Acquaroli: «No all’obbligo vaccinale
Sì a un contributo per il Green pass
con tamponi calmierati o gratuiti»

COVID - Il governatore delle Marche è intervenuto a Sky Tg24: «Sono favorevole alla vaccinazione e sono vaccinato ma la volontarietà deve essere vera e non condizionata da una serie di iniziative che rendono impossibile la vita a chi non si vaccina»
- caricamento letture
Francesco-Acquaroli

Il governatore Francesco Acquaroli

 

«L’obbligo vaccinale è un elemento che in questa fase non andrei a considerare, la volontarietà è la scelta giusta e deve essere una volontarietà vera». Così oggi il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli rispondendo ad alcune domande a Skytg24. «Sono favorevole alla vaccinazione e sono vaccinato – ha ribadito il governatore – ma la volontarietà deve essere vera e non condizionata da una serie di iniziative che rendono impossibile la vita a chi non si vaccina. In maniera particolare penso ai genitori vaccinati – ha aggiunto Acquaroli – che però non hanno vaccinato i figli minorenni ai quali è precluso fare attività sociali, sportive. Questo mi dispiace perché si rischia di creare una discriminante nei confronti di una fascia giovane e molto giovane, – ha detto ancora il presidente della Marche – fasce deboli, ragazzi che si stanno formando, rischiano di essere preclusi o penalizzati. Questo mi dispiace, rappresentano le nuove generazioni, penso debbano essere tutelati e che devono essere garantite loro la possibilità di essere inseriti in tutti i meccanismi sociali, sportivi e associativi. In questo senso bisogna fare uno sforzo – ha concluso – per garantire un contributo per il Green pass con tamponi calmierati o comunque gratuiti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X