Maceratese, la gioia di Giunti:
“Vittoria che aumenta l’autostima”

LEGA PRO - Il tecnico dei biancorossi commenta il successo in casa del Bassano: "Siamo consapevoli di non essere inferiori a nessuno. Dobbiamo continuare cosi"
- caricamento letture
L'allenatore della Maceratese Federico Giunti

L’allenatore della Maceratese Federico Giunti

 

Federico Giunti è orgoglioso dei suoi ragazzi dopo una grande prova che è valsa 3 punti pesantissimi a Bassano (leggi l’articolo) e che “dimostra che la Maceratese se la può giocare con tutti”. Ed allora, dal 4-3-3 della prima parte della stagione, ecco la metamorfosi che ha portato ad una Maceratese meno a trazione anteriore e più coperta con il 3-5-2. Davanti a Forte, sempre risolutivo, Giunti ha riproposto la linea difensiva esperta composta da Marchetti, Gattari e Perna, ai cui lati hanno giostrato Ventola a sinistra e Petrilli a destra, angeli custodi che hanno imperversato per tutta la fascia. A centrocampo, dove comunque i due sopracitati hanno fatto capolino spesso e volentieri, c’è stato il lavoro di fino del rientrante capitan Quadri, prezioso finché ha tenuto, scortato dai pretoriani Malaccari a destra e De Grazia a sinistra. Davanti Allegretti e Colombi si sono dannati l’anima per far conquistare alla Maceratese l’intero bottino.

Matteo Colombi realizza il gol del momentaneo vantaggio a Bassano

Matteo Colombi realizza il gol del momentaneo vantaggio a Bassano

“Ho visto l’intensità degli allenamenti durante i quali i ragazzi non si sono mai risparmiati – rivela Giunti – e ciò testimonia che hanno capito la loro dimensione e che ci hanno sempre creduto. Dobbiamo andare avanti così e puntare dritti, le prossime due gare consecutive all’Helvia Recina, con Forlì e Sudtirol, sono match che non possiamo sbagliare. Senza dimenticare il recupero con il Lumezzane ancora da fissare. Ricordando anche il derby di coppa Italia. I ragazzi sanno che hanno avuto una grossa soddisfazione che incrementa la nostra autostima, ma anche che non abbiamo fatto niente. Dobbiamo continuare così, con tanta umiltà, giocando anche da provinciale come abbiamo fatto, ma consci anche che non siamo inferiori a nessuno, come hanno dimostrato i due confronti con Parma e Bassano”. Una nota di merito per i ragazzi, mai distratti dalle vicende del cambio della guardia e della possibile penalizzazione. “Ci siamo sempre detti di dare il massimo in ogni impegno. Quando usciamo dal campo consapevoli di aver dato tutto, non possiamo rimproverarci nulla. Aldilà delle cose che esulano dal dato tecnico. È questo lo spirito che ci deve contraddistinguere nell’attuale stagione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X