Maceratese, affare da settecentomila euro

SOMMA ALGEBRICA - La presidente Tardella e l'imprenditore Spalletta hanno raggiunto l'accordo per una cifra considerevole (al lordo dei debiti). Difficile, anche per la penale a carico della parte inadempiente, ipotizzare una nuova retromarcia prima dell'atto. Venerdì il dibattimento di fronte al Tribunale Federale: in ballo due o tre punti di penalizzazione per la ritardata iscrizione al campionato
- caricamento letture
Enrico Maria Scattolini

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

HABEMUS PAPAM (+). Ci sono volute sette ore di conclave, ieri, per dare a Filippo Spalletta la presidenza della Maceratese (leggi l’articolo).

O, MEGLIO, PER METTERLO NELLA CONDIZIONE di acquisirla (+) esattamente fra una settimana. Dopo un lungo e faticoso negoziato.

E’ DALLA PARTITA DI CARPI che abbiamo incominciato a seguire i biancorossi”, ha confidato ai cronisti venerdì scorso l’avvocato Bargagna nella conferenza stampa di Montegranaro.

La stretta di mano fra Filippo Spalletta e Maria Francesca Tardella che ha sancito il nuovo accordo per la cessione della società

La stretta di mano fra Filippo Spalletta e Maria Francesca Tardella che ha sancito il nuovo accordo per la cessione della società

QUESTO PER DIRE DELL’INTERESSE (+) attribuito da Spalletta e dal suo staff alla conquista della società della dottoressa Tardella.

MA NON E’ ANCORA FINITA, dal momento che si dovrà attendere il 22 novembre per la sua formalizzazione (+).

CHE TUTTAVIA SEMBRA MOLTO PROBABILE (+), per più d’una ragione.

INTANTO LA SOTTOSCRIZIONE DELL’IMPEGNO NOTARILE IRREVOCABILE, supportato dalla “previsione di penale (cifra non trascurabile) a carico della parte inadempiente”, come recita il comunicato emesso dalla Maceratese.

A DIFFERENZA DEL “PRELIMINARE “ del 28 ottobre, che non prevedeva alcunché nel caso di successivo, eventuale mancato accordo.

Filippo Spalletta

Filippo Spalletta

POI IL CHIARIMENTO (+) dei motivi di contrasto che avevano sollevato le polemiche della scorsa settimana, sino al limite di mettere a rischio l’ufficializzazione dell’intesa.

DIPLOMATICAMENTE GIUSTIFICATI (+) come “….precisazioni ritenute doverose per il più corretto perfezionamento del passaggio di proprietà”.

INOLTRE E’ STATO RAGGIUNTO (+) il nuovo accordo economico. Per la verità assai prossimo a quello precedente.

UN IMPORTO CONSISTENTE, che complessivamente dovrebbe aggirarsi intorno ai settecentomila euro, al lordo dei debiti in accollo alla nuova proprietà.

LAST BUT NON LEAST la presentazione (+) della bozza della sospirata fidejussione di trecentocinquantamila euro a garanzia della Lega Pro, che andrà a sostituire l’attuale della dottoressa Tardella (poliglotta nel tradurla seduta stante dal tedesco), e l’impegno dell’emittente a rilasciarla ad operazione conclusa.

CONDIZIONE RITENUTA INDISPENSABILE dallo studio legale Nascimbeni, al punto che la sua mancanza aveva minacciato, nei giorni scorsi, di mandare tutto a carte quarantotto.

Gli avvocati della Maceratese Massimo e Giancarlo Nascimbeni

Gli avvocati della Maceratese Massimo e Giancarlo Nascimbeni

CIO’ ACCERTATO E VERIFICATO, la mia domanda è la seguente: perché mai non si è messo subito nero su bianco?

RISPETTO DEI TEMPI TECNICI”, la risposta della fonte consultata.

CORTESEMENTE RIBADITA (+) dallo stesso Spalletta ieri notte sulla strada del suo ritorno in Svizzera.

DALLA SUA VOCE, attraverso il cellulare, ho percepito soddisfazione, quasi entusiasmo (+) per il felice esito della giornata.

MI HANNO COLPITO (o sorpreso) i complimenti rivolti alla dottoressa Tardella (+).

IN PARTICOLARE QUESTA FRASE. “Io rispetto tutti (+), perché la mia esperienza di cinquantenne mi ha insegnato che, nella vita, una persona la incontri minimo due volte. Oggi ho trovato una presidentessa diversa dai precedenti incontri. Cortese e molto collaborativa.”

Maria Francesca Tardella

Maria Francesca Tardella

AL PUNTO DI” …..tifo per la sua conferma a Consigliere di Lega Pro (+)”. Oggi le elezioni a Firenze.

CON L’OPPORTUNA APPENDICE: ”Potrebbe essere d’aiuto alla Maceratese.”

IL RITORNO IN CITTA’ lunedì prossimo. “Martedì sarò davanti al notaio.” , ha diligentemente assicurato.

GLI E’ SFUGGITO SOLTANTO il passaggio del venerdì precedente. In programma il dibattimento a carico della Maceratese di fronte al Tribunale Federale, per la ritardata iscrizione al campionato e la mora fiscale (-)

SONO IN BALLO tre punti di penalizzazione in classifica(+).

DUE MOLTO PROBABILI (-), pur se la difesa degli avvocati Nascimbeni, adusi a queste battaglie, farà di tutto per smontare le accuse della procura.

IL LATO POSITIVO DELLA VICENDA (+) è che finalmente si potrà entrare nel merito della valenza giuridica del versamento di 250.000 quest’estate imposto alla Maceratese per rispettare il parametro di ricapitalizzazione (PA). Onorato cash dalla dottoressa Tardella – una perenne medaglia sul petto! – per evitare il rischio della perdita del titolo sportivo. Di qui, però, il conseguente pagamento intempestivo dei contributi.

SULL’ARGOMENTO (-) la posizione della Covisoc diverge da quella degli esponenti biancorossi. I quali ritengono invece che il loro club abbia conseguito (+) l’indice di bilancio sotto accusa con il precedente aumento di capitale di giugno.

CONFRONTO TECNICO MOLTO INTERESSANTE per la dottrina, ma molto problematico al cospetto del “Palazzo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X