Banca Marche, il tweet di Spacca
sul fondo arabo e la Conero Cup

Il governatore rivendica il possibile ingresso nel patrimonio dell'istituto di capitali provenienti dagli Emirati Arabi. "Opportunità create con Endurance Lifestyle". L'ambasciata non conferma e non smentisce che il ministro Al Mansouri sia a conoscenza dell'operazione. Massi: "Sarebbe ovviamente una buona notizia, considerato anche quanto ci è costato il concorso ippico"
- caricamento letture

tweet spacca emirati banca marche

di Marco Ricci

E’ di nuovo rimbalzata da Milano Finanza la possibilità che, insieme al fondo statunitense Beauport Financial, alla prossima ricapitalizzazione di Banca Marche possa partecipare anche un fondo degli Emirati Arabi. La notizia, già uscita sullo stesso quotidiano nell’aprile scorso, fa questa volta un esplicito riferimento all’emiro Bin Saeed al Mansouri, ministro dell’economia dello stato meridionale degli Emirati Arabi Uniti il quale, in qualche maniera, avrebbe preso visione del dossier. Sebbene l’ambasciata degli Emirati a Roma non ci abbia né smentito né confermato il coinvolgimento dell’emiro, la stessa fonte ha ricordato i legami tra Al Mansouri e il Governatore marchigiano. Il ministro, lo ricordiamo, è stato ospite della manifestazione equestre Conero Endurance Lifestyle (leggi l’articolo) ma già da diversi anni, grazie ai contatti con alcuni imprenditori locali, ha familiarità con il territorio. Un legame, quello con Spacca, che il governatore ha fatto subito rimbalzare su Twitter e Facebook, rivendicando, e in qualche modo confermando, la possibile iniziativa del fondo arabo. “Su Banca Marche, grazie alle opportunità create con Marche Endurance Lifestyle”, recita infatti il Tweet del Governatore, una comunicazione che in parte stona con il riserbo mantenuto fino a questo momento dai commissari di Banca Marche e dalla stessa Banca d’Italia,in un momento delicato in cui, con l’operazione di salvataggio e di rilancio dell’istituto ancora in via di perfezionamento, non appare molto sentita l’esigenza di toni da campagna elettorale. Anche su Facebook, infatti, sono subito rimbalzate le parole del Governatore: “Un’altra dimostrazione, qualora ce ne fosse ancora bisogno che alcune manifestazioni organizzate dalla Regione, come il Marche Endurance Lifestyle, non sono passerelle ‘tanto per’ ma occasioni importanti da cui possono nascere tante opportunità per la nostra comunità regionale e questo ne è soltanto un esempio”.

“Se la notizia fosse reale non potrei che esprimere la mia soddisfazione – ci ha dichiarato il consigliere regionale Francesco Massi – e sarebbe davvero auspicabile che ciò sia vero anche per i costi sopportati già da tre anni dalla Regione Marche per l’organizzazione della Conero Endurance“. Il consigliere, lo ricordiamo, si era scagliato in passato contro i circa 450.000 euro, tra gara ed ospitalità, investiti ogni anno dalla Regione per l’iniziativa, presentando sulla stessa questione una mozione in Consiglio Regionale. Tornando a Banca Marche, al momento non ci sarebbero novità sostanziali riguardo all’operazione in via di definizione, con Fonspa al Termine della due diligence e ancora alcune settimane che separerebbero Banca Marche dall’auspicata soluzione. A fianco a Fonspa, lo ricordiamo, interverrà il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e, arabi o meno che siano, alcuni fondi di investimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X