Asilo Green, i Comunisti si schierano con Italia Nostra

TOLENTINO - La sezione locale del partito interviene nel dibattito per difendere l'associazione dalle critiche del sindaco Pezzanesi
- caricamento letture
L'asilo Green di Tolentino

L’asilo Green di Tolentino

di Marco Cencioni

Il Partito comunista d’Italia interviene sulla questione asilo Green di Tolentino. Lo fa dopo le parole del sindaco Giuseppe Pezzanesi (leggi l’articolo) che, secondo la segreteria tolentinate del partito «offende “Italia Nostra”, affermando che il contenuto della sua posizione a difesa del territorio, sia stato “dettato dalla politica“. E’ vero e un politico navigato come Pezzanesi, ancora oggi non si è accorto che tutto è politica e se un’associazione prende le distanze da un progetto scellerato come quello proposto, questa secondo noi è buona politica e noi comunisti ci riconosciamo in quella posizione e la rafforziamo». Il consiglio regionale dell’associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico artistico e naturale della Nazione aveva invitato l’amministrazione comunale “a rivedere le proprie scelte che non sembrano le più corrispondenti all’interesse pubblico, come ben rappresentato da un gran numero di propri cittadini” (leggi l’articolo).

Il punto informativo del comitato cittadino "Salviamo il Green"

Il punto informativo del comitato cittadino “Salviamo il Green”

La sezione tolentinate del partito commenta anche le dichiarazioni del primo cittadino nei confronti del comitato “Salviamo il Green”: «Dice che saranno chiamati a rispondere nelle opportune sedi se l’eventuale azione legale finalizzata alla difesa dei cittadini e del territorio arrecasse danni alla comunità tolentinate.  Un segnale di sfida e di minaccia  – affermano – che denunciamo, chiedendo l’intervento immediato da parte del presidente del Consiglio comunale Sclavi e dell’attuale vice sindaco Della Ceca, figure istituzionali a salvaguardia degli interessi e della libertà dei propri cittadini e dell’intera comunità, per riportare il sindaco nei propri binari. In caso contrario, questa posizione e dichiarazione lederà fortemente la credibilità degli stessi». La segreteria del Partito comunista d’Italia, infine, ricorda: «Già nel mese di gennaio abbiamo preso una posizione netta contro il progetto di variante riguardo l’area attuale dell’asilo Green, ribadendo il no alla speculazione, ai danni del bene comune. Dopo oltre sei mesi, l’amministrazione comunale, ma soprattutto il sindaco, convinto che la comunità tolentinate beneficerà di tanta “manna che cadrà dal cielo”, ha fatto deliberare dal Consiglio la prima fase del progetto che porterà allo stravolgimento dell’assetto attuale dell’intero quartiere, nonostante la già precaria vivibilità con tutti i problemi che ne seguiranno che non stiamo a ricordare, in quanto già denunciati dagli oltre 4mila cittadini che hanno sottoscritto un documento ben dettagliato».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X