Terremoto: inagibile
il duomo di Macerata

SISMA - Comunicata la chiusura dopo il sopralluogo dei tecnici della curia e del comune. Le celebrazioni di San Giuliano non si svolgeranno in cattedrale. Ieri erano state messe in sicurezza le chiese di San Giovanni e Santa Maria della Porta
- caricamento letture

Furto Duomo Macerata San Vincenzo Maria Strambi_Foto LB (6)

 

Il duomo di  Macerata è stato dichiarato inagibile. Dopo un sopralluogo realizzato congiuntamente dai tecnici della Curia e del Comune constatato che si sono verificati danni strutturali che non consentono di rendere agibile l’edificio in tempi brevi, la diocesi rende nota la decisione di spostare le celebrazioni in onore di San Giuliano in cattedrale che resterà chiusa per ulteriori e più approfondite verifiche. «In particolare – comunica la Diocesi – nella messa prevista per il 31 agosto alle 18 tutta la città si stringerà per pregare, ringraziando che il sisma non ha prodotto vittime nel nostro territorio e, allo stesso tempo, pregando per le numerose vittime che si sono verificate nei luoghi più colpiti». Tutte le notizie specifiche dello svolgimento delle funzioni religiose e la modalità, i luoghi e gli orari saranno comunicati il prima possibile. Il provvedimento si unisce alle misure prese ieri quando sono state transennate la chiesa di San Giovanni in piazza Vittorio Veneto e la chiesa di Santa Maria della Porta (leggi l’articolo con tutti gli interventi effettuati in città).

San Giovanni foto Del Brutto

Transennata la chiesa di San Giovanni (foto di Andrea Del Brutto)

 

terremoto macerata (foto ad) 2

I danni alla chiesa di San Giovanni

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X