Guerrino Rita


Utente dal
14/1/2014


Totale commenti
137


Sito web
http://google

  • La sinergia fra Canil e Crocioni
    è l’unica via per la rinascita biancorossa

    1 - Gen 12, 2021 - 18:30 Vai al commento »
    Mi auguro l'intervento dell'Amm.ne Comunale ed in particolare del Sindaco Sig. Parcaroli, grande imprenditore. Sempre forza Maceratese!
  • La Curva Just: «Canil dia corpo
    al suo progetto di calcio Maceratese»

    2 - Gen 12, 2021 - 18:19 Vai al commento »
    Sono completamente d'accordo con la Curva Just e con l'amico Filiberto. Auspico l'intervento dell'Amm.ne Comunale ed in particolare del Sindaco Sig. Parcaroli che ha dimostrato di essere un grande imprenditore. Sempre forza Maceratese!
  • Addio a Maurizio Mazzanti,
    “il prof” della Rata degli anni ’60
    «Ha voluto essere seppellito a Macerata»

    3 - Lug 28, 2020 - 17:58 Vai al commento »
    Caro Filiberto la tua formazione non è esatta in quanto a porta c'era il compianto Ferretti e terzino sx titolare era Benetazzo
    4 - Lug 28, 2020 - 11:35 Vai al commento »
    Addio Maurizio Mazzanti, indimenticabile "Professore" della Maceratese anni 50/60 in serie D e C, autentico fuoriclasse di quel calcio e di quelle categorie. Oltre che regista e gran realizzatore me lo ricordo come freddo e un tantino irriverente rigorista: quasi sempre metteva il pallone da una parte ed il portiere dall'altra (famoso fu il rigore realizzato a Terni a tempo scaduto fra le proteste dei tifosi rossoverdi). Lui, bolognese, era più maceratese dei maceratesi stessi tanto che ha voluto venire a riposare in questa città per sempre facendo onore a Macerata. Rimarrà sempre nel cuore dei vecchi tifosi biancorossi. R.I.P. Sentite condoglianze alla famiglia.
  • La “roccia” della Maceratese
    spegne 80 candeline

    5 - Lug 25, 2020 - 20:15 Vai al commento »
    Tanti auguri mitica "roccia"
  • I sei problemi della Maceratese
    che Nocera deve risolvere

    6 - Gen 20, 2020 - 19:38 Vai al commento »
    Non si può non condividere le osservazioni del Dr. Scattolini. Prima del mercato invernale a questa rosa mancavano un difensore centrale ed un regista oltre ad almeno 2/3 under validi. Ebbene sono stati acquistati ben 3 attaccanti di cui 1 esterno (Gabaldi) ed è stato eccessivamente sfoltito il centrocampo con 5 uscite (Diarra, Cesca, Bonifazi, Douglas e Cascianelli) e 2 sole entrate (l'incontrista Perfetti e l'under Bernacchini) oltre alla sciagurata cessione di Jachetta, giocatore di 2 categorie superiori. Quindi dopo questo cervellotico ed autolesionistico mercato di riparazione, condotto non si sa da chi, ci ritroviamo con una squadra senza un regista che imposti il gioco (il fantasista Jachetta sopperiva in parte a questa mancanza). E'evidente che la responsabilità è da ascriversi alla Società in cui non sono chiari i ruoli di Proculo e di un certo Dirigente, mai sentito nominare prima. Inoltre la scelta di puntare sul portiere under, in un campionato in cui ne sono previsti solo 2 in campo, si è rivelata sbagliata tanto più che si disponeva di un ottimo portiere over senza nulla togliere al ragazzo, fortissimo tra i pali ma capace di errori clamorosi. Non resta che sperare che il buon Nocera si inventi qualcosa per migliorare la situazione onde poter raggiungere almeno i play-off in buona posizione. Sempre forza Maceratese!
  • E Marinelli si toglie i sassolini:
    «Risultati importanti senza serenità,
    ho sbagliato a fidarmi della dirigenza»

    7 - Gen 14, 2020 - 18:50 Vai al commento »
    Se è vero quel che sostiene Marinelli c'è da mettersi le mani nei capelli per quanto riguarda la Società. La cessione di Jachetta,(giocatore di 2 categorie superiore), la mancanza di un altro centrocampista e di un altro difensore centrale oltre alla penuria di giocatori under validi sono stati errori madornali. Ad ogni modo buon lavoro a Nocera e speriamo bene.
  • Addio a Franco Moressi,
    ex presidente della Maceratese

    8 - Dic 17, 2019 - 16:47 Vai al commento »
    Ci ha lasciato una bravissima persona ed appassionato dirigente della Maceratese. Riposi in pace. Condoglianze alla famiglia.
  • Scricchiola la panchina di Moriconi,
    ma lui va avanti: «Anche gratis»

    9 - Nov 20, 2018 - 21:11 Vai al commento »
    L'allenatore ha certamente le sue responsabilità ma, a mio parere, i maggiori responsabili di questa situazione sono coloro che hanno costruito la squadra e che dovrebbero essere allontanati prima di tutti (vedasi ad esempio le scelte di cedere Badiali e Montanari per non parlare di Ramadori che nell'Helvia Recina avevano realizzato molti goals nella stagione precedente). Poi la ciliegina sulla torta è stata quella di aver tagliato anticipatamente La Cava anche in considerazione della squalifica per 2 giornate di Cejas. Con un attaccante di peso le ultime due partite casalinghe, viste le occasioni create, con tutta probabilità sarebbero state vinte. Inoltre non va dimenticata l'incredibile serie di infortuni che ha penalizzato la squadra per 4/5 giornate in difesa ed a centrocampo con Brugiapaglia, Foglia e Tartari out per tutta la stagione. Saluti.
  • Maceratese rabbia e orgoglio:
    in dieci ribalta il derby (FOTO),
    un civitanovese condanna i rossoblu

    10 - Ott 15, 2018 - 14:44 Vai al commento »
    SS Maceratese o HR Maceratese la musica non cambia: Civitanovese battuta all'Helvia Recina nonostante la superiorità numerica ed il vantaggio di un goal (peraltro realizzato in netto fuorigioco). Ma lo squadrone rossoblu non doveva far tremare il mondo (della promozione) come il mitico Bologna degli anni 30? Ah, ah, ah, ah, ah..........
  • LO STRAPPO
    Unimc rinuncia all’ex Upim:
    «Ostilità politica, un cammino minato»

    11 - Giu 27, 2018 - 18:43 Vai al commento »
    Sulla base della versione dei Dirigenti di UNIMC si ha l'impressione che questa Amministrazione Comunale non faccia gli interessi della città non si sa per quali reconditi ed inspiegabili motivi. L'Università, che ha in programma lavori per oltre 50 milioni di euro, costituisce oggi la risorsa più importante di Macerata ed il progetto ex Upim con i suoi 600 studenti avrebbe dato un boccata d'ossigeno al Centro storico. Mi auguro, per il bene della città, che lo strappo possa essere ricomposto.
  • Maceratese, Mosca attacca:
    «Carancini non ci vuole
    per motivi politici»

    12 - Giu 21, 2018 - 18:26 Vai al commento »
    Mi auguro che la questione venga ricomposta tra le parti interessate nel superiore interesse della Maceratese, della tifoseria e della città stessa onde evitare una ripartenza a tre cilindri. Altrimenti mi aspetto che i cittadini ne tengano conto nel momento e nella sede opportuna.
  • Mauro Canil e Maurizio Mosca,
    un treno che passa una volta sola

    13 - Giu 6, 2018 - 22:40 Vai al commento »
    Da tifoso biancorosso non riesco a comprendere la contrarietà, al limite dell'accanimento, da parte di qualcuno nei confronti del progetto Canil - Mosca che vorrebbe riportare il grande calcio a Macerata e provincia. A mio avviso si tratta, invece, di un'occasione irripetibile da non lasciarsi sfuggire considerato che stiamo parlando di un importante imprenditore come il Sig. Canil, persona competente e seria, che ha dimostrato di avere grandi potenzialità economiche avendo investito molto a Matelica in questi ultimi anni. Inoltre l'intervento di Maurizio "Momo" Mosca, indimenticato ex Presidente e Dirigente per lungo tempo della Maceratese, a cui non ha fatto mai mancare il proprio importante apporto economico, oltre alla passione sportiva, costituisce una garanzia della serietà del progetto tanto che si è sbilanciato sulla possibilità di andare addirittura oltre la Serie C. Evidentemente coloro che contestato a priori, fermo restando il diritto ad esprimere le proprie idee, non sono tifosi della Rata. Poi, se costoro preferissero ripartire dalle serie inferiori anziché aderire a questa importante opportunità, non avrebbero che l'imbarazzo della scelta tra le varie squadre cittadine già esistenti. Per quanto concerne il cambiamento della denominazione della Società non credo che in questa fase sia una priorità mentre la vera priorità è che il progetto vada in porto e che la Rata rinasca in qualche modo, non dimenticando mai che la Maceratese è letteralmente scomparsa dal panorama calcistico nazionale e regionale. Al riguardo immagino che il Sindaco Carancini e Mosca abbiano avuto delle garanzie dal Sig. Canil affinché il nome della città venga adottato prima possibile. Non resta che attendere sviluppi positivi avendo fiducia in queste persone. Saluti.
  • I risultati dei Ris inchiodano Oseghale
    Intercettazione choc
    tra Desmond e Awelima

    14 - Apr 24, 2018 - 19:23 Vai al commento »
    Mancavano i cannibali. Sono arrivati!!!!
  • Addio a Ezio Bellesi

    15 - Mar 4, 2018 - 15:23 Vai al commento »
    Se ne è andato un brav'uomo, un amico. Ciao Ezio, riposa in pace.
  • Amici della Rata, via libera dell’assemblea
    all’acquisto della storia del club

    16 - Feb 16, 2018 - 16:08 Vai al commento »
    Dopo le ultime negative esperienze su fantomatici interventi esterni, io credo che, se si vuole dare un futuro al calcio in questa città, sia giunto il momento di lasciarsi alle spalle le divisioni e le inutili polemiche mettendo una pietra sul passato e remando tutti nella stessa direzione. Pertanto mi rivolgo a tutte le componenti della Macerata sportiva, dalla tifoseria all'Associazione "Amici della Rata", alla classe imprenditoriale, all'Amm.ne Comunale, alle Società calcistiche cittadine affinché si trovi il modo di mettersi intorno ad un tavolo per discutere seriamente sulla possibilità di far rinascere la Maceratese. In particolare auspico che il neo Presidente Orlandi della predetta Associazione e Maurizio Mosca, ex Presidente e Dirigente storico della Maceratese, che, nonostante le recenti incomprensioni con parte della tifoseria, si è detto ancora disponibile con il coinvolgimento di altri imprenditori, magari con la mediazione dell'Amm.ne Comunale, prendano contatti con la Dirigenza della Società Helvia Recina, militante nel campionato di Promozione Reg.le e che già dispone di un'organizzazione e di un importante settore giovanile, per rafforzare tale società cambiando denominazione ed adottando i gloriosi colori biancorossi onde ripartire e tentare, con il fondamentale appoggio della tifoseria, la scalata a campionati più consoni alla tradizione calcistica della città. Io penso che si possa e si debba fare. Un altro anno sabbatico sarebbe deleterio. Saluti.
  • Macerata, io ti adoro

    17 - Feb 12, 2018 - 19:26 Vai al commento »
    Bravissima Carmen! Ti ringrazio di cuore.
  • La giornata antifascista
    della città della pace
    (Foto/Video)

    18 - Feb 11, 2018 - 16:31 Vai al commento »
    Manifestazione OK, almeno sotto il profilo dell'ordine pubblico, (salvo il vergognoso coro sulle foibe) ma non mi pare di aver sentito, da parte delle Personalità intervenute, molte parole per la povera Pamela né, tantomeno, parole di condanna per i tre "compari", bravi migranti richiedenti asilo, accusati di averla barbaramente trucidata e fatta a pezzi. A mio parere, le priorità da affrontare in questo Paese sono altre rispetto a quelle oggetto della manifestazione, tra cui cito le più importanti: 1) Il lavoro; 2) la diffusione delle droghe; 3)la mancanza di sicurezza, causata ANCHE dall'immigrazione incontrollata checché ne dica il Sig. Gentiloni. Il problema dell'immigrazione non può essere risolto solo dall'Italia, ammesso che sia possibile, ma se ne deve far carico l'ONU e sopratutto l'Europa cercando di concludere accordi con la Libia ed i paesi di provenienza per i rimpatri e creando le condizioni, con aiuti mirati, per uno sviluppo economico e sociale di quei paesi. Ma c'è poco da aspettarsi da questa Europa matrigna, che tutto è meno che un'unione di popoli, intenta a salvaguardare gli interessi di alcune Nazioni a discapito di altre. In questa difficile situazione la classe politica chiamata a governare dovrebbe rivedere le politiche dell'accoglienza, accelerando e snellendo le relative procedure e non lasciando in giro pericolosi cani sciolti, e cercare di rafforzare le difese contro la criminalità diffusa, le mafie nostrane ed importate, con la prevenzione ma anche con la repressione mediante provvedimenti che assicurino la CERTEZZA DELLA PENA, anche aumentando la capacità degli Istituti di carcerazione. Sarebbe un grave errore sottovalutare quella che potrebbe diventare una bomba sociale specialmente nelle periferie e nei quartieri più degradati delle grandi città.
  • Omicidio Pamela, spunta testimone:
    «Ho visto il nigeriano con i trolley
    vicino al luogo del ritrovamento»

    19 - Feb 1, 2018 - 17:16 Vai al commento »
    Prima di tutto esprimo il mio cordoglio alla famiglia di questa povera ragazza. Che riposi in pace. Poi debbo dire che questo efferato delitto, commesso con inaudita ferocia, degna di Jack lo squartatore, dimostra una volta di più che va rivista la politica dell'accoglienza. Nei confronti di chi delinque (nella fattispecie sembra trattarsi di uno spacciatore, già noto alle Forze dell'ordine) non vi può essere alcuna tolleranza per cui andava già rimpatriato nel suo Paese o assicurato alla carceri italiane. A proposito di carceri, in un Paese civile il sovraffollamento delle stesse va risolto con la costruzione di nuovi penitenziari e non con ripetute amnistie, indulti e sconti di pena vari, specialmente in presenza dei reati più gravi per i quali, tra l'altro, non dovrebbe essere consentito il rito abbreviato Sarebbe ora che la classe politica, le Autorità e la stessa Magistratura, ognuno per la propria competenza, prendano adeguati provvedimenti non minimizzando il fenomeno della criminalità, come qualcuno tende a fare, altrimenti la gente cercherà di farsi giustizia da sola. Per quanto riguarda la città di Macerata il terribile omicidio di cui trattasi non costituirà certamente una pubblicità positiva per l'Università, lo Sferisterio e l'attività turistica in generale. Di questo passo Macerata rischia di diventare la capitale della delinquenza e non della cultura.
  • Forte è il più forte:
    l’ex portiere della Maceratese
    il migliore della Lega Pro 2016-2017

    20 - Dic 19, 2017 - 19:27 Vai al commento »
    Sig. Aldo Caporaletti, considerate le esplicite e ripetute offese di cui mi ha fatto oggetto, mi riservo di valutare la situazione in sede legale. Nel frattempo la diffido a fare il mio nome nei suoi post ed ad usare nomignoli e/o frasi che possano ricondurre alla mia persona. A non più risentirla.
    21 - Dic 18, 2017 - 14:09 Vai al commento »
    Non replico oltre perché non ne vale la pena dato il soggetto e perché questa penosa telenovela è durata fin troppo. Tuttavia devo rilevare che la "metafora" della palma sta diventando per Lui un'altra ossessione. Auguri!
    22 - Dic 17, 2017 - 19:21 Vai al commento »
    Debbo constatare che l'Egregio Signore rivierasco continua a divertirsi con i dati anagrafici (roba a livello dell'asilo). Del resto cosa aspettarsi da un Signore che da oltre 3 anni fa il "Don Chisciotte" contro i mulini a vento della Rata non azzeccandone una per tanto tempo. La verità è che Egli non ha mai accettato il trionfo della Maceratese di Magi nel campionato di serie D, al termine del quale la Sua squadra fallì. Poi non ha perdonato a Bucchi di aver portato la Rata ai play-off in lega pro sovvertendo spesso i suoi funesti e strampalati pronostici (es. Siena e Ferrara)- Altrettanto ha fatto con Giunti per aver salvato la Maceratese sul campo, nonostante il marasma societario. Da ciò deriva la sua rabbia contro la Rata e contro chiunque la pensi diversamente da Lui che si crede il detentore della verità calcistica e non. Per il resto è meglio stendere un velo pietoso osservando solo che la Civitanovese detiene il record dei fallimenti e che i 4.000 (o 40.000) volumi non sono stati sufficienti per esprimersi in modo civile e rispettoso. Infine, dato che il nostro eroe insiste tanto con le famose palme civitanovesi, presumo che le stesse siano state addobbate a beneficio della cittadinanza. Quindi...............
    23 - Dic 16, 2017 - 14:43 Vai al commento »
    Caro Signore, io non ho bisogno di aggrapparmi alle palme addobbate a Civitanova M. e cerchi piuttosto di moderare i termini oltre che le allusioni. Per quanto concerne lo "star sereni" ho l'impressione che il primo ad aver bisogno di serenità sia proprio Lei che sembra ossessionato dagli allenatori della Rata, essendo intervenuto più volte sull'argomento. Se permette la consiglierei di dedicarsi alla Sua squadra che, forse non se ne è accorto preso com'è dalla defunta Rata, non mi pare stia disputando un campionato all'altezza delle sue tradizioni. Ognuno dovrebbe pensare ai propri guai.
    24 - Dic 15, 2017 - 21:11 Vai al commento »
    Si tratta di un riconoscimento meritato e significativo a Francesco Forte per le sue doti tecniche e compartimentali. A questo ragazzo vadano i migliori auguri per una brillante carriera. Per quanto concerne invece i giudizi sugli ex tecnici biancorossi, che non c'entrano niente con l'argomento di cui trattasi, non si può non osservare che essi sono espressi con un livore inaudito in funzione anti rata e che denotano una preoccupante mancanza di serenità (il fantasma della Rata fa paura?) Infatti, come è notorio, nel mondo del calcio gli esoneri degli allenatori sono all'ordine del giorno essendo i soli a pagare per un'annata storta. Ad ogni modo i tre tecnici in questione a Macerata hanno fatto più che bene e saranno ricordati con affetto dalla tifoseria biancorossa. Auguri!
  • Accoltellamento in via Pantaleoni,
    l’aggressore si è costituito

    25 - Dic 9, 2017 - 15:03 Vai al commento »
    Solo per il fatto di andare in giro con un coltello dovrebbe andare in galera. Quando prenderanno provvedimenti adeguati le nostre istituzioni? Quando ci scapperà il morto?
  • Mosca e Tosoni a cena,
    nel menù la Rata che verrà?

    26 - Nov 25, 2017 - 13:15 Vai al commento »
    Caro Filiberto ricambio i saluti sperando che tu non abbia ragione con il tuo pessimismo.
    27 - Nov 24, 2017 - 18:34 Vai al commento »
    Mi permetto di ricordare, a beneficio in particolare degli interlocutori rivieraschi, che se la Maceratese è scomparsa (spero per il momento), la Civitanovese e l'Anconitana disputano il campionato di prima categoria. Mal comune mezzo gaudio!!! Però c'è un particolare non trascurabile: mentre l'Anconitana è seguita da 1.200 tifosi la Civitanovese è contestata dai propri supporters e l'Helvia Recina, che avrebbe dovuto raccogliere l'eredità della Rata, non è seguita dai tifosi biancorossi, forse anche per la presenza di personaggi ritenuti compromessi con le vecchie gestioni. Non resta che sperare che la trattativa in corso, di cui si parla, si concretizzi anche con il supporto dell'Amm.ne Comunale mentre i tifosi mi sembra abbiano dato il loro gradimento. Saluti e sempre forza Macerata.
  • All’Helvia Recina non c’è nessuno,
    prime domeniche senza calcio a Macerata

    28 - Set 12, 2017 - 19:13 Vai al commento »
    Se Atene piange Sparta non ride. Altro che attaccate al.......!
  • Rata, troppo tardi anche per la Prima
    Riunione per ipotesi Terza categoria

    29 - Ago 23, 2017 - 13:56 Vai al commento »
    Con la vostra mentalità, cari Gianfranco Ferroni e Filiberto Pagnanelli, non si va da nessuna parte. Bisogna, per il bene della Rata, lasciarsi dietro il passato sperando che la Magistratura possa fare giustizia sanzionando i responsabili dello sfascio. Per il futuro ribadisco che l'unico modo di risollevarsi in tempi ragionevoli è quello di unire le forze puntando sulla Società maceratese che fa il campionato di Promozione, come fece a suo tempo il Piano San Lazzaro per l'Ancona. Creare una nuova società per la III categoria significherebbe solo disperdere le energie ed allungare a dismisura i tempi del recupero. Saluti.
    30 - Ago 22, 2017 - 19:30 Vai al commento »
    Piuttosto che valutare l'eventuale ripartenza dalla 3^ categoria gli Amici della Rata e/o la ex cordata Mosca farebbero bene a parlare con i Dirigenti dell'Helvia Recina allo scopo di rafforzare questa Società e puntare decisamente alla promozione in Eccellenza. Nel giro di 2 o 3 anni, se si fanno le cose per bene con una programmazione a medio/lungo termine e si investono capitali adeguati anche per il settore giovanile, si potrebbe tornare in serie D. Resta intesa che quanto prima possibile si dovrebbero cambiare i colori sociali in biancorosso e la denominazione della Società. Anche l'Amm.ne comunale dovrebbe fare la sua parte concedendo lo stadio H.R. almeno per le partite interne. In questo modo, unitamente a risultati sportivi positivi, forse potrebbe tornare un po' di entusiasmo. L'unione fa la forza!!! Sempre forza Rata.
  • La lettera di Tavecchio “spedisce”
    la Maceratese in Prima Categoria
    Carancini attacca la Figc: “Presi in giro”

    31 - Ago 11, 2017 - 22:26 Vai al commento »
    Il Presidente della FIGC, Sig. Carlo Tavecchio, dopo il rifiuto della serie D, formalmente legittimo visto il ritardo rispetto al termine del 3 Agosto, si è accanito contro la città di Macerata offendendo la Maceratese e la sua storia con l'attribuzione, bontà sua, del campionato di 1^ categoria che presenterebbe "sufficienti garanzie per lo sviluppo del calcio locale"- Ricordo a questo Signore che la Maceratese ha disputato, nell'arco dei 95 anni della sua storia, i seguenti campionati: n. 1 di primo livello (prima divisione 1925/26) - n.3 di secondo livello (Camp.Meridionale - serie B) - n.28 di terzo livello (1^Div- serie C e lega Pro) - n.26 di quarto livello (IV serie-Interregionale -serie D e C2) - n.14 di quinto livello (serie D - interregionale - CND) - Mi pare, quindi, che la Maceratese non abbia niente a che fare con una simile categoria, assegnata con motivazioni cervellotiche, da ritenersi oltremodo punitiva per una città di 43.000 abitanti, ex capoluogo di provincia - Mi domando come questo personaggio, possa decidere insindacabilmente, senza alcuna garanzia di imparzialità, sulla pelle di una città e di una tifoseria già penalizzata pesantemente,sembra con il parere del Sig. Cellini che pare aver intrapreso una crociata contro le squadre cadute dalle serie superiori. Ciò anche in considerazione della famosa vicenda delle "banane" che la dice lunga sulla Sua statura morale e per la quale si sarebbe dovuto dimettere senza se e senza ma. Inutile dire che le vere vittime di questi soprusi sono gli incolpevoli tifosi. E'così che si mette a posto il sistema calcio!!!
  • Maceratese, Tavecchio dice no:
    rifiutata iscrizione in serie D

    32 - Ago 9, 2017 - 22:53 Vai al commento »
    C'ERA UNA VOLTA LA MACERATESE Si è conclusa, come era prevedibile, la seconda parte della telenovela Maceratese. E'doveroso ringraziare i protagonisti: -Grazie ai "Salvatori della patria" che, invece di salvarla anche in Eccellenza, hanno accompagnato la Rata al cimitero dopo che "Mariella nostra" e seguenti (che non sono degni nemmeno di essere nominati) l'avevano assassinata; -Grazie al Sig. Sindaco ed alla cordata locale per essersi mossi con tempestività (fuori tempo massimo) con almeno 10/15 gg. di ritardo: il giorno stesso in cui il Sig. Sindaco ha incontrato la cordata locale (3 Agosto) scadevano i termini per l'iscrizione alla serie D mentre l'incontro tra i gruppi interessati è avvenuto solo ieri, 8 Agosto. In tali condizioni disperate, anche considerando che non è stata ancora costituita la nuova Società, tanto da far pensare all'ennesima presa in giro, ci sarebbe voluto un miracolo che puntualmente non si è verificato. Aver puntato alla serie D si è rivelato un azzardo, dopo che per giorni la cordata locale aveva dichiarato di volere l'iscrizione in Eccellenza, poi improvvisamente diventata una categoria infima (ricordiamoci che l'Ancona che rappresenta una città quasi 3 volte più grande di Macerata forse si iscriverà a questa categoria). Saranno contenti, tra gli altri, Mariella nostra ed il "guardiano della pattumiera", matusalemme Cellini, una specie di monarca sulla poltrona della Lega regionale da una vita. La morale della favola è la seguente: 1) La Maceratese, dopo 95 anni, è scomparsa; 2) La classe politica ed imprenditoriale Maceratese non è stata in grado di esprimere nemmeno una squadra in Eccellenza; 3) La città di Macerata, dopo aver speso la modica somma di € 1.600.000 circa negli ultimi 2 anni tra stadio Helvia Recina e nuovo campo sportivo di Villa Potenza, si ritrova solo con una squadra in promozione. Per il futuro non resta che augurarsi che certi personaggi, dopo tali brillanti risultati, si ritirino a vita privata. Saluti a tutti i tifosi biancorossi.
  • Rata, anno sabbatico? No grazie

    33 - Lug 25, 2017 - 14:25 Vai al commento »
    Non si discute la legittimità della cessione della Società dalla Tardella a Spalletta dal punto di vista giuridico ma, nel merito, l'operazione si è rivelata sbagliata in quanto effettuata a personaggio inaffidabile ed ha portato a conseguenze catastrofiche. La D.ssa Tardella, da Presidente e sopratutto da tifosa come Ella stessa si è definita nell'ultima intervista, aveva l'obbligo morale, nei confronti della tifoseria e della città, di assicurare la continuità dell'attività sportiva della Maceratese cedendo la Società a persone serie ed affidabili sotto l'aspetto economico. Per quanto riguarda il futuro mi auguro che la cordata Mosca riesca a costituire la nuova Società per l'iscrizione all'Eccellenza altrimenti sarebbe la sconfitta totale della classe politica ed imprenditoriale maceratese.
  • Rata, fine della corsa
    Crucianelli: “Non resta che dire addio
    Deficit esorbitante, serve oltre 1 milione”

    34 - Lug 8, 2017 - 19:53 Vai al commento »
    Egr. Sig. Poloni, io non ho vomitato ho solo espresso ironicamente il mio punto di vista sulla vicenda facendo la fotografia di quello che è successo ed individuando i veri responsabili dello sfascio. Circa l'ammontare dei debiti ancora non si riesce a determinare il loro effettivo ammontare in quanto la contabilità degli avventurieri pare aggiornata solo al 31.12.2016- Per quanto riguarda l'amore per la Maceratese non accetto lezioni da nessuno perché si dà il caso che seguo la Rata dai primi anni 60 e sono oltre 30 anni che faccio l'abbonamento in qualsiasi serie. Perciò è Lei che dovrebbe fare il piacere di finirla. Continui pure a ridere!!!!! A non più risentirci.
    35 - Lug 7, 2017 - 23:57 Vai al commento »
    Con la conclusione della tragicomica telenovela Maceratese, la cui trama avrebbe fatto invidia ad Hitchcock, sento il bisogno, da tifoso biancorosso, di ringraziare i personaggi che vi hanno partecipato. In primis la vera protagonista, autentica STAR della storia, la D.ssa Maria Francesca Tardella, la popolare "Mariella": -Grazie per aver portato la Maceratese dalla polvere (promozione/eccellenza) all'altare (Lega Pro); -Grazie per averla riportata a dove eravamo partiti o giù di lì (III categoria ?) ma questo, ovviamente, per il bene degli stessi tifosi non più abituati a certi livelli ed a cui avrebbe fatto male sognare la serie B; pazienza se saranno costretti a ripartire da zero nelle contrade marchigiane, accolti con tutti gli onori con loro somma soddisfazione; -Grazie per aver ceduto la Società ad un grande imprenditore italo-svizzero nel settore del legname, notoriamente molto affidabile, soprannominato il "Re Mida del XXI secolo, che, con l'aiuto dei "compagni di merende" pisani, aveva in programma la serie B e la costruzione di un nuovo stadio; -Grazie al Sig. Spalletta per aver messo sotto contratto una cinquantina di elementi tra giocatori, direttori sportivi e faccendieri vari ed aver rilasciato le fideiussioni a favore di Lega e D.ssa Tardella, di cui dovrà rispondere; -Grazie al duo Liotti/Battiloro (il gatto e la volpe della situazione) per aver tirato fuori tanti soldi per la Rata, oltre ad un fiume di chiacchiere; -Grazie a queste due ultime gestioni (falegname e fabbro-ferraio) per aver tenuto, con una efficiente segreteria, una regolare ed aggiornata contabilità e redatto bilanci da cui risultano chiaramente la situazione debitoria ed il parametro P/A, per ripianare il quale pare che ci vogliano solo 360.000 euro!!! -Grazie al Dr.Gravina, Presidente della Lega Pro, che ha sempre effettuato i dovuti accertamenti sulla solvibilità e sull'onorabilità dei personaggi di cui sopra. A proposito che fine hanno fatto l'escussione della seconda parte della fideiussione (circa € 170.000) ed i contributi a credito della Società??? Ad ogni modo la D.ssa Tardella sarà ricordata come la più grande Presidente della Maceratese di tutti i tempi con le sue proverbiali (quanto cervellotiche) scenate post partita nei confronti di allenatori e giocatori, rei di aver ottenuto un risultato positivo. Beati i tifosi Jesini che potranno godere dell'opera di una così grande Manager che sta portando tanto entusiasmo e riporterà sicuramente i Leoncelli agli antichi fasti, famosa per il suo corretto comportamento con tutti (fornitori, collaboratori, allenatori, giocatori ecc.)- Che non se la lascino sfuggire!!! Forse occorrerà ampliare il vetusto stadio Carotti o costruirne uno nuovo perché si prevedono tantissimi spettatori. Altro che Macerata! Per quanto riguarda lo stadio Helvia Recina ora qualcuno si domanderà se sono stati inutili i tanti soldi spesi per la messa in sicurezza. Ma, perbacco, non sono stati inutili perché hanno permesso di tenere a bada le migliaia di feroci tifosi al seguito di squadre come il Tuttocuio, il Sant'arcangelo, il Lumezzane, per citarne alcune, e domani serviranno, per l'inevitabile cambio di destinazione d'uso dello stadio a manifestazioni varie e religiose, ad ingabbiare qualche pericoloso pellegrino!!!! Con l'occasione vorrei ringraziare, questa volta sul serio, quanti si sono prodigati per rendere possibile la conclusione del campionato e, sopratutto, i protagonisti della straordinaria impresa sportiva compiuta (purtroppo rivelatasi vana): l'allenatore Giunti ed il suo staff tecnico,tutti i giocatori con particolare riferimento a quelli che ritengo i più rappresentativi: Forte,Ventola,Marchetti, Gattari,Perna, Sabato,Quadri (quando lo rivedremo un simile giocatore?), Malaccari, De Grazia). Rimarranno per sempre nel cuore dei tifosi biancorossi al pari degli "Invincibili" di Magi e degli "Irriducibili" di Bucchi. A tutti auguro le migliori fortune per la loro carriera. Cordiali saluti.
  • Maceratese, fumata nera:
    nessuna fidejussione presentata
    La Sasp deposita istanza di fallimento

    36 - Lug 6, 2017 - 14:05 Vai al commento »
    Sig. Passeri, in parte le ha già risposto il Sig. Ponzelli sul fatto che, se la Società fosse rimasta agli avventurieri napoletani, la III cat. sarebbe stata certa, mentre con l'ingresso della compagine attuale forse c'è ancora qualche speranza di ripartire da una serie superiore. Per quanto riguarda il mio "vagheggiare" sui debiti le faccio notare solo che, a tutt'oggi, non si riesce a quantificare a quanto effettivamente ammontano mentre ogni giorno spuntano nuovi creditori, probabilmente relativi alle ultime gestioni falegname/fabbro-ferraio, che, oltre a non tirare fuori un euro, non hanno tenuto nemmeno la contabilità e presentato i bilanci. Dalle sue parole sembrerebbe invece che la responsabilità della situazione sia di Crucianelli e C. mentre non ci vuole uno scienziato per capire chi sono i veri responsabili della bancarotta. Con l'occasione mi saluti i tanti "salvatori della patria" che sono scomparsi dalla scena quando dalle parole si doveva passare ai fatti.
    37 - Lug 5, 2017 - 21:45 Vai al commento »
    Caro Sergio, non te la puoi prendere con il gruppo Crucianelli -Chiaraluce, il quale ha fatto un disperato tentativo in extremis per mantenere la categoria ma, evidentemente, si è trovato di fronte ad un muro insormontabile fatto da una montagna di debiti che aumenta ogni giorno di più, problemi burocratici ed addirittura, a quanto sembra, mancanza di scritture contabili e di bilanci, ascrivibili alle ultime fantomatiche gestioni, in modo tale da rendere difficile l'accertamento della reale situazione. In queste condizioni, considerati anche i tempi ristrettissimi, non è possibile procedere oltre. Sappiamo tutti chi dobbiamo ringraziare per questo default: La D.ssa M.F.Tardella in primis, che ha venduto la Società ad un personaggio sconosciuto ed inaffidabile, lo sprovveduto Spalletta e la dirigenza napoletana che, oltre a non aver cacciato un euro, ha dato il colpo di grazia alla Rata facendo solo perdere tempo, dopo aver promesso mari e monti, per portare avanti gli interessi dal falegname fino alla scadenza del 30-06 - Del resto cosa ci si poteva aspettare da chi ha fatto disputare la partita col Venezia a porte chiuse???? Nonostante ciò l'ineffabile fabbro-ferraio ha ancora il coraggio di parlare!!!! Piuttosto che fine hanno fatto i tanti personaggi, istituzionali e non, che hanno baccagliato tanto, naturalmente senza metter mano al portafogli ???? Un silenzio assordante......
  • Cessione Maceratese, Crucianelli:
    “Nella cordata gruppi di investimento
    Lavoriamo per la fidejussione”

    38 - Lug 2, 2017 - 14:03 Vai al commento »
    Il fatto che di questa cordata, che tenta di salvare la Maceratese dalla sparizione, faccia parte il Sig. Chiaraluce, che ha dimostrato con i fatti di essere il tifoso n.1, dovrebbe dare un pò di speranza ed un minimo di fiducia, al di là delle cifre (comunque pare che il prezzo della compravendita sia stato di € 17.000) - Quindi, invece di fare della facile ironia, si dovrebbe remare tutti dalla stessa parte. Le responsabilità vere, come tutti sappiamo, vanno ricercate altrove e sopratutto a monte.
  • Rata, l’abbraccio dei tifosi:
    “Non vi lasceremo mai”

    39 - Mag 8, 2017 - 13:46 Vai al commento »
    A fine partita, nonostante tutto e tutti, i tifosi biancorossi sono riusciti finalmente a fare una grande, spontanea festa a questa squadra. A Mister, staff tecnico, giocatori, che, prima di essere bravi professionisti, hanno dimostrato di essere veri uomini, vanno gli onori ed i più sentiti ringraziamenti per questa straordinaria impresa sportiva, ottenuta nelle condizioni che sappiamo con una società fantasma. Essi rimarranno per sempre nella storia recente della Maceratese al pari degli "Invincibili" di Magi e dello squadrone di Bucchi, ottenendo sul campo ben 50 punti. Merito anche dell'ex DS Stambazzi che ha costruito una squadra competitiva con un budget ridotto. Senza i problemi societari e con un attaccante di razza sarebbero arrivati subito dietro le 5/6 squadre più forti. Infine un particolare ringraziamento va al Sig. Chiaraluce, che non è maceratese ma è il più maceratese di tutti, ed a tutti coloro che hanno contribuito a permettere la conclusione del campionato. Sempre forza Rata!!!!!!
  • Maceratese, l’altro scenario:
    “ponte” Tardella per l’acquisto di La Cava
    e il rientro del main sponsor Gobid

    40 - Mag 3, 2017 - 21:54 Vai al commento »
    Qualcuno, distratto dalle vicissitudini della Rata, forse non si è accorto che la sua squadra è retrocessa in Eccellenza con una Dirigenza che non ha nulla da invidiare a quella della Maceratese !!!! Per quanto riguarda la partita di S.Arcangelo se il primo tempo fosse terminato 3 a 1 a favore della Rata non ci sarebbe stato nulla da ridire (7/8 palle goal di cui 2 pali a portiere battuto e 4/5 parate importanti del portiere del S.Ancargelo, migliore in campo)- Una volta che la Maceratese è rimasta in dieci per l'espulsione di Bondioli a causa di doppia ammonizione per un ingenuo fallo, le diverse motivazioni ed alcuni errori della difesa biancorossi hanno fatto la differenza a favore degli avversari.
  • Ma cosa vuole fare Spalletta?

    41 - Apr 11, 2017 - 16:10 Vai al commento »
    Qualcuno, quando la Maceratese vince, non riesce ad accettare il verdetto del campo prendendosela ora con l'arbitraggio, ora con la dea bendata, se......, ma........ecc. ecc.- Se anche a Forlì fosse stato più giusto un pareggio, in casa col Bassano la Rata, sul piano del gioco e delle occasioni (incrocio dei pali clamoroso di Petrilli) avrebbe strameritato di vincere, a dimostrazione, che nell'arco di un campionato gli episodi pro e contro tendono a compensarsi. Per quanto riguarda le vicende societarie, prima di intonare il de profundis, sarebbe il caso di attendere l'esito della trattativa in corso.
  • Un, due, tre, Quadri: blitz della Rata
    Vittoria storica a Forlì

    42 - Apr 9, 2017 - 19:46 Vai al commento »
    Nonostante la drammatica situazione societaria (ultima perla del Presidente l'allontanamento di Caira sbattendo forse la porta in faccia al possibile acquirente La Cava), la Maceratese, smentendo per l'ennesima volta le funeste previsioni dei soliti uccelli del malaugurio che dovrebbero pensare alle proprie squadre, non finisce di stupire ottenendo, dopo quelle di S.Benedetto e di Ancona, un'altra storica vittoria al Morgagni. Non ci sono parole per ringraziare questi ragazzi!!!
  • Botte alla sede della Rata, Sabato:
    “Situazione stipendi complicata
    ma siamo concentrati sulle partite”

    43 - Apr 8, 2017 - 15:05 Vai al commento »
    Rocco Sabato un grande giocatore ma sopratutto un grande uomo. E' un onore averlo alla Maceratese!!!!
  • Maceratese, “cessione entro il week end”
    In vantaggio la cordata romana

    44 - Mar 24, 2017 - 19:58 Vai al commento »
    Signor Scattolini ma i debiti, risultanti dal bilancio all'atto della cessione, che si sarebbe dovuto accollare Spalletta con l'acquisto delle quote, non ammontano a circa 400 mila euro ????
    45 - Mar 24, 2017 - 15:10 Vai al commento »
    Egr. Scattolini, io credo che la Dott.ssa Tardella, al di là degli obblighi della Lega, avrebbe dovuto procedere con maggiore prudenza cercando di capire le motivazioni che avevano spinto il Sig. Spalletta, personaggio sconosciuto proveniente da un altro mondo, titolare, a quanto sembra, di una piccola impresa, ad acquistare la Maceratese, e quindi a capire la reale consistenza delle sue possibilità economiche e del gruppo che lo appoggiava. Ciò a tutela della tifoseria e della città stessa oltre che nel proprio interesse. Alla Presidentessa non si può disconoscere di aver ottenuto straordinari risultati sul piano sportivo ma la gestione "dilettantistica" di una Società professionistica, senza una seria programmazione ed adeguata organizzazione, unitamente a certi atteggiamenti che possono aver allontanato possibili Soci e/o Sponsor, ha portato la Società a fare il passo più lungo della gamba e quindi ad indebitarsi eccessivamente.
    46 - Mar 23, 2017 - 17:47 Vai al commento »
    Se il Sig. Spalletta ha potuto prendere in giro la tifoseria Maceratese ciò è avvenuto perchè la precedente Proprietà gli ha ceduto la Società, evidentemente senza accertarsi della sua solvibilità. Pertanto le responsabilità maggiori dello sfascio vanno attribuite alla vecchia Dirigenza.
  • Maceratese in vendita,
    incarico al legale per valutare le offerte
    Due i gruppi interessati

    47 - Mar 21, 2017 - 21:23 Vai al commento »
    Dagli ultimi commenti mi sembra che molti si attaccano sugli specchi pur di difendere la vecchia Dirigenza che, invece a mio modesto parere, è la maggiore responsabile dello sfascio attuale per i motivi di seguito sinteticamente descritti: 1) la gestione del campionato 2015/2016 è stata quantomeno allegra facendo il passo più lungo della gamba tanto è vero che sono stati accumulati una marea di debiti non onorati. La piazza non aveva chiesto i play off o la vittoria del campionato e, seppure in parte, è rimasta spiazzata dalla mancata conferma di Magi e di molti degli "Invincibili", che avrebbero consentito una gestione più economica. La Proprietà è stata probabilmente mal consigliata (vedasi il faraonico mercato invernale 2015/2016) da personaggi che la stessa Dirigenza ha successivamente allontanato. 2) la Società, nonostante le rassicurazioni, è stata ceduta ad un gruppo di avventurieri che non hanno fatto fronte ad alcun impegno. Tuttora ci si interroga sulle motivazioni che hanno indotto Spalletta e C. ad acquistare la Maceratese. Tutto il resto è noia.
  • Respinto all’ingresso,
    Gianni Piangiarelli resta fuori dallo stadio

    48 - Mar 13, 2017 - 17:11 Vai al commento »
    Trattamento vergognoso riservato al Sig.Gianni Piangerelli da parte della Società mentre gli stewards, date le circostanze, avrebbero potuto chiudere un occhio e far entrare Gianni in gradinata visto che era comunque in possesso di un biglietto di Tribuna. Non ci sarebbero stati problemi di posto dal momento che lo stadio era semivuoto. Un episodio che dimostra ancora una volta l'inutilità di questi controlli eccessivi e costosi previsti in Lega Pro, contrari al buon senso, e di tutto l'ambaradan costruito intorno allo Stadio, costato al Comune oltre 800.000 euro. Tali controlli, quasi parossistici, ideati da qualche genio che ha messo sullo stesso piano la Lega Pro con le serie A e B, potrebbero essere giustificati in presenza di un pubblico di almeno 3/4 mila unità.
  • La Maceratese ritrova il sorriso,
    Allegretti fa gioire l’Helvia Recina

    49 - Mar 13, 2017 - 16:41 Vai al commento »
    Grande partita e splendida, meritata vittoria della Maceratese, che ha dimostrato di essere squadra composta da seri professionisti e uomini veri, nonostante la situazione societaria. Altro che squadra che non si sarebbe salvata in serie D come qualche profeta di sventura aveva pronosticato a suo tempo. Forse non aveva letto bene il curriculum di diversi giocatori che potrebbero ben figurare nelle squadre più forti di questa categoria se non in serie superiori. Con un certo Kouko la Rata, che comunque sul campo è stata capace di fare 38 punti (a 2 punti dai play-off), poteva essere tranquillamente in piena zona play-off a ridosso di Samb e Gubbio. Grazie Ragazzi !!!!
  • Maceratese sciupona,
    pari a reti bianche col Gubbio

    50 - Mar 7, 2017 - 13:50 Vai al commento »
    E mentre i Pistacoppi devono meditare la Civitanovese è con tutti e due i piedi nella fossa ed i "Ramarri", se non sbaglio, sono alla terza sconfitta nelle ultime 5 partite. Ah Ah Ah Ah Ah!!!!!
  • I legali della Tardella:
    “Nessun debito occultato,
    i conti del club erano in ordine”

    51 - Mar 5, 2017 - 10:54 Vai al commento »
    Sig. AP, pur non escludendo nulla, non mi pare così probabile l'ipotesi di una "combine" dal momento che è stata coinvolta la Guardia di Finanza e gli Avvocati non stanno lì per cambiare aria ma dovranno essere profumatamente pagati. E poi sarebbe veramente un piano diabolico. Per quanto riguarda il pollo oggi è domenica, si faccia un bel pollo arrosto. Cà nisciuno è fesso.
    52 - Mar 3, 2017 - 16:52 Vai al commento »
    Al di là di come si concluderà la vicenda giudiziaria tra le due parti,la morale della favola sarà,come dice l'amico Filiberto, la retrocessione della Maceratese, patrimonio degli sportivi e della città di Macerata,con sommo godimento del Sig. A.P.-
  • Maceratese, ristorante non pagato:
    pignoramenti sui conti correnti

    53 - Mar 1, 2017 - 20:23 Vai al commento »
    Indipendentemente dal fatto che il debito di cui trattasi fosse o meno iscritto in bilancio ed evidenziato all'atto del contratto (chissà a quanto tempo fa risale?) trovo immorale che chi di dovere non via abbia provveduto a suo tempo mettendo in difficoltà piccole imprese e/o lavoratori autonomi. Ciò tanto più se, come qualcuno sostiene, il debito è relativo ad un ritiro di una squadra del settore giovanile con il contributo delle famiglie.
  • Rata, la società che si sottrae al confronto
    e la trattativa con imprenditori romani

    54 - Mar 1, 2017 - 19:45 Vai al commento »
    Io ho visto la partita e non sono d'accordo con il commento di "Tuttolegapro", che non è certamente vangelo e che mi sembra influenzato dal risultato, dovuto ad episodi e non al gioco. Dopo aver rivisto il film della partita su Sportube sono ancora più convinto che i primi due goals del Mantova siano stati originati da azioni irregolari (nel primo Petrilli è stato letteralmente travolto da dietro al limite dell'area del Mantova, senza che l'arbitro intervenisse consentendo la ripartenza dei Virgiliani, mentre nel secondo vi erano almeno due giocatori in fuorigioco attivo)- Si è trattato, pertanto, di errori arbitrali determinanti ai fini del risultato. A ciò aggiungasi la cronica sterilità dell'attacco per la mancanza di un vero attaccante di categoria. Tuttavia ogni partita ha la sua storia e sperare è lecito. Per la Società attendiamo sviluppi prima di emettere sentenze definitive.
  • Spalletta, prestanome o protagonista?
    La Maceratese siculo-svizzera
    rischia davvero grosso

    55 - Feb 28, 2017 - 14:28 Vai al commento »
    La Maceratese sopravviverà in qualche modo alle risate del Sig. Poloni che, evidentemente, non ha la possibilità di divertirsi altrimenti. Saluti.
    56 - Feb 28, 2017 - 14:23 Vai al commento »
    Ammesso che il Sig. Spalletta sia in buona fede e non ci siano dietro intrallazzi di altra natura, si potrebbe essere verificata la seconda ipotesi dell'Avv. Bommarito e cioè che Spalletta abbia agito da protagonista e non da prestanome di qualcun'altro. In questo caso il Presidente è stato quanto meno ingenuo ed imprudente perché, a fronte di ingenti impegni finanziari a breve termine, può aver fatto un errore di valutazione delle proprie possibilità e, sopratutto, può aver confidato troppo nell'aiuto di una cordata di personaggi (Avv. Bargagna, Lucchesi ?? ecc.) che poi sembra essersi defilata abbandonandolo al proprio destino. Infatti, mi pare di aver capito che questi impegni ammonterebbero a circa un milione di euro (€ 270.000 a saldo acquisto quote - € 400.000 circa per debiti pregressi vecchia gestione iscritti in bilancio ed evidenziati nell'atto di acquisto -€ 200/300.000 mila per le spese correnti da novembre 2016: stipendi e contributi - costi gestione stadio - trasferte ecc. - Di fronte ad una tale pesante situazione, tenuto conto che i Creditori pare si siano accorti solo ora dei propri crediti pignorando i contributi federali, è evidente che il Sig. Spalletta non ce la può fare da solo senza l'aiuto di un gruppo di finanziatori/sponsor e/o nuovi soci. A questo punto ci vorrebbe un miracolo!!!!
    57 - Feb 27, 2017 - 21:58 Vai al commento »
    Chi scrive segue la Maceratese dalla stagione 1961/62 e fa l'abbonamento da quasi 40 anni in tutte la categorie disputate. Non disponendo dei dettagli dell'operazione di vendita della Società non posso entrare più di tanto nel merito delle argomentazioni espresse dall'Avv.Bommarito, dalle quali sembrerebbe trasparire la tesi che il personaggio Spalletta sia l'unico responsabile della attuale situazione fallimentare. Invece io ho l'impressione che le responsabilità maggiori debbano essere ascritte alla precedente Proprietà che, come Penelope, è riuscita nell'impresa di distruggere in poco tempo quello che aveva costruito, anche con merito, nei precedenti 4 anni, con una gestione a dir poco "non trasparente" e poco oculata, in particolare per il settore giovanile, ed accumulando un sacco di debiti vs. Fornitori grandi e piccoli. Non va dimenticato che abbiamo rischiato di non giocare due partite per debiti non pagati nei confronti della Società che gestiva i controlli allo Stadio e della Croce Verde. Questo non può essere certamente imputato al Sig. Spalletta. Inoltre riesce difficile credere che i debiti, sulla base dei quali sono stati pignorati in Lega i contributi federali, si riferiscano alla nuova gestione che riguarda solo gli ultimi due mesi o poco più. In conclusione credo che l'ammonimento espresso nello striscione esposto a suo tempo dai tifosi della curva "se chi compra è un bandito che vende è complice" fotografi la situazione meglio di ogni altro commento. Nel consueto articolo di Scattolini si fa riferimento a trattative in corso con un gruppo romano. Non resta che augurarsi che vadano in porto. Sempre forza Maceratese nonostante tutto.
  • Maceratese, tre sberle a Mantova

    58 - Feb 27, 2017 - 14:40 Vai al commento »
    Sconfitta pesante per la Maceratese (forse anche troppo nel punteggio), determinata, oltre che dalla probabile mancanza di tranquillità e concentrazione da parte di alcuni giocatori conseguente al mancato pagamento degli stipendi, anche da altri fattori quali: 1) l'assenza di Quadri, sembra per infortunio; 2)l'arbitraggio a mio avviso non imparziale a danno della Rata. Infatti sul primo goal non è stato rilevato dal Sig. Di Tullio di Bari (un cognome che mi ricorda un certo Di Tonno di Lecce in una famosa partita Maceratese - Cesena fine anni 60, giocata in campo neutro al Dorico di Ancona) un netto fallo su Petrilli al limite dell'area dei Virgiliani, consentendo al Mantova la ripartenza. Sul secondo goal vi era un netto fuorigioco di almeno due attaccanti locali di cui uno ha sfiorato la deviazione partecipando all'azione. Infine il direttore di gara ha tollerato il gioco duro del Mantova in particolare nel 1° tempo. Detto questo è chiaro che il problema principale da risolvere per la Maceratese è quello societario.
  • Maceratese, silenzio sui pagamenti
    I creditori battono cassa in Lega

    59 - Feb 18, 2017 - 15:08 Vai al commento »
    Egr. Sig. Poloni, la Maceratese sopravviverà alle sue insulse risate!! Comunque beato Lei che si diverte con così poco.
  • La Maceratese non paga gli stipendi,
    penalizzazione in arrivo

    60 - Feb 18, 2017 - 14:24 Vai al commento »
    Non potevano mancare, in questa occasione come in altre disgrazie o sconfitte della Maceratese, gli interventi dei soliti avvoltoi che, lungi dal vedere la trave che hanno sulla testa (vedasi la situazione della loro Civitanovese con una squadra composta di ragazzi mandati allo sbaraglio, sull'orlo dal baratro), si preoccupano, con i loro funesti auspici, del "bastone" sulla testa della Rata. Mal comune mezzo gaudio! Ah ah ah !!!!
  • Due errori difensivi condannano
    la Maceratese a Pordenone

    61 - Feb 13, 2017 - 12:47 Vai al commento »
    La Maceratese avrebbe meritato il pareggio per il gioco espresso, specie nel secondo tempo in cui il Pordenone non ha praticamente tirato in porta mentre la Rata ha avuto un paio di occasioni importanti con Allegretti e Turchetta. Per quanto riguarda il secondo goal subito mi permetto di osservare che, secondo me, il portiere, un fenomeno tra i pali, avrebbe dovuto uscire sull'avversario (il gigante De Agostini) che ha colpito nell'area piccola. Una volta si diceva che il portiere doveva essere il "padrone" dell'area piccola. Vi ricordate di un certo Malizia?? Sempre forza Maceratese!!
  • Maceratese, scivolone in casa

    62 - Feb 6, 2017 - 19:43 Vai al commento »
    Mi trovo d'accordo con i commenti dei Sigg. Vannucci e Clementoni in quanto il Padova si è dimostrata la squadra più forte vista all'Helvia Recina sia dal punto di vista tecnico che atletico, quindi approvo la scelta di Giunti di puntare su alcuni giocatori dalla maggiore struttura fisica e forti nel gioco aereo come Marchetti e Franchini. Però, una volta in svantaggio, mi sarei aspettato che Ventola e Petrilli fossero stati inseriti prima. Con l'occasione non si può non constatare che qualcuno interviene solo quando la Rata fa un risultato negativo mentre non si fa sentire quando vince compiendo una storica impresa come ad Ancona. A proposito in trasferta la Maceratese ha un passo da grande con 5 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte. Nel frattempo bisogna riconoscere che la Civitanovese sta migliorando passando dal 7 a 1 di San Marino al 3 a 0 con l'Agnonese quindi al 2 a 0 di Fermo ed infine all' 1 a 0 di Matelica!!! C'è da aspettarsi un risultato positivo per la prossima partita.
  • Maceratese, esonerato Stambazzi:
    Benassi nuovo ds

    63 - Gen 1, 2017 - 12:13 Vai al commento »
    Cordiali saluti ad auguri per la sua futura attività prof.le al Sig. Stambazzi che, secondo la mia opinione, non ha demeritato tenuto conto del ridotto budget messo a disposizione dalla vecchia Dirigenza. Infatti non va dimenticato che questa squadra, con i suoi limiti, ha conquistato sul campo 27 punti che valgono il 10° posto in classifica, valido per i play off a pari merito del S.Arcangelo, ad 8 punti dai play out!!! Non mi sembra poco. Auguri a tutti e sempre forza Maceratese.
  • Maceratese, luci e ombre:
    l’acuto di San Benedetto
    e il nodo fidejussione

    64 - Gen 1, 2017 - 21:46 Vai al commento »
    A mio parere Stambazzi, a cui vanno i saluti e gli auguri per la sua futura attività prof.le, non ha demeritato tenuto conto del ridotto budget messo a disposizione dalla vecchia Dirigenza e della sciagurata cessione di Kouko voluta dalla stessa proprietà. Infatti questa squadra, pur con i suoi limiti, ha conquistato sul campo 27 punti che valgono il 10° posto in classifica (in coabitazione con il S.Arcangelo), utile per i play off, tenendo i play out a distanza di ben 8 punti. Non mi sembra poco. Auguri a tutti e sempre forza Maceratese.
  • Maceratese, impresa a San Benedetto

    65 - Dic 30, 2016 - 20:27 Vai al commento »
    Ennesima bella vittoria in trasferta per di più storica! Dopo 50 anni (campionato serie C 66/67 - rete di Attili) la Maceratese sbanca San Benedetto con lo stesso risultato di 1 a 0 (anche allora la Samb sbagliò un rigore)- Sarà solo fortuna???- dedicata ai nemici della Rata e a chi ha sempre sottovalutato questa squadra. Ah Ah Ah Ah Ah
  • Palmieri-gol,
    Maceratese corsara a Teramo

    66 - Dic 7, 2016 - 17:04 Vai al commento »
    Grande partita della Maceratese e vittoria meritatissima che avrebbe potuto essere ben più larga se non si fossero sprecate almeno 3 palle - goal oltre alla traversa colpita da Colombi che ha disputato una delle sue più belle partite in biancorosso. Difesa granitica che ha concesso molto poco agli avversari, centrocampo battagliero ed un Turchetta sugli scudi che ha dimostrato tutta la sua classe. Forse qualcuno ha intonato troppo presto il "de profundis" per la Rata. Grazie ragazzi, sempre forza Maceratese.
  • AAA cercasi subito attaccante:
    Kouko e Infantino nel mirino
    della Maceratese

    67 - Dic 6, 2016 - 19:52 Vai al commento »
    A titolo di cronaca Allegretti non è stato impiegato in quanto era ed è tuttora infortunato, le sostituzioni sono avvenute quasi tutte nel secondo tempo (5 su 6) così come le perdite di tempo del Sudtirol, assecondate dal Direttore di gara (2 minuti solo per battere un calcio di punizione in occasione dell'espulsione del giocatore altoatesino)- Un altro particolare da non trascurare è che il portiere degli ospiti è risultato alla fine tra i migliori in campo, per dire che se la Rata avesse pareggiato non avrebbe rubato nulla. Nel frattempo in serie D la Civitanovese, pur facendosi onore, perde a Jesi e si trova un punto sopra i play-out. Non mi sembra una situazione tanto rosea specialmente se il buon Cerolini non riesce a vendere la Società a breve termine. Saluti.
    68 - Dic 6, 2016 - 14:59 Vai al commento »
    Il Sudtirol, squadra più forte di quanto dica la sua classifica, ha vinto meritatamente ma la Maceratese ci ha messo del suo con un atteggiamento troppo molle regalando la prima mezzora agli ospiti. La squadra biancorossa, per colmare il gap tecnico, avrebbe dovuto entrare in campo con il coltello tra i denti (sportivamente parlando), vedasi il Modena di Capuano a San Benedetto. Inoltre ci si è messa di traverso la dea bendata sotto forma di infortuni (Colombi e Malaccari), della traversa colpita da Quadri a portiere battuto e dell'arbitraggio che ha consentito agli altoatesini di perdere tempo in modo eccessivo spezzando il ritmo dei biancorossi (il secondo tempo si sarà giocato 25 minuti), recuperando solo 2 minuti a fronte di 6 sostituzioni e non facendo tirare l'ultimo corner alla Rata. Infine bisogna considerare che il portiere avversario è stato tra i migliori in campo con 3 parate decisive (non a caso è stato festeggiato dai suoi compagni come salvatore della patria). Per quanto riguarda l'acquisto di un attaccante svincolato prima della sessione di mercato di gennaio, ritengo sia un'operazione difficile e rischiosa per le probabili precarie condizioni atletiche di un tale soggetto. Circa la scarsa presenza (o è meglio dire assenza?) di pubblico bisogna constatare che la svolta, con l'avvento della nuova Società, purtroppo non c'è stata, almeno finora, ed i numeri fin qui realizzati non sono da Lega Pro.
  • Maceratese penalizzata di tre punti

    69 - Nov 24, 2016 - 20:42 Vai al commento »
    Con la penalizzazione anche gli eterni secondi del Fano alzano la voce arrivando a contestare il campionato vinto dalla Maceratese in serie D (senza subire sconfitte) e vaneggiando di aiuti e favori. Ah, ah, ah, ah, ah, ah!! Per quanto riguarda l'attuale campionato non c'è solo il rigore di Gubbio (dubbio) ma anche la rete regolare annullata alla Rata a Reggio Emilia ed il fuorigioco non fischiato al Feralpi Salò sul primo goal, senza contare altri episodi sfavorevoli alla Maceratese mentre si dà il caso che i goals annullati al Bassano erano in fuorigioco. Tifoso fanese sii più obbiettivo e preoccupati della tua squadra che evidentemente ha i suoi problemi.
    70 - Nov 24, 2016 - 19:20 Vai al commento »
    Ingiustizia è fatta!!! Maceratese punita con 3 punti di penalizzazione per un cavillo burocratico - contabile sull'interpretazione di una voce di bilancio (investimenti su impianti sportivi di proprietà del Comune) che ha alzato il parametro patrimoniale, appianato dalla Presidente Tardella con il versamento di ben 245.000 Euro sul c/c della Società. Ciò ha causato di conseguenza un ritardo nel versamento dei contributi ecc. - Addirittura sembra che siano le stesse norme federali a prevedere che tali investimenti non debbano essere iscritti in bilancio. Quindi non è stato commesso alcun atto illecito come quello commesso dal Pisa (presentazione di fidejussione falsa configurabile come truffa) a cui è stata comminata solo una multa la cui entità (se non erro 50.000 euro) la dice lunga sulla gravità del fatto. Ciò ha permesso a tale Società di proseguire nei play-off raggiungendo la promozione in serie B. D'altra parte la giustizia sportiva (addirittura persecutoria nei confronti della Maceratese in questa occasione) è lo specchio della giustizia ordinaria del paese, oramai allo sfascio. Non resta che augurarsi che gli Avvocati riescano almeno a ridurre i punti sottratti con tale provvedimento antisportivo e che la squadra reagisca sul campo come ha fatto nelle ultime partite. Sempre forza Rata.
  • Cambio di proprietà e penalizzazione:
    ore calde in casa Maceratese

    71 - Nov 22, 2016 - 20:46 Vai al commento »
    Fuorigioco c'è quando arbitro fischia direbbe il buon Boskov. Ah Ah Ah Ah Ah Ah
  • Maceratese, la gioia di Giunti:
    “Vittoria che aumenta l’autostima”

    72 - Nov 21, 2016 - 19:20 Vai al commento »
    La Maceratese a Bassano ha vinto meritatamente con una accorta partita difensiva anche se, in qualche episodio, ha avuto l'aiuto della Dea bendata ma ciò fa parte del calcio mentre i due goals annullati ai padroni di casa erano in fuorigioco. A proposito di fortuna la stessa ha voltato le spalle alla Rata in diverse occasioni quali ad esempio le partite con la Samb, Ancona, Reggiana (rete regolare annullata a Palmieri), Albinoleffe, Feralpi Salò (primo gol in fuorigioco) che annullano ampiamente i 2 punti guadagnati a Gubbio. Quindi alla Maceratese semmai mancano alcuni punti. Nel frattempo la Civitanovese sembra aver fatto l'abbonamento con la sconfitta con il classico punteggio all'inglese. Auguro ai veri tifosi rossoblu, quelli, per intenderci, che ci tengono veramente e si interessano alla propria squadra, che la situazione societaria si risolva positivamente. Saluti.
  • Maceratese, colpaccio a Bassano

    73 - Nov 19, 2016 - 21:17 Vai al commento »
    Bassano 0 Maceratese 2 - due pappine e via alla squadra più forte del campionato! Dedicato alle Cassandre. Ah Ah Ah Ah Ah Ah
  • Maceratese, trasferta amara a Salò

    74 - Nov 6, 2016 - 17:39 Vai al commento »
    La Maceratese prende 2 pere a Salò mentre la Civitanovese, il cui Presidente è stato invitato dai propri tifosi a consegnare le chiavi in Comune, rimedia 2 mozzarelle a Campobasso. Nel frattempo i Ramarri, dopo una serie di batoste, alcune con 3 pappine sul groppone, prendono un brodino in quel di Lumezzane. Per quanto riguarda la partita di Salò, contro una squadra tra le più forti del girone, si è confermato il problema del goal per la Rata. Ad ogni modo la squadra biancorossa, a mio parere, ha giocato bene, seppure a tratti, creando 3 o 4 palle goal (vedasi commento di Asta,allenatore del Feralpi). Alcuni episodi sono stati ancora una volta sfavorevoli: primo goal dei padroni di casa in fuorigioco, tiro di Petrilli respinto da un difensore sulla linea a portiere battuto mentre a Reggio Emilia era stato annullata a Palmieri una rete regolare. Quanto alle parate di Forte il portiere fa parte della squadra. Ciò non toglie che per essere competitivi per la salvezza occorrono almeno altri 3-4 giocatori di categoria.
  • Ecco l’iter per la vendita della Maceratese

    75 - Ott 24, 2016 - 23:36 Vai al commento »
    Sono completamente d'accordo con l'analisi di Valentini sulla partita e sull'allenatore che, al di là di qualche errore, a mio avviso non sta lavorando male. In particolare, di fronte ad uno squadrone quale è la Reggiana, la Maceratese ha risentito molto dell'assenza di Quadri nell'impostazione della manovra e, sopratutto, ha palesato ancora una volta la mancanza di uno stoccatore di razza che avrebbe potuto realizzare una delle 3 o 4 occasioni capitate anche se, in verità, un goal regolare lo aveva segnato Palmieri, ingiustamente annullato per fuorigioco in quanto tenuto nettamente in gioco dal giocatore n. 4 avversario. Non si capisce quindi quante responsabilità possono essere addebitate a Giunti quando gli attaccanti non inquadrano quasi mai la porta.Non si possono fare le nozze con i fichi secchi. Ritengo inoltre improponibile il paragone con Bucchi il quale disponeva di una rosa nettamente superiore a quella attuale in quanto a qualità tecnica ed esperienza. Infatti non ci sono più i vari Imparato, Faisca, Fissore, Sabato, Carotti, Foglia, Bonaiuto e lo stesso Kouko tanto per citarne alcuni, mentre i giocatori all'altezza della categoria della squadra attuale possono essere considerati,oltre a Forte, solo i vari Perna, Quadri, Malaccari, Petrilli e Turchetta con qualche buon giovane. In conclusione se al ristorante si ordinano i "panini" non si può pretendere che ti portino le "torte". Per questo concordo sulla necessità di almeno 3 giocatori di categoria (difensore, centrocampista incontrista da affiancare a Quadri ed attaccante) Saluti e sempre forza Rata.
  • Tardella: “La vittoria unica cosa positiva”,
    Giunti: “Non belli ma concreti”

    76 - Ott 10, 2016 - 17:21 Vai al commento »
    La Maceratese, vincendo con l'aiuto della Dea bendata con il Mantova, si è ripresa i 2 punti persi con l'Ancona. Ad ogni modo nel primo tempo non è stato ravvisato un netto rigore su Colombi, trattenuto davanti alla porta da un difensore su corner con il pallone finito fortunosamente tra le braccia del portiere. Per quanto riguarda i mancati o ritardati cambi ritengo che gli stessi dovevano essere effettuati prima considerato che la difesa, con la squadra schiacciata nella propria metà campo, soffre sui palloni alti da calcio piazzato per carenza di centimetri con un portiere che nelle uscite non si dimostra altrettanto bravo come tra i pali (in panchina ci sono Marchetti e Bondioli, ben piazzati fisicamente e buoni colpitori di testa, mentre Ventola, pur bravissimo, ha le caratteristiche di un esterno alto più che di un terzino)- Ciò nonostante i numeri dicono che la squadra ha subito solo 7 reti facendo meglio di ben 11 compagini, di cui 2 su rigore e 4 in una sola partita dal Pordenone che vanta l'attacco più forte del torneo. Infine, tra i risultati di quest'ultima giornata, spicca la sconfitta del citato squadrone Pordenone che è stato liquidato all'inglese con 2 pappine da quel Bassano, secondo qualcuno, meno quotato.
  • Maceratese in vendita,
    i due volti della cordata toscana

    77 - Set 26, 2016 - 18:39 Vai al commento »
    Dopo tante chiacchiere la verità è che la Rata ha tenuto testa al Pordenone fino al goal del 2 a 3 (a circa 20 minuti dalla fine) e che, a centravanti invertiti, probabilmente avrebbe vinto la Maceratese. Al di là di questo, a mio parere, una squadra come il Pordenone andrebbe affrontata, almeno inizialmente, con un atteggiamento più prudente e non a viso aperto (ad esempio con un difensore forte di testa come Marchetti spostando Ventola più avanti come esterno alto ed escludendo Turchetta che non sembra ancora pienamente recuperato). Infatti i goals degli ospiti, a conferma della loro superiorità sul gioco aereo, sono venuti da traversoni su palloni inattivi e su 3 reti su 4 ci ha messo lo zampino Arma (2 realizzate ed un assist per Berrettoni) che, non va dimenticato, è anche il capocannoniere del torneo.Il quarto goal, bellissimo, è stato il classico tiro della Domenica. Infine, riguardo alla classifica, ritengo che ai biancorossi mancano almeno 2 punti (quelli con l'Ancona) senza considerare il punto che avrebbe meritato con al Samb.
  • La Maceratese fa acqua,
    il Pordenone fa poker

    78 - Set 26, 2016 - 19:17 Vai al commento »
    Non condivido i voti attribuiti dal giornalista ad alcuni giocatori: Forte 7 (meritava 8) - Ventola 6 (meritava 6,5)- Broli 5,5 (meritava 4,5:è responsabile di 2 goals subiti)-Malaccari 5,5 (meritava 6) - Quadri 5,5 (meritava 6,5) - Palmieri 5,5 (meritava 6) - Petrilli 6 (meritava 5,5). A proposito di Quadri, che viene accusato di lentezza come a suo tempo un certo Sabatini, se fosse stato più veloce non avrebbe giocato in questa categoria. Si tratta di un giocatore molto tecnico - regista - che ha distribuito palloni su palloni senza sbagliare quasi mai e fornendo 2 assists- Se poi davanti non si segna non la si può prendere con lui che, piuttosto, avrebbe bisogno di un incontrista al suo fianco tipo l'indimenticato Carotti.
  • Maceratese, lo sfogo della Curva Just:
    “Tardella, grazie di tutto
    ma adesso vendi”

    79 - Set 23, 2016 - 19:35 Vai al commento »
    Sono d'accordo su tutto meno sulla questione fidejussione e sull'iscrizione. Infatti la polizza contratta con la Soc. Gable, insieme ad altre 19 Società di Lega Pro + Sampdoria e Bari, è passata regolarmente al vaglio dell'apposito organo di controllo IVASS ed è stata ritenuta valida dalla Covisoc. Sull'iscrizione c'è stata una interpretazione diversa da parte della Covisoc medesima riguardo a quel famoso parametro patrimoniale per cui gli investimenti effettuati sugli impianti sportivi (Collevario) vanno considerati nel conteggio mentre i Commercialisti della Maceratese ritengono che tali importi vadano esclusi e non è detto che la Covisoc abbia ragione. Per il resto concordo sul fatto che, quando non si è in grado di mandare avanti una Società professionistica per carenze finanziarie ed organizzative, si dovrebbe passare la mano.
  • Maceratese-Pordenone,
    rischio porte chiuse

    80 - Set 22, 2016 - 21:25 Vai al commento »
    Io credo che, dopo quest'ultima gravissima perla, la misura è colma sulla pelle della tifoseria. Speriamo che si risolva.
  • La presidente “incontentabile”:
    un’efficace provocazione

    81 - Set 23, 2016 - 18:58 Vai al commento »
    Mi permetto di ricordare che la fideiussione contratta dalla Maceratese con la Soc. Gable, insieme ad altre 19 Società di Lega Pro, tra cui il Pordenone, più la Sampdoria ed il Bari, è passata prima al vaglio dell'apposito Organo di controllo IVASS e successivamente è stata ritenuta valida dalla Covisoc- Quindi non si capisce che responsabilità possano avere le Società calcistiche nella vicenda in esame. Al massimo può essere chiesto loro di sostituire le polizze di cui trattasi.
  • Palmieri riprende il Padova al 93′,
    punto d’oro per la Maceratese

    82 - Set 19, 2016 - 9:59 Vai al commento »
    Toh la Civitanovese ne becca 4 in casa!!!! Ah Ah Ah Ah
  • Stadio, il Comune avvisa la Maceratese:
    pagamento entro il 20 agosto
    o la convenzione verrà revocata

    83 - Ago 14, 2016 - 13:06 Vai al commento »
    Quando sembrava che l'incaricato dei proprietari del saloon Helvia Recina avesse trovato un accordo con la pericolosa banda di fuorilegge che contestava i prezzi (esosi) e la qualità del servizio, pare sia intervenuto l'nflessibile Sceriffo (novello Burt Lancaster), eletto dai cittadini ma da questi non più controllabile, a ripristinare la sua dura Legge, aumentando le tariffe per tutti gli avventori, intimando ai cattivi di lasciare il paese entro il tramonto e minacciando, a dispetto degli avventori stessi, la chiusura definitiva dal saloon, che pure era costato una montagna di dollari per adeguarlo alle severe norme federali. Resta da chiedersi se il Paese è all'altezza del West.
    84 - Ago 12, 2016 - 17:18 Vai al commento »
    Che le convenzioni vadano rispettate da tutte le Parti che le hanno sottoscritte non ci sono dubbi così come non ci sono dubbi che l'Amm.ne Comunale deve fare l'interesse generale e non prima l'interesse dei non tifosi e solo dopo quello degli sportivi. Comunque si dà il caso che la destinazione dello stadio dovrebbe essere per le manifestazioni sportive e non per altro.
    85 - Ago 12, 2016 - 15:43 Vai al commento »
    Chissà se qualcuno avrà pagato per l'occupazione del campo per la partenza del Pellegrinaggio???
  • Maceratese, il prezzo è servito:
    al via la campagna abbonamenti

    86 - Ago 11, 2016 - 19:46 Vai al commento »
    Secondo me la Società, aumentando i prezzi in questo modo (mi riferisco in particolare agli abbonamenti ed ai biglietti di curva), anche considerando il tipo di campionato che ci attende, rischia di perdere l'occasione, forse irripetibile,di riportare in massa il pubblico allo stadio. Sembrerebbe che le due partite in più rispetto all'anno scorso siano state calcolate al prezzo intero dei singoli biglietti ed il pacchetto in omaggio (scheda sportube e sciarpa) non è valutabile più di 25/30 euro, con il risultato di determinare prezzi più alti rispetto alla media del girone. Pertanto sarebbe auspicabile che la Dirigenza valutasse la possibilità di rivedere al ribasso i prezzi stessi di un 10/15% riequilibrandoli tra i vari settori. I minori incassi unitari sarebbero, a mio parere, ampiamente compensati dalle maggiori presenze che porterebbero a maggiori introiti complessivi.
  • Maceratese-Kouko,
    cessione a un passo

    87 - Ago 9, 2016 - 16:38 Vai al commento »
    La partenza di Kouko, a parte l'aspetto economico ed affettivo, è una grave perdita per la Maceratese dal punto di vista tecnico e dell'economia del gioco di squadra. Si tratta infatti di un giocatore a tutto campo,capace di ricoprire tutti i ruoli dell'attacco e di dare una mano al centrocampo, oltre che di fornire assist ai compagni. Purtroppo, forse proprio per la sua generosità, ultimamente non vedeva molto la porta altrimenti il suo valore sarebbe lievitato parecchio. D'altra parte non può essere trattenuto. Non sarà facile rimpiazzarlo.
    88 - Ago 9, 2016 - 12:10 Vai al commento »
    Finalmente un commento corretto anche se non pienamente condivisibile da parte di A.C.
  • La Maceratese sfiora l’impresa,
    col Carpi ko a testa alta

    89 - Ago 9, 2016 - 11:49 Vai al commento »
    Alla c.a.del Sig. A.C.: La ringrazio per il consiglio ma credo che il primo ad aver bisogno di serenità sia proprio Lei. Ovviamente nessuno le può impedire di scrivere i suoi commenti su C.M. ma dovrebbe: 1) moderare le parole, 2) smetterla una buona volta di fare il "contro tifoso" della Rata a tutti i costi ed in modo maniacale provocando spesso la tifoseria biancorossa; 3) tifare finalmente per la Sua squadra che ne ha bisogno. Inoltre non guasterebbe da parte Sua un pò di umiltà, parola a Lei evidentemente sconosciuta. Non mi dilungo oltre per carità di patria. A buon intenditor........... Saluti.
    90 - Ago 8, 2016 - 22:24 Vai al commento »
    A proposito di "Tapino" chi può essere più infelice di questo Personaggio che, non contento di non averne azzeccata una negli ultimi due anni, continua, imperterrito, a discutere della Maceratese con il coraggio dell'incoscienza se non della pazzia a causa dell'immenso dolore provato per i successi della Rata. Perciò il termine citato forse si addice più a Lui.
    91 - Ago 8, 2016 - 21:26 Vai al commento »
    Alla cortese attenzione dell'Innominabile logorroico: 1) Prima della partita Campodarsego - Maceratese è stato proprio questo Signore a dire che sarebbe stata una partita difficile per la Rata avendo acquisito i Veneti alcuni giocatori importanti come Lauria e Meloni; 2) Il Bassano, se non vado errato, ha disputato i play -off nelle ultime due stagioni e quindi,anche alle luce dell'eliminazione dell'Avellino dalla Tim Cup, è lecito presumere che si tratti di una squadra molto forte; 3) Il termine squadrone appioppato alla Samb non è riferito alle strampalate classifiche dell'Innominabile ma alle aspettative, forse eccessive, della tifoseria di questa squadra; 4) L'Ancona sembra vivere un momento societario difficile ed è in costruzione come del resto la Maceratese e quindi è normale l'eliminazione dalla Tim Cup delle due squadre; 5)Le presenze in Lega Pro degli esterni della Rata di cui trattasi risultano dalle statistiche; 6) Il sottoscritto è consapevole che la squadra biancorossa dovrà lottare per la salvezza e mi pare di non aver mai detto il contrario. 7) Il sottoscritto non ha mai chiesto onori o di essere associato a personaggi importanti. Quindi, se c'è un "Inventore" non vorrei che fosse proprio l'Innominabile. Forse si è confuso con i troppi volumi a disposizione. Saluti.
    92 - Ago 8, 2016 - 12:18 Vai al commento »
    Sauro Micucci un simpatico buontempone. Tornando alla Tim Cup, se non sbaglio, tutte le squadre di Lega Pro sono state eliminate, eccetto il Bassano (uno squadrone) e la Cremonese, compresa l'Ancona che non mi sembra messa molto bene pur con un buon allenatore. Quindi si tranquillizzi l'Innominabile, la Maceratese è in ottima compagnia. All'amico Adriano dico che forse diversi giocatori degli Invincibili potevano essere buoni per la Lega Pro. Saluti.
    93 - Ago 7, 2016 - 22:28 Vai al commento »
    Intanto lo squadrone SAMB ha perso a Gubbio in Coppa Italia Lega Pro. Ah ah ah
    94 - Ago 7, 2016 - 22:12 Vai al commento »
    L'Innominabile ha colpito ancora celebrando in pompa magna la prevedibile eliminazione della Rata dalla Tim Cup. In merito alcune considerazioni: Il Campodarsego non è una squadra di pellegrini essendo arrivata seconda dietro il Venezia in serie D ed avendo acquistato 3 giocatori di categoria superiore; il Carpi è una squadra di categoria superiore (serie B) e sembra una delle favorite alla promozione in serie A - Ciò nonostante non mi pare che la Maceratese abbia sfigurato non essendo stata travolta tanto più che i primi due gol del Carpi sono stati regalati da un clamoroso errore di Forte e dalla sorte (autogol di Marchetti su rinvio di Gattari)- Ciò detto è evidente che la squadra necessita di almeno 3 o 4 elementi di spessore per essere competitiva per la salvezza in un girone che si annuncia come una specie di serie B 2 - Ma nulla è perduto, c'è tutto un campionato da giocare.!! Per quanto riguarda Colombi e Kouko, se dovessero andar via, mi auguro che siano adeguatamente rimpiazzati. Saluti.
  • Carancini avverte la Maceratese:
    “Convenzione per lo stadio a rischio”

    95 - Lug 31, 2016 - 11:41 Vai al commento »
    A leggere l'articolo sembrerebbe che la responsabilità della enorme spesa che il Comune ha dovuto affrontare sia della Maceratese e non di coloro che hanno interpetrato in maniera cervellotica le regole già pesanti della Lega Pro portando a misure assolutamente sproporzionate rispetto alla bisogna e che non si riscontrano in nessun altro Stadio della categoria. Intanto continua la querelle tra il Comune e la Società sportiva a colpi di cavilli, invece di riunirsi attorno ad un tavolo e risolvere una buona volta la questione, arrivando il Sig. Sindaco a minacciare addirittura la rescissione della Convenzione e quindi la cacciata della Maceratese (patrimonio della città) dal suo stadio. La mossa successiva potrebbe essere il cambiamento di destinazione dell'Helvia Recina. Tutto questo naturalmente sulla pelle dei tifosi (le vere vittime di questa storia incresciosa e sconcertante) e dei cittadini in generale, i quali si ricorderanno, a tempo debito e nelle sedi opportune, del trattamento ricevuto. A questo punto sorge spontanea una domanda: Che non sia stata tutta colpa della Lube?
  • Maceratese senza stadio per la Coppa,
    Tardella: “Mi sento abbandonata”

    96 - Lug 27, 2016 - 13:07 Vai al commento »
    A proposito della disputa Maceratese - Comune circa lo stadio, a mio modesto avviso, da quanto è dato sapere ambedue le parti sarebbero inadempienti: l'una (la Società) perché non avrebbe pagato la prima rata del canone, l'altra (il Comune) perché non avrebbe fatto in modo che la Società usufruisse del campo nella misura prevista dalla Convenzione. Per quanto concerne l'indisponibilità dello Stadio per la partita di Coppa Italia Tim del 31-07-16, causa lavori di rifacimento del terreno di gioco, osservo che l'ultima partita è stata disputata ai primi di Maggio ed il Pellegrinaggio si è svolto l'11 giugno cioè a distanza rispettivamente di quasi 3 mesi e di 50 giorni. Sorge il dubbio che l'Amm.ne Comunale non abbia agito tempestivamente come avrebbe dovuto. Inoltre faccio notale che l'utilizzo normale dello Stadio è per le manifestazioni sportive e non per altre manifestazioni, per quanto importanti, da ritenersi eccezionali. La morale della favola è che la Società si dovrà sobbarcare ulteriori spese conseguenti all'inevitabile 'inversione del campo. Ciò detto, mi auguro che la vertenza venga ricomposta e che tutti marcino nella stessa direzione nell'interesse generale della cittadinanza e della tifoseria, come auspica sul Corriere Adriatico il buon Pino Ciappelloni, indimenticato terzino della grande Maceratese anni 60/70 - Saluti.
    97 - Lug 26, 2016 - 20:56 Vai al commento »
    Questo Signore, che d'ora in poi chiamerò l"Innominabile", continua, imperterrito, a vedere la pagliuzza sulla testa della Rata mentre fa finta di non vedere l'enorme trave che pende sulla testa della sua squadra il cui Presidente è accusato di reati gravissimi. A questo punto dubito che sia un vero tifoso rossoblu. A proposito del suo logorroico e tragico (per la Rata) commento, osservo che forse gli è sfuggito che Broli e Franchini hanno disputato in Lega Pro rispettivamente 40 e 46 partite. Ciò non toglie che, comunque, il Campodarsego si presenti come una buonissima squadra, arrivata seconda in serie D dietro al Venezia, per cui non sembra facile superare il turno per una squadra in costruzione come la nostra. Saluti.
  • Maceratese, preso Marchetti
    Via alla prenotazione degli abbonamenti

    98 - Lug 19, 2016 - 17:41 Vai al commento »
    Qualcuno, invece di interessarsi della propria squadra, continua ad occuparsi della Maceratese ribattezzandola "Lupa Rata " con ciò intendendo che è sicuramente destinata alla retrocessione. Mi permetto di far notare all'arguto osservatore che le rose delle squadre sono ancora in via di definizione, i gironi non sono stati decisi ed il campionato non è ancora iniziato. Pertanto qualsiasi giudizio dato in questo momento non può essere attendibile tanto più se basato sul fatto che alcuni giocatori facevano parte di squadre retrocesse o che hanno disputato i play-out . Infatti questo Signore dovrebbe sapere che il rendimento di una squadra dipende da molti fattori per cui un calciatore potrebbe non far bene in una squadra e far meglio in un'altra con altri compagni e staff tecnico. Inoltre l'osservazione che trattasi di una squadra di serie D è completamente campata in aria considerando che diversi giocatori hanno disputato molti campionati di serie C, altri provengono da settori giovanili importanti e tra la due categorie vi è una serie e mezza di differenza. Detto questo è facile prevedere che, allo stato attuale, sarà pressoché impossibile per la Rata ripetere il campionato dell'anno scorso, campionato che sarà, comunque tutto da giocare, anche perché all'orizzonte non si intravedono molti squadroni schiacciasassi dato che la crisi è generale. In definitiva il nostro Amico, non pago delle figuracce rimediate negli ultimi due anni, si è lasciato andare ancora una volta a giudizi quantomeno affrettati, accecato dal sentimento e non dalla ragione. Saluti.
  • Bordin-Maceratese, messaggi d’amore:
    “Per me sarebbe una grande occasione”

    99 - Giu 6, 2016 - 22:05 Vai al commento »
    A me risulta che, per iscriversi alla Lega Pro per la stagione 2015/2016, occorreva versare la somma di Euro 100.000 quale tassa di iscrizione nonché presentare una fidejussione di Euro 400.000 e non versare un simile importo. Pertanto le notizie provenienti dal mare non sono attendibili. Per quanto riguarda il risarcimento di Euro 50.000, che servirebbe per fare mercato, bisognerebbe chiedere spiegazioni al giornalista autore dell'articolo di cui trattasi. Infine sarei curioso di conoscere sulla base di quali elementi viene pronosticata la retrocessione della Rata (ribattezzata "Lupa Rata" e quindi "Cenerentola" del girone) dal momento che non è stato ancora nominato il nuovo allenatore né (ovviamente) costituita la nuova rosa di giocatori, né è stata decisa la composizione dei gironi. Qualcuno dovrebbe essere più prudente in certe previsioni in considerazione che, in passato, si è verificato l'esatto contrario di quanto pronosticato dal medesimo. Saluti.
  • Maceratese, braccio di ferro
    tra Tardella e Bucchi

    100 - Mag 30, 2016 - 19:14 Vai al commento »
    Se la presidentessa Tardella pretende un risarcimento è perchè, evidentemente, nel contratto non è prevista alcuna clausola scritta che liberi l'allenatore in caso di chiamata da squadre di categoria superiore. In caso di accordo verbale: "Verba volant "...............
  • Maceratese, c’è un acquirente:
    cordata locale pronta all’acquisto

    101 - Mag 18, 2016 - 20:06 Vai al commento »
    Sig. Caporaletti ha superato ogni limite. Il primo a saperlo che non è credibile, da persona intelligente, è proprio Lei. Ad ogni modo continui pure a fare la Cassandra con le sue previsioni catastrofiche, puntualmente smentite dai fatti da 2 anni in qua, pare che portino bene alla Rata. Saluti.
  • Maceratese, grazie lo stesso!
    A Pisa sfuma il sogno B

    102 - Mag 16, 2016 - 21:36 Vai al commento »
    Se a Macerata certi avvenimenti capitano ogni 50 anni a Civitanova M. non sono mai capitati. Ma ciò alle persone "forti di mente" non importa. Per quanto riguarda la partita la stessa è stata meritatamente vinta dal Pisa (che, ad ogni modo, era partito per vincere il campionato con un budget molto più alto della Rata). Tuttavia Il match è stato deciso da episodi sfavorevoli alla Maceratese che, non va dimenticato, nel primo tempo ha dominato a tratti sbagliando 2 palle goal con Fissore e Bonaiuto e sfiorando la rete con il palo di Fioretti ed un possibile rigore su Kouko, al quale non sono stati fischiati falli evidenti subiti. Inoltre l'arbitro ha consentito al Pisa almeno 10 minuti di perdite di tempo recuperandone solo 5- In conclusione la Rata ha disputato un grande campionato al di sopra di ogni aspettativa. Per il futuro resto fiducioso. Sempre forza Maceratese!!!!!!
  • Maceratese, addio secondo posto

    103 - Mag 3, 2016 - 14:31 Vai al commento »
    Dopo ben 13 risultati utili consecutivi, con in mezzo la perla di Ferrara, la Maceratese, terza in classifica, ha perso una partita difficile contro una squadra forte costruita per altri obbiettivi. Allora puntualmente si è rifatto vivo il Sig. Caporaletti, silente per oltre 2 mesi, e qualcun'altro che forse ha dimenticato troppo presto da dove viene la Rata nei precedenti 15 anni- Ritengo, pertanto, che il traguardo raggiunto (play-off) sia andato oltre ogni ottimistica previsione e che, se vi è stato un calo nelle ultime partite, ciò è fisiologico. In particolare il problema sembra l'attacco, dove Fioretti è quasi nullo, Kouko è alla frutta dopo 33 partite giocate senza un turno di riposo (altrimenti non avrebbero sbagliato certe occasioni) e Colombi forse risente del salto di categoria mentre Talamo non viene mai impiegato. Se questi giocatori ritroveranno la condizione la Maceratese, con la determinazione di Ferrare, se la potrà giocare con chiunque anche con il Pisa, probabile avversario fuori casa. A proposito dei voti assegnati nella partita di Arezzo, mi permetto di osservare che il 5,5 affibbiato a Sabato non trova riscontro nella prova del terzino che è stato uno dei migliori in campo ed avrebbe meritato un bel 7 - Sempre forza Rata!!!!
  • Maceratese, i play off dipendono solo da te

    104 - Apr 5, 2016 - 19:09 Vai al commento »
    Colgo l'occasione per ritornare sull'argomento "presenze allo Stadio". Forse ancora si sottovaluta, tra le altre motivazioni più volte sottolineate, quelle relative al c.d. spezzatino (giocare di sabato o alle ore 14,00 ecc.) e quelle relative alla diretta streaming sportube. direttamente collegate fra loro. Lo spezzatino non consente a molti, come lamentato, di non poter venire alla partita per lavoro o per motivi familiari. La diretta streaming, unitamente alle TV a pagamento per le serie A e serie B, ovviamente allontana la gente dagli stadi essendo anche gratis. A Macerata la situazione è appesantita dalle scelte effettuate per motivi di sicurezza con parcheggi lontani ecc. ecc. (mancano solo i carri armati)- Vi è, inoltre, un altro fattore che a mio avviso può incidere negativamente: quello relativo alla pre-vendita che potrebbe impedire a chi risiede nei paesi limitrofi di acquistare il biglietto comodamente. Non dimentichiamo che nel raggio di 15/20 chilometri c'è una popolazione di oltre 100.000 abitanti e l'Helvia Recina negli anni 60/70 era affollato anche per la partecipazione degli sportivi di questi paesi. Questi fattori, messi insieme, presumibilmente comportano la mancanza di non meno di 500 spettatori a partita che a fine anno potrebbero assommare a 7000/8000 unità con un danno, in termini di incasso, di quasi 100.000 Euro, oltre a quello propriamente sportivo. Ciò nonostante mi sembra che, con quasi 1500 presenze, siamo nella media tenendo conto che, su 14 partite disputate all'H.R., ben 2 sono state giocate di mercoledì con un tempo infame (Savona e Prato) ed almeno 7/8 di sabato anche alle ore 14,00- Se, poi, si volessero fare paragoni con il pubblico di S.Benedetto o Ascoli, ricordo che queste 2 piazze costituiscono un' eccezione alla regola, avendo creato una certa tradizione in serie B e serie A in tempi più o meno recenti mentre la nostra tradizione a livelli di terza serie risale a tempi più lontani. Sempre forza Maceratese!!!!
  • Maceratese opaca, pari a L’Aquila

    105 - Apr 5, 2016 - 20:58 Vai al commento »
    @ Filiberto All'amico Filiberto, vecchio tifoso dai tempi de "Lu fargu" e de "Lu professore" ed arguto osservatore della Rata (anche se un pò severo) dico: Echeggi un solo grido: Forza Maceratese!!!!!! Non lasciamoci sfuggire questo storico traguardo.
    106 - Apr 4, 2016 - 18:36 Vai al commento »
    Secondo il mio modesto avviso la Maceratese ha disputato una buona partita contro una buona squadra (non inganni la classifica), bisognosa di punti, che sul proprio campo non ha concesso molto agli avversari. Inoltre, premesso che il pareggio può considerarsi giusto, delle due squadre quella che forse si è avvicinata di più alla vittoria è stata la Rata, a cui è mancata un pò di cattiveria e di fortuna nelle conclusioni (vedasi l'occasione di Orlando) senza contare il rigore fischiato contro, quanto meno dubbio. Non sono, pertanto, d'accordo con chi giudica negativamente il gioco praticato ed il risultato ottenuto in relazione alla vittoria del Pisa e, sopratutto, dell'Ancona (ottenuta al 90°) che, invece, era prevedibile. Quattro punti di vantaggio sui dorici a 5 partite dalla fine, di cui 3 a casa, non mi sembrano pochi.
  • “Società che non c’è, piazza scarsa”
    Criscitiello attacca di nuovo la Rata
    E al suo fianco c’è la moglie di Bucchi

    107 - Mar 16, 2016 - 14:19 Vai al commento »
    E così il Dr. Criscitiello, uno dei maggiori giornalisti contemporanei, novello Gianni Brera, si è interessato di nuovo della Maceratese. Quale onore per la nostra città e per la nostra squadra!!!! Si, perché è un onore essere insultati da questo ineffabile personaggio, senza conoscere la città e la cosiddetta piazza sportiva. A coloro che lo ispirano nelle sue esternazioni dico che a Macerata, l'Atene delle Marche, sede di Università dal 1.300, non vi è alcun obbligo di venire né, tantomeno, di rimanere, per cui quelli che non vi si trovano bene dovrebbero andarsene e tornarsene dalle proprie parti (città o paesello che sia). Saluti.
  • Maceratese da favola a Ferrara,
    poker alla prima della classe

    108 - Mar 13, 2016 - 23:02 Vai al commento »
    Sono tornato da poco da Ferrara dove ho assistito alla più grande vittoria in trasferta in serie C della Maceratese da 50 anni in qua. Una partita straordinaria, che definirei storica, vinta in modo autoritario in uno stadio storico al cospetto di un grande pubblico. Grazie a tutti i protagonisti di questa impresa, dalla Presidente allo staff tecnico,ai giocatori che sono stati fenomenali. Tutti uniti continuiamo a sognare. Forza Maceratese.
  • Maceratese, Spadoni spiega l’addio:
    “Vedute diverse rispetto alla società”

    109 - Mar 8, 2016 - 16:11 Vai al commento »
    Non si può discutere l'ottimo lavoro di Spadoni al quale auguro le migliore fortune, ma, pur non entrando nel merito della questione, mi domando come mai questa storia è venuta fuori solo adesso, con una strana tempistica, in un momento topico della stagione, in cui ci sarebbe stato bisogno della massima compattezza tra Dirigenza, squadra e tifosi, alla vigilia del match con la Spal e con l'Ancona che sta tenendo duro in classifica. Confido che ciò non influenzi negativamente lo staff tecnico e la squadra.
  • Tardella: Da oggi si programma il futuro
    Bucchi: Tutti insieme per un sogno

    110 - Mar 8, 2016 - 17:02 Vai al commento »
    Tornando sull'argomento, faccio presente che ci sono sempre state 2 categorie di tifosi: i tifosi veri e propri e i c.d. sportivi. I primi sono sempre presenti allo stadio, salvo casi di forza maggiore, a prescindere dalla categoria (Eccellenza - serie D o Lega Pro che sia), dall'avversario (Belvedere Ostrense o Spal che sia), dalla Dirigenza pro - tempore, dalla bravura dell'allenatore, dalla forza della squadra, dal clima ecc. Questi costituiscono lo zoccolo duro del tifo, probabilmente quegli 800 spettatori presenti contro la Robur Siena. I secondi, la maggioranza, sono quelli che si fanno influenzare da mille fattori, magari non risparmiando critiche alla prima sconfitta. Saluti.
    111 - Mar 6, 2016 - 19:33 Vai al commento »
    Premesso che ho l'abbonamento della Maceratese da oltre 30 anni, mi permetto umilmente di intervenire in questo dibattito rappresentando quanto segue: - Macerata è una cittadina di soli 43.000 abitanti, superiore solo a Pontedera e S. Arcangelo (Tuttocuoio e Lupa Roma sono ospitate in altre città) mentre molte realtà ne contano il doppio o il triplo. Ciò nonostante la Rata è al 7° posto come numero di spettatori pari ad oltre 1500; - Le misure di sicurezza, per le quali il Comune è stato costretto a spendere cifre enormi, si sono rivelate sproporzionate rispetto alla bisogna ed al buon senso creando una sorta di campo di concentramento, eliminando il parcheggio e quindi provocando eccessivi disagi. Inoltre certi atteggiamenti da parte dei controllori quali la richiesta di documenti ai bambini di 2 anni accompagnati dai genitori danno talmente fastidio che che gli interessati non vengono più allo stadio; - Il cosiddetto "spezzatino" del calendario per cui si gioca spesso di sabato allontanando coloro che lavorano ; - Le partite di lega Pro vengono trasmesse gratis in diretta su Sportube con la conseguenza che molti preferiscono vederle tranquillamente a casa senza spendere un euro ed evitando eventuali intemperie (è vietato introdurre ombrelli allo stadio); - I prezzi dei biglietti e degli abbonamenti praticati non sono affatto bassi, salvo per alcune categorie quali over 65, donne ed under 18, per cui, tenuto conto che la curva è chiusa dall'inizio del campionato (quasi da 7 mesi), non è difficile spendere in 2 dai 30 ai 40 euro. Tutti questi fattori, messi insieme, non vanno sottovalutati se si vuol fare un'analisi seria del fenomeno di cui trattasi in quanto provocano, presumibilmente, l'effetto di allontanare dallo stadio una media non inferiore a 500 spettatori a partita, come dal resto avviene un pò in tutta Italia specialmente in Lega Pro. Infine non va dimenticato che in passato le massicce presenze allo Stadio erano dovute anche alla partecipazione degli sportivi dei paesi limitrofi, cosa che può essere ottenuta solo nel tempo creando una tradizione duratura in queste categorie. Pertanto ritengo che le polemiche sull'argomento siano inutili se non controproducenti mentre tifosi e Dirigenza dovrebbero fare quadrato in questa fase decisiva per il raggiungimento dei play-off - Saluti.
  • Maceratese, buon punto a Teramo

    112 - Feb 29, 2016 - 17:58 Vai al commento »
    Sig. Caporaletti non vi è dubbio che il Teramo avrebbe meritato la vittoria nella partita di ieri come la Maceratese nella partita di andata. Non si dimentichi che il primo tempo dell'andata poteva finire 4 a 0 anzichè 3 a 0 e quindi la Rata nel complesso non aveva rubato nulla. Quanto ai presunti punti in più ricevuti dalla buona sorte gli stessi non esistono perchè anche la Maceratese in alcune partite avrebbe meritato di raccogliere di più sulla base del gioco e delle occasioni avute (ad esempio vedasi Lucchese, Rimini, Arezzo, L'Aquila e Lupa Roma). Saluti.
    113 - Feb 29, 2016 - 16:28 Vai al commento »
    E' andata bene come è andata. Una delle più brutte partite della Maceratese che io ricordi da oltre 50 anni in qua dal Campo dei Pini all' Helvia Recina, al di là della forza del Teramo. Una squadra schiacciata nella propria tre quarti per 70 minuti su 90 che ha effettuato un solo tiro in porta (Colombi) ed uno fuori (Foglia), con un Togni scomparso dopo 20 minuti e con le punte lasciate ben presto al loro destino. Il regista del Teramo, Amodio, da cui partivano tutte le azioni, ed autore del gol del pareggio, non è stato contrastato a dovere (a proposito che fine ha fatto il tanto atteso Giuffrida?). Bisogna ringraziare San Forte e San Faisca. in ogni caso non si può andare in paradiso a dispetto dei Santi (tradotto: non si va ai play-off senza giocare) Questa non è la vera Maceratese. Confido in un pronto riscatto e sempre forza Rata!!!
  • Tanto pubblico, poco derby
    Maceratese e Ancona
    non si fanno male

    114 - Feb 22, 2016 - 16:35 Vai al commento »
    Tralascio i commenti deliranti del buontempone Micucci mentre ricordo al Sig. Caporaletti, riguardo al numero dei tifosi dorici (solo 722 da una città di 100.000 abitanti - una chimera per la Rata,.... sic) , che l'anno scorso gli Invincibili portarono a S. Benedetto ben 1.000 tifosi biancorossi. Saluti.
  • Maceratese-Ancona, 49 anni dopo:
    da Giammarinaro a Bucchi
    per scrivere la storia

    115 - Feb 17, 2016 - 20:18 Vai al commento »
    Sottoscrivo il commento dell'amico Sergio Ricci aggiungendo che non è colpa del Sig. Caporaletti ma di chi, come noi, perde tempo ad interloquire con il medesimo che ha dimostrato ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, di non essere credibile come il suo compare scudiero Sig. Micucci che si diverte, beato lui, a fare il buontempone. Per quanto riguarda i piagnistei dell'Ancona circa la presunta sfortuna e gli arbitri sfavorevoli non vorrei che si voglia mettere le mani avanti per non sbattere il muso o condizionare in qualche modo l'arbitraggio del derby. Tra l'altro potrei citare l'arbitraggio della partita Maceratese - Lucchese in cui furono negati ben due rigori alla Rata o lo stesso derby di Ancona con il goal della squadra di casa in netto fuorigioco. Quindi il Sig. Caporaletti si metta l'animo in pace e si rassegni finalmente al grande campionato della Rata che occupa la terza posizione con pieno merito. Saluti.
  • I morsi del cobra Colombi
    e l’incontenibile Kouko:
    la Maceratese ritrova il sorriso

    116 - Feb 3, 2016 - 22:58 Vai al commento »
    Insomma, secondo il ns. interlocutore civitanovese, la Maceratese quando vince è favorita dall'arbitro o dalle assenze nelle file degli avversari o, comunque, dalla fortuna praticando un catenaccio d'altri tempi mentre, quando perde, è perchè la squadra è scarsa e gli avversari sono superiori dando spettacolo, al di là delle eventuali assenze della Rata (a S.Arcangelo mancavano ben 6 titolari). Perciò è evidente che questo Signore, pur con i suoi 4.000 volumi, non può essere credibile così come il fido Micucci con i suoi deliri (sembrano i due famosi personaggi di Miguel De Cervantes e non sono nemmeno veri tifosi rossoblu altrimenti si occuperebbero sopratutto della loro squadra). Saluti.
  • Colombi spicca il volo:
    la Maceratese blinda il terzo posto

    117 - Gen 30, 2016 - 20:57 Vai al commento »
    Vittoria dedicata ai Gufi!!!!! Ah Ah ah
  • Maceratese a Savona senza Fioretti
    Esordio dal primo minuto per Togni

    118 - Gen 25, 2016 - 12:06 Vai al commento »
    Non si sa da che cosa il Sig. Criscitiello, grande giornalista sportivo, erede del vate Gianni Brera nonchè dei vari Ciotti, Ameri ecc. , trae le sue conclusioni sulla Dirigenza della Maceratese, che, ad ogni modo, è ancora terza in classifica. Non ti curar di loro ma guarda e passa direbbe il sommo poeta.
  • Sette partite, una vittoria
    E il problema Helvia Recina

    119 - Gen 21, 2016 - 19:05 Vai al commento »
    Il Sig. Micucci continua imperterrito ad occuparsi della Maceratese con i suoi deliranti commenti da buontempone, insieme al Cav. Aldo, massimo esperto di Lega Pro, mentre ambedue dovrebbero cominciare a "preoccuparsi" della propria squadra dopo le debacle dell'Helvia Recina e della finale di coppa contro (udite, udite!!!!!) il Cerreto. Saluti.
  • Bucchi: “Il campo ci penalizza”,
    Nacciarriti: “C’è mancato solo il gol”

    120 - Gen 17, 2016 - 18:02 Vai al commento »
    La Maceratese non ha di certo disputato la sua miglior partita ed il pareggio ci può stare. Tuttavia se una squadra doveva vincere, a mio modesto avviso, questa era la Rata se non altro per le 3 o 4 occasioni avute, di cui 2 clamorose, contro 1 o 2 degli avversari. Le partite si vincono sfruttando gli episodi anche al di là del gioco. Non va dimenticato, inoltre,che mancavano ancora due giocatori fondamentali come D'Anna e Fioretti mentre Colombi era appena arrivato così come Togni che non è chiaramente pronto. Infine, anche se non è stato determinante ai fini del risultato finale, l'arbitraggio è stato pessimo e spesso provocatorio tollerando il gioco duro degli ospiti (il primo cartellino giallo a carico della Lupa è arrivato dopo 7/8 fallacci mentre è stato subito ammonito Carotti condizionandone il rendimento). Due pesi e due misure!!! Quindi secondo me, bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto considerando che siamo comunque terzi in classifica e l'obbiettivo di partenza è stato, finora, ampiamente superato. Per quanto riguarda le presenze, oltre ai soliti fattori negativi quali sportube, parcheggi lontani, calendario di sabato ecc., va tenuto conto del meteo e del fatto che Macerata conta solo 43.000 abitanti mentre molte piazze possono contare sul doppio. Il gap può essere colmato, almeno in parte, solo coinvolgendo gli sportivi dei paesi vicini come avveniva nei mitici anni 60, ma ci vuole tempo. Saluti e forza Maceratese sempre!!!!
  • Sfogo Tardella:
    “Prestazione da 3a categoria”
    Doppio colpo in arrivo: Togni e Sabato

    121 - Gen 11, 2016 - 11:57 Vai al commento »
    Sig. Micucci con c'è peggior sordo di chi non vuol sentire! Che le assenze siano state ininfluenti è una tesi quantomeno cervellotica se non fosse provocatoria. Continui pure a fare lo scudiero del Cav. Aldo. Saluti.
    122 - Gen 10, 2016 - 18:48 Vai al commento »
    Evidentemente qualcuno si è dimenticato che la Maceratese è stata costruita non per vincere il campionato ma per salvarsi tanto è vero che la panchina, salvo quei due o tre elementi, si è mostrata inadeguata per una squadra da primi posti. Ciò premesso sfido qualsiasi squadra, con ben 5 titolari assenti contemporaneamente + 1 come Giuffrida fermo da 3 mesi e giocatori giocoforza fuori ruolo, a non risentire di una tale emergenza al di là dell'avversario; forse anche le corazzate Spal e Pisa, con budget superiori 4/5 volte, non avrebbero vinto in situazioni simili. Quindi prima di emettere sentenze catastrofiche bisogna leggere la formazione! Inoltre questa sconfitta non può cancellare in alcun modo lo straordinario girone d'andata disputato con 30 punti in carniere al secondo o terzo posto in classifica e con un'ottima media inglese pari a -3 (l'Ancona con 27 punti ha una media di - 8). Perciò bisogna ripartire con entusiasmo con l'aiuto dei nuovi acquisti senza fare i conti sulla Spal e cercando di fare più punti possibile puntando almeno ai play - off. Forza Maceratese!!!
  • Maceratese, i gladiatori di Bucchi
    prossimi a sostituire
    gli “Invincibili” di Magi

    123 - Dic 15, 2015 - 17:14 Vai al commento »
    Invincibili e Gladiatori, al di là delle differenze tecniche e di categoria, hanno una cosa in comune: resteranno nel cuore dei tifosi Maceratesi per sempre.
  • Covisoc e processo calcio scommesse:
    la classifica avrà un nuovo volto?

    124 - Dic 8, 2015 - 19:33 Vai al commento »
    Secondo il Sig. Caporaletti la Maceratese avrebbe vinto solo perché la Carrarese si trova in crisi societaria. Un ulteriore esempio di obbiettività e di sportività da parte di questo Signore considerando che la Carrarese veniva da 3 o 4 ottimi risultati consecutivi con 21 punti in classifica ed ha tenuto bene il campo fino a al 2 a 1 -
  • La Maceratese inciampa a Pontedera
    Col Tuttocuoio si ferma la serie positiva

    125 - Nov 30, 2015 - 12:54 Vai al commento »
    La partita con il Tuttocuio non è stata evidentemente affrontata fin dall'inizio con il piglio giusto per cui è arrivata la sconfitta, anche se la Maceratese sul punteggio di 1 a 1 sarebbe potuta andare in vantaggio se il portiere avversario non avesse compiuto fortunosamente un miracolo di piede su Kouko. Questa è stata la svolta negativa della gara con il successivo goal dei locali a seguito di un corner subito dopo la galoppata indisturbata di 50 mt. di un attaccante neroverde - Infatti una squadra come il Tuttocuio (in serie positva da 7 turni) andava affrontata con umiltà e con il coltello fra i denti (sportivamente parlando) come era stato fatto nelle precedenti partite. Anche la dea bendata (vedasi infortuni ed occasioni non concretizzate per un nonnulla) sembra aver voltato le spalle alla Rata riprendendosi, con gli interessi, ciò che aveva dato in qualche occasione, per la gioia del nostro amico civitanovese. Il Mister, comunque bravo, invece di occuparsi di fattori esterni che non gli competono, dovrebbe concentrarsi maggiormente sulle questioni squisitamente tecnico-tattiche della squadra che, se si vuole restare nelle alte posizioni di classifica, a mio avviso andrebbe adeguatamente rinforzata con 2/3 elementi validi per la categoria.
  • Maceratese, la fortuna volta le spalle
    L’Aquila pareggia
    con un’autorete di schiena

    126 - Nov 22, 2015 - 11:06 Vai al commento »
    Ritengo che alla fine il punto sia buono perchè ottenuto con la difesa in emergenza e contro un ottimo avversario quale si è dimostrato l'Aquila. Ciò nonostante si poteva vincere se solo si fosse concretizzata una occasione delle tante avute. Quanto allo stadio "spettrale" io credo che lo sia più fuori (con tutti quegli sbarramenti da campo di concentramento) che dentro.
  • Mister Bucchi si sfoga con la città:
    “Clima negativo,
    mi aspettavo 4mila persone”

    127 - Nov 22, 2015 - 10:54 Vai al commento »
    Rimango allibito dall'uscita del mister Bucchi riguardo al presunto clima di pressione e negatività lamentato ed alla presunta scarsa risposta del pubblico. Sono costretto a ribadire quanto già affermato da molti tifosi. cioè che la squadra è uscita sempre applaudita aldilà del risultato e vi è un clima di entusiasmo, moderato dalla consapevolezza che, per lottare veramente per traguardi superiori alla salvezza, occorrerebbero altri 3/4 giocatori di spessore. Circa la presenza del pubblico nella partita con l'Aquila (comunque oltre 1500 spettatori) bisogna tener conto di fattori negativi come il calendario di sabato, il cattivo tempo, la mancanza di parcheggi, la possibilità di vedere la partita su Sportube. ed il bacino di utenza di una città di 43.000 abitanti. Pertanto 4.000 spettatori potranno essere raggiunti solo nel derby contro l'Ancona. Ciò detto, invito il Mister a continuare serenamente il suo ottimo lavoro.
  • Fortezza Maceratese
    A Pistoia resiste, vince e resta in vetta

    128 - Nov 8, 2015 - 17:59 Vai al commento »
    Non so che partita abbia visto Busiello per cui la giudica la più brutta dell'anno da parte della Maceratese che, invece, ha fatto la sua partita con diversi giocatori in condizioni precarie. La verità è che esistono anche gli avversari (la Pistoiese ha disputato un'ottima gara) e che non si può pensare di ammazzare il campionato; non dimendichiamoci che l'obbiettivo di partenza. è la salvezza. Inoltre non condivido in particolare il voto dato all'onnipresente Kouko che ha fatto un gran lavoro per la squadra ripiegando anche in difesa e quindi meritando almeno un bel 7- Per quanto riguarda il mitico Aldo gli consiglierei di prendere un calmante e di accettare la dura (per Lui) realtà, tenendo presente che la fortuna di solito aiuta i più forti.
  • Dirty Soccer, Maceratese deferita
    Rischio penalizzazione

    129 - Nov 7, 2015 - 22:49 Vai al commento »
    Sig, Caporaletti mi dispiace deluderla ma la Maceratese rischierebbe, secondo l'Avv. Nascimbeni, solo un punto di penalizzazione per responsabilità oggettiva. Inoltre sembra che, essendo all'epoca dei fatti tra i dilettanti, la Società non avesse obbligo di controllo sui propri giocatori. Comunque l'eventuale penalizzazione sarebbe una clamorosa ingiustizia essendo la Società assolutamente all'oscuro della combine riguardante, tra l'altro, un campionato diverso. "Che ci azzecca" direbbe Di Pietro. Perciò non si affanni Sig. Aldo. Ah, dimenticavo, per sua sfortuna, la Rata ha vinto ancora in quel di Pistoia. Saluti.
    130 - Nov 7, 2015 - 14:29 Vai al commento »
    Il deferimento della Maceratese per la vicenda Garaffoni mi sembra un provvedimento "cervellotico" in quanto nessun esponente della Società vi risulta coinvolto nè la Società medesima ne ha tratto vantaggio riferendosi la combine ad una partita di un altro campionato. Inoltre, con riferimento alla responsabilità oggettiva, mi domando come una Società possa controllare i propri tesserati al di fuori del campo di gioco, al di là se la stessa disputi un campionato dilettantistico o professionistico, tanto più che nel caso specifico si tratta di un caso isolato. D'altra parte non c'è da meravigliarsi più di tanto sul funzionamento della Giustizia sportiva se in Italia vengono perseguiti più le vittime dei reati che gli autori degli stessi.
  • Maceratese – Spal,
    trasferta vietata agli ospiti

    131 - Ott 28, 2015 - 10:08 Vai al commento »
    In merito al divieto di trasferta comminato ai tifosi spallini mi permetto di osservare quanto segue: 1) Sarebbe ora che, anzichè prendere provvedimenti "erga omnes", vengano puniti i veri responsabili dei reati (pare bottigliate in autogrill); 2) Ciò rende inutili i lavori di messa a norma dello stadio Helvia Recina, peraltro costosissimi e che, comunque, appaiono sproporzionati rispetto all'effettivo bisogno rendendolo più simile ad un campo di concentramento che ad un campo sportivo. Inoltre non risulta siano state adottate le stesse, severissime misure per altri stadi di Lega Pro (Aprilia, S.Arcangelo, Siena); 3) L'assenza dei tifosi ospiti, unitamente al mancato posticipo chiesto dalle due Società per interessi televisivi, oltre a rovinare in parte quella che dovrebbe essere una festa sportiva in occasione di una partita "storica" (attesa da oltre 40 anni, prima, la gloriosa SPAL, contro seconda in classifica in serie C), comporterà una perdita di incassi per la Maceratese valutabile in almeno 15.000 Euro; 4) Di questo passo, tempo 2 o 3 anni, la Lega Pro, facendo del tutto per allontanare i tifosi dagli Stadi e non potendo far fronte alle notevoli spese di gestione con i miseri ricavi realizzabili, chiuderà i battenti.
  • Una mascotte per la Maceratese
    Il nome lo sceglieranno i tifosi

    132 - Ott 24, 2015 - 18:58 Vai al commento »
    Pistacoppo
  • La Maceratese vince ed è seconda
    Incubo Buonaiuto per il Teramo

    133 - Ott 19, 2015 - 20:55 Vai al commento »
    Dalle osservazioni del Sig. Caporaletti traspare una indicibile sofferenza nella spasmodica attesa della agognata sconfitta della Rata, sconfitta che il buon Aldo giudica oramai imminente in vista dei prossimi incontri contro le corazzate Siena e Spal. Se le speranze del nostro eroe non si dovessero realizzare a breve, consiglierei una cura radicale onde debellare radicalmente la terribile sindrome della Rata che l'attanaglia da oltre un anno.
  • La Maceratese vince sotto il diluvio
    e vola al terzo posto

    134 - Ott 15, 2015 - 18:19 Vai al commento »
    Il Sig. Caporaletti insiste nei suoi logorroici commenti a senso unico contro la Rata che, gli ricordo ad ogni buon fine, non è obbligata a vincere il campionato, forse spinto da un complesso di inferiorità a causa della debacle dalla sua squadra. Da qui nasce il giudizio, completante sbagliato, sul presunto fuorigioco di Fioretti il quale, viceversa, al momento del lancio era in posizione regolare. Questo lo posso affermare senza ombra di dubbio in quanto ero presente in tribuna e stavo proprio in linea con la posizione dell'attaccante mentre il Sig. Caporaletti dov'era? Poi se il giocatore del Savona (buona squadra) si è fatto espellere la colpa è solo sua e non dell'arbitro né, ovviamente, della Maceratese. Ogni altro commento di natura tecnico-tattica, considerate le condizioni del campo, lascia il tempo che trova.
  • Kouko gela il Del Conero
    La Maceratese acciuffa l’Ancona

    135 - Ott 13, 2015 - 19:00 Vai al commento »
    Il Sig. Caporaletti, invece di occuparsi della Maceratese con i suoi logorroici e deliranti commenti arrampicandosi sugli specchi, si dovrebbe occupare (o preoccupare?) della sua Civitanovese che si è salvata al 90° con un rigore inventato in quel di Montecchio contro (udite,udite) l'Atletico Gallo Colbordolo mentre, nella precedente trasferta, è stata salvata dal proprio portiere Mazzoni, migliore in campo. Che stia già per finire il foraggio? Comunque continui pure a commentare la Rata tanto ne azzecca una su dieci (vedasi il recente giudizio sull'allenatore Pane, già esonerato dal Rimini)-
  • Maceratese avanti e poi ripresa
    Il superderby finisce in pareggio

    136 - Gen 22, 2014 - 17:06 Vai al commento »
    Mi sembra  che le critiche verso la Società e la squadra biancorossa  siano eccessive alla luce del II posto in campionato, nonostante qualche discontinuità e carenza di carattere; forse ci si dimentica che davanti c'è una squadra con un budget doppio o triplo del nostro!!! Comunque non mi ricordo negli ultimi anni di un risultato positivo al Conero o di una vittoria così larga al Recchioni. Pertanto dico che i tifosi biancorossi debbano essere contenti e fiduciosi. Quanto al Sig. Francesco Saveri non credo sia un vero tifoso ma appartenga a quella schiera di pseudo-tifosi che alla prima retrocessione non si fanno più vedere per anni- Piuttosto perché non dice i nomi dei fantomatici Dirigenti disposti a rilevare la Società? Sempre e solo forza Maceratese!!!!!  
  • Maceratese, la pace con i tifosi arriva al termine della miglior partita stagionale

    137 - Gen 14, 2014 - 17:27 Vai al commento »
    Cari supporters,  vi parla un vecchio tifoso che in tanti anni ne ha viste di tutti i colori.  In merito alle polemiche pro e contro la Società osservo che qualcuno sembra nostalgico dei tempi non lontani (allenatore tale Pierantoni) quando Urbania,  Belvedere Ostrense, monte di qua e di là  e compagnia bella (sic) imperversavano all'Helvia Recina assumendo  le sembianze del Real Madrid, il che è tutto dire.  Quanto alla Presidentessa........ "nessuno è perfetto" direbbe W.Wyler  Tutti uniti sempre Forza Maceratese.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy