Cingoli, la Regione affianca Consalvi:
«Abbiamo lavorato in silenzio
Già arrivati 5,6 milioni per la Sp 502»

AL VOTO - Il segretario locale del Pd, candidato sindaco della lista civica che verrà presentata nei prossimi giorni, snocciola i dati dell'ultimo anno. «Abbiamo portato 24 milioni per l'alberghiero, inaugurato il ponte del lago, ripreso la difficile situazione della sanità e a breve arriverà la banda larga». L'assessore Angelo Sciapichetti: «Se questo comune è la Cenerentola delle Marche la colpa non è nostra, ma dell'isolamento dell'amministrazione»
- caricamento letture

 

raffaele-consalvi-sciapichetti-panzavuota

Da sinistra, il candidato sindaco Raffaele Consalvi, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti e l’avvocato Fabrizio Panzavuota del Pd Cingoli

 

di Leonardo Giorgi

«In silenzio stiamo risolvendo i problemi più gravi di Cingoli. Senza fare promesse e senza stare tutti i giorni sui giornali, abbiamo portato un investimento di 24 milioni di euro per l’istituto alberghiero e 5,6 milioni per i lavori alla strada provinciale 502».

raffaele-consalvi-cingoli

Raffaele Consalvi

Il candidato sindaco Raffaele Consalvi, segretario del Partito democratico locale e leader della lista civica “Uniti per Cingoli” che verrà presentata nei prossimi giorni, mette in chiaro la volontà di vincere le elezioni amministrative puntando al lavoro svolto nell’ultimo anno in collaborazione con la Regione. In una conferenza stampa tenuta questa mattina nella piazza cingolana insieme all’assessore regionale Angelo Sciapichetti, Consalvi snocciola i dati sul suo lavoro da segretario cittadino del partito. «Le criticità individuate a stretto contatto con la Regione – spiega il candidato sindaco – sono state: sanità, viabilità nella zona del lago Castreccioni, ricostruzione e sicurezza post terremoto, strade e banda larga. A differenza di altre campagne elettorali, dove vengono fatte promesse per soluzioni future, noi siamo qui a presentare i risultati acquisiti. Il ponte del lago siamo riusciti a realizzarlo. L’alberghiero ha ricevuto 24 milioni di fondi, ma purtroppo l’attuale amministrazione tarda nell’individuare il luogo dove sorgerà il nuovo plesso scolastico. Il problema della banda larga è molto sentito, con molte aree tagliate fuori addirittura dalla semplice Adsl. Grazie al contributo della Regione, i lavori in questo senso a Cingoli inizieranno tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo. Per la sanità, nonostante la difficoltà del settore, abbiamo recuperato una situazione che era in stato comatoso. Per quanto riguarda la provinciale 502 che collega Jesi-Cingoli-San Severino, il tratto è in condizioni disastrose. E’ notizia di oggi che Regione e Anas stanzieranno 5,6 milioni di euro per i lavori di ristrutturazione che avverranno nel corso dei prossimi tre anni. Portiamo avanti fatti concreti, portiamo a casa i risultati e ci mettiamo la faccia. Siamo alle elezioni per vincerle».

Risultati che hanno soddisfatto anche l’assessore regionale Sciapichetti. «Ringrazio Consalvi e gli amici del Pd di Cingoli. C’è stato un rapporto franco, non appiattito, anche critico. Siamo stati propositivi nei problemi concreti. Abbiamo spesso preferito il silenzio alle polemiche, trovando giorno dopo giorno soluzioni non facili, con dignità. Sulla provinciale 502 abbiamo lavorato un anno e ieri è stata ottenuta in giunta una delibera che va a beneficio di un’intera area. Non lasciamo indietro Cingoli, che spesso è stato chiamato un “paese Cenerentola”. Se Cingoli è la Cenerentola delle Marche non è certo colpa della Regione, ma della politica di isolamento dell’amministrazione. L’investimento sull’alberghiero è il più grande effettuato nel territorio regionale su una scuola. Per la sanità il discorso è più complicato, ma stiamo lavorando. Portare la neve sotto la Regione non risolve i problemi, bisogna lavorare. Abbiamo capito la situazione, è un problema che riprenderemo nei prossimi giorni con Mirco Coaci, il neo direttore di Area vasta 2. Faremo in modo che l’ospedale sia una struttura funzionale per i cingolani e non solo. I problemi vanno risolti insieme, nessuno può fare niente da solo».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X