“Meglio topi di fogna”, il Pdl in t-shirt
Ma l’opposizione è divisa sul caso-Apm

Il senatore Piscitelli: "Pronti per le nuove elezioni a sostegno di Pistarelli". Sacchi: "Carancini è il peggior sindaco che la Macerata democratica abbia mai avuto". Intanto Macerata è nel Cuore si unisce a Ballesi e forma un nuovo gruppo. Anna Menghi e Fabio Massimo Conti criticano la mozione del Pdl. Duro intervento dell'assessore Canesin: "L'operazione di demolizione nasce dall'estrema sinistra"
- caricamento letture
La protesta in consiglio comunale del gruppo guidata da Fabio Pistarelli ha avuto anche il sostegno del senatore Salvatore Piscitelli

topi_fogna_pdl1-300x225

 

di Matteo Zallocco

Una t-shirt bianca con scritto “Meglio topi di fogna di…!”  I consiglieri del Pdl si sono presentati così in Consiglio comunale e il capogruppo Fabio Pistarelli ha spiegato l’iniziativa tornando ad accusare il sindaco per incarichi ricevuti dall’Apm.  «Non cadiamo nelle provocazioni e non rispondiamo ai suoi insulti, questa maglietta è la migliore risposta. Vogliamo che altri rispondano alla domanda che abbiamo posto venerdì scorso: “Può un consigliere comunale e poi sindaco assumere incarichi da Società controllate dal Comune?” Questa è politica – aggiunge Pistarelli -, il ruolo di consiglieri è questo: controllare gli atti per garantire la trasparenza, il bene comune e il rispetto dei regolamenti». I consiglieri del Pdl hanno anche consegnato una delibera dell’Apm del gennaio 2009 in cui si legge del “conferimento dell’incarico di patrocinio legale all’avvocato Romano Carancini per la difesa penale dell’imputato nel procedimento penale che lo vede interessato e di prevedere per le spese legali la complessiva somma di seimila euro”. Il procedimento penale si riferisce “all’incidente accorso a un dipendente di una ditta esterna privata nel cimitero di Treia” che ha visto imputato per omicidio colposo un dirigente dell’Apm e si è chiuso con la piena assoluzione.

IMG_00581-300x225Alla conferenza stampa pre-Consiglio del Pdl è intervenuto anche il senatore Salvatore Piscitelli (GUARDA IL VIDEO): ” La caduta di stile del sindaco nella replica è sotto gli occhi di tutti. E’ evidente che lui è nervoso, in un anno e mezzo di Amministrazione Carancini Macerata ha perso molto terreno penalizzando questa città che dovrebbe essere la perla delle Marche per i suoi beni culturali, architettonici e per l’Università. Sarebbe meglio staccare la spina a questa amministrazione , il sindaco rassegni le dimissioni, c’è bisogno di linfa vitale per Macerata e il progetto del Pdl del 2010 con la candidatura a sindaco di Pistarelli andrebbe ripresentato».

Intanto la mozione di censura del Pdl sarà discussa nella prossima sessione del Consiglio comunale. «Noi siamo fieri di questa mozione – ha spiegato il consigliere Riccardo Sacchi – perchè un esempio di alta politica e forte opposizione. Abbiamo constatato con dolore l’allergia alla democrazia del sindaco, penso che la città si aspettasse e meritasse da parte sua una risposta seria e approfondita. Dovrebbe preoccuparsi a risolvere i problemi della città, i cittadini stanno aspettando da troppo tempo su diverse situazioni e per farlo dovrebbe usare la stessa veemenza con cui ha replicato a noi. E’ il peggior sindaco che la Macerata democratica ricordi».

IMG_0054-300x225Sono intervenuti anche i consiglieri Deborah Pantana («Ma il sindaco si rebde conto che certe cose non si possono fare? Ha un limite?»), Pierfrancesco Castiglioni («Abbiamo un sindaco arrogante che si comporta sempre in modo arrogante, sia con l’opposizione che con parte della sua maggioranza») e Marco Guzzini («E’ un sindaco che non parla di cose concrete ma preferisce insultare e non è la prima volta che lo fa»).

Nel corso del breve incontro con la stampa Pistarelli ha anche sottolineato come tutti gli altri consiglieri di opposizione «siano rimasti delusi ed increduli per il comportamento del sindaco» e che «la nostra è una mozione di censura politica».

Ma le posizioni del resto dell’opposizione sono diverse da quella del Pdl. I consiglieri Fabrizio Nascimbeni e Francesca D’Alessandro si associano a quanto dichiarato a CM da Giorgio Ballesi (leggi l’articolo), reputando che «la mozione adombra comportamenti legalmente illeciti quando invece così non è».

nuovo-gruppo-consiliare

Francesca D’Alessandro, Fabrizio Nascimbeni e Giorgio Ballesi

Prima dell’inizio dell’assise il presidente del Consiglio Romano Mari ha comunicato di aver ricevuto una lettera firmata da Ballesi, Nascimbeni e D’Alessandro in cui è stato informato della volontà di unificare i gruppi di appartenenza nel nuovo gruppo consiliare “Lista Ballesi-Macerata è nel Cuore” il cui capogruppo sarà Giorgio Ballesi.

Restando all’opposizione oltre ad Ivano Tacconi (sentito ieri) anche Anna Menghi manifesta dei dubbi sulla vicenda Apm (GUARDA IL VIDEO): «Non conosco gli aspetti tecnici ma credo che questo nasconda altro in realtà, perché i  fatti risalgono ad anni fa e tutti i partiti erano consapevoli, farla uscire ora mi sembra strumentale e scorretto».

Sulla stessa linea d’onda il consigliere Fabio Massimo Conti: «Non condivido la mozione del PDL, credo che abbia come effetto quello di ricompattare la maggioranza, l’opposizione non c’è».

Più vicina al Pdl e distante da Carancini sembra invece la maggioranza, almeno stando dalla dure critiche di Michele Lattanzi e dal silenzio di molti altri consiglieri. Interviene con una certa veemenza a sostegno del sindaco l’assessore Alferio Canesin: «E’ evidente che si tratta di un’operazione di demolizione dell’immagine di Romano Carancini iniziata da esponenti della maggioranza, in particolare dall’estrema sinistra, che avrebbe cercato questi documenti per poi farli avere al Pdl. Se vogliono mandare a casa questa Amministrazione lo

anna-menghi-3-300x237

Anna Menghi

facciano ma siano seri e corretti: sfiducino la Giunta assumendosi le loro responsabilità. E’ gravissimo che Lattanzi chieda le scuse del sindaco e dica che questo è un fatto più grave del ‘caso Angeletti’. Dicono che bisogna abbassare i toni però fanno di tutto per alzarli.  Il sindaco non ha commesso assolutamente niente, lo dico alla maggioranza e anche a tutti i membri della Giunta. Sono vicino a Romano perchè ho fatto un percorso con lui lavorando per un serio cambiamento per Macerata, ma in questo momento sono vicino a lui soprattutto come persona infamata, come d’altronde sarei stato vicino a chiunque fosse stato vittima di questo squallido gioco. Romano è un professionista, ha svolto il suo ruolo nei confronti di persone fisiche per cause penali, lo sanno tutti e lo sapevano da sempre. Inoltre sono tutti fatti che risalgono ad un periodo antecedente la sua elezione a sindaco. Se tutto questo è collegato alla verifica politica-amministrativa abbiamo toccato il fondo, mi auguro che che non sia così».

piscitelli

Il senatore Salvatore Piscitelli (Pdl)

***

La conferenza stampa del Pdl (leggi l’articolo)

La replica del sindaco Carancini (leggi l’articolo)

Gli interventi di Lattanzi, Mandrelli, Tacconi e Pantanetti (leggi l’articolo)

L’intervista a Giorgio Ballesi (leggi l’articolo)

V4D9739-239x300

L’assessore Alferio Canesin

topi-di-fogna

pistarelli

 

IMG_0049-300x225

 

 

 

 

 

IMG_0051-300x225     IMG_00531-300x225       IMG_0056-300x225   IMG_0057-300x225     IMG_0059-300x225



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X