Coronavirus, i vescovi aprono le chiese:
«Messe e attività pastorali
riprendono regolarmente»

LA DECISIONE della Conferenza episcopale delle Marche: da domani 1 marzo ritorno alla normalità nelle parrocchie
- caricamento letture
messa-ark

Foto d’archivio

 

«A seguito delle decisioni delle competenti autorità civili, i vescovi delle Marche dispongono la ripresa delle celebrazioni liturgiche e delle consuete attività pastorali a partire dalle 00.01 di domani 1° marzo». È quanto si legge in una nota diffusa dalla Conferenza episcopale delle Marche. I vescovi dunque hanno deciso di riprendere la normale attività nelle chiese della regione che dopo la prima ordinanza del governatore Luca Ceriscioli erano state sospese. Le celebrazioni erano riprese sulla base delle precisazioni all’ordinanza diffuse il giorno dopo ma i vescovi avevano invitato ad evitare celebrazioni particolarmente affollate. Inoltre avevano raccomandato celebrazioni sobrie, snelle e senza segno della pace. Da domani quindi riprenderanno regolarmente le messe e altre attività nelle varie parrocchie del territorio.  Confermando «le prudenziali norme igienico sanitarie già adottate», i vescovi marchigiani, «mentre ringraziano quanti con dedizione lavorano al servizio dei cittadini in questa emergenza, invitano i fedeli a vivere alla luce del Vangelo questo tempo quaresimale. Riuniti nella basilica di Loreto invocano la protezione della Vergine Lauretana per l’intera comunità regionale».

Dietrofront sulle messe: «Sobrie, snelle e senza segno della pace»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X