Nuova Banca Marche al bivio,
Ceriscioli chiede un incontro a Padoan

CREDITO - Bankitalia dovrà decidere se cedere l'istituto a uno dei fondi americani o se affidarlo al Fondo volontario. La politica vuole dire la sua
- caricamento letture
Luca Ceriscioli

Luca Ceriscioli

 

Il futuro di Nuova Banca Marche è al bivio, il presidente delle Marche Luca Ceriscioli ha assunto l’impegno di chiedere un incontro con il ministro Pier Carlo Padoan.
Sarà deciso da Bankitalia il destino delle 4 banche di cui fa parte anche l’istituto jesino. Sul piatto della bilancia due ipotesi: da una parte le offerte dei fondi americani Star e Apollo che si aggirano intorno ai 500 milioni. Dall’altra parte il Fondo volontario del Fondo interbancario che potrebbe decidere di gestire la banca.
Entrambe le soluzioni garantiranno la continuità gestionale ma anche la politica vuole dire la sua, attraverso un intervento su ministero e Bankitalia.

Questa la sintesi dell’incontro tra capigruppo consiliari e sindacati. In una successiva riunione, sempre con i capigruppo, il presidente della Giunta Luca Ceriscioli ha assunto l’impegno di chiedere un incontro con il ministro Pier Carlo Padoan. In particolare i sindacati chiedono un piano industriale attraverso il quale vengano salvaguardati i livelli occupazionali e tutelato il risparmio, su un altro versante la criticità del momento impone scelte immediate. 

(a.p.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X