Statua massonica, la parola al Consiglio
Prende piede l’ipotesi di via Berardi

MACERATA - Il gruppo di lavoro "Decoro Urbano" ha terminato il suo lavoro proponendo per l'opera di Ermenegildo Pannocchia, oltre alla piazzetta dove si trovano i bagni pubblici, largo Beligatti e largo Donatori del Sangue. L'amministrazione ha preparato una delibera che sarà votata dall'assise cittadina
- caricamento letture
Bagni_Pubblici_Mc

La statua massonica potrebbe essere posizionata in via Berardi dove attualmente si trovano i bagni pubblici

 

di Perla Rossini

E si torna a parlare di statua massonica. Questa volta  per una soluzione definitiva alla questione della scultura celebrativa del 150mo dell’Unità d’Italia che il comitato “Stringiamoci a coorte” ha commissionato all’artista monteluponese Ermenegildo Pannocchia e offerto in regalo al Comune di Macerata.
A mettere la parola fine sulla vicenda che si trascina da ben due anni, sarà il Consiglio comunale che dovrà decidere se accettare  l’opera e suggerire dove posizionarla scegliendo tra i siti segnalati dal gruppo di lavoro “Decoro urbano” incaricato dall’amministrazione di valutare la proposta del comitato. 

statua150°1-204x3001

L’opera commissionata dal Comitato “Stringiamoci a coorte” allo scultore Ermenegildo Pannocchia

In uno degli ultimi incontri, il gruppo ha proposto una location aggiuntiva rispetto a quelle di cui si era parlato finora. Si tratta di via Berardi e in particolare della piazzetta in cui attualmente si trovano i bagni pubblici e un parcheggio per residenti. Secondo i componenti del gruppo quel luogo, oltre ad essere adatto per l’opera, potrebbe essere valorizzato per ospitarla. Il che significa che andrebbero sostituiti i bagni con una soluzione adeguata e la piazzetta potrebbe essere arredata con delle panchine, diventando così fruibile anche dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti che molto spesso sono in mezzo alla strada. Questa sembra essere al momento l’ipotesi che ha riscosso maggiore consenso.

Confermate tra le opzioni anche quelle di largo Beligatti, a metà di via Mozzi e largo Donatori del Sangue lungo via Don Minzoni. Se si scegliesse quest’ultima alternativa, però, bisognerebbe trovare una soluzione anche per sistemare il busto di Giuseppe Mazzini che attualmente si erge proprio nel giardino della loggia del Grano. In molti suggeriscono di spostarlo nell’omonima piazza ma la statua è troppo piccola e lì si perderebbe.

statua_pannocchia-3

I bozzetti di largo Donatori del Sangue con la statua di Pannocchia

Sono queste le considerazioni emerse durante gli ultimi incontri del gruppo “Decoro Urbano” composto da  Nino Ricci, stimato artista della città, Gabriele Barucca della Soprintendenza per i beni storici e artistici delle Marche, Roberto Perna, direttore del Sistema museale provinciale e componente dell’Istituzione Macerata Cultura, Giuseppe Capriotti, docente dell’Università di Macerata, Pierfrancesco Giannangeli, docente dell’Accademia di Belle Arti ed Enzo Fusari, presidente dell’Ordine degli architetti.
In base alle loro indicazioni l’amministrazione preparerà una delibera che sarà votata a settembre dal Consiglio comunale, dopodichè, in caso di accettazione da parte dell’assise, il comitato “Stringiamoci a coorte” del presidente Giancarlo Cossiri potrà procedere con la donazione. 

Bagni_Pubblici_Mc-3

I bagni pubblici dovrebbero essere rimossi e ricostruiti

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X