biancorossa di metà settimana (guarda le foto). Naturalmente col medesimo animo (?) con cui me li ha gentilmente indirizzati.

SIMPOSIO al quale la stampa non è stata invitata. Forse per evitare imbarazzanti quesiti all’imperituro diesse.

IL REALE PUNTO FOCALE è difatti il potenziamento della squadra (+) dall’alba dell’imminente capodanno.

LA TIFOSERIA FAVOLEGGIA arrivi importanti; il presidente Spalletta giustamente si mantiene sulla prudenza d’investire solo quanto necessario (+); il suo braccio destro, l’avvocato Bargagna, glissa…

QUALCOSA SARA’ SICURAMENTE FATTO, in ogni caso (+).

L’INDISPENSABILE (+), a mio parere, è l’ingaggio di un terzino destro, di un centrocampista di intelligenza in alternativa e/o integrazione di Quadri e di un paio di punte. Bilanciato dai saluti ad inutili doppioni.

Tifosi-Maceratese_foto-LB-1-1-400x267

I tifosi della Maceratese

DIVERSAMENTE LA RATA RISCHIEREBBE MOLTO (-), non essendo sempre possibile replicare le gloriose imprese di Bassano, Gubbio, Teramo, Venezia, Padova etc. Per medicare l’astenia dell’Helvia Recina.

SOSTANZIALMENTE sempre con gli stessi attori (+).

NON DEVE ESSERE PERO’ GARANTITA soltanto la quantità minima dei rinforzi, ma in particolare la loro qualità (+). Fattore di successo sinora trascurato.

DAGLI ULTIMI AGGIUSTAMENTI (-), sia pure di marginale significato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X