«I costi energetici sono il primo problema»
La Cna incontra i candidati del centrosinistra

MACERATA - L'associazione di categoria ha accolto l'invito di Irene Manzi, Mirella Gattari e Fulvio Esposito. Tra gli argomenti sul tavolo il caro energia. Il presidente Tritarelli: «L’entità degli aumenti sta superando abbondantemente la soglia massima oltre la quale conviene abbassare la saracinesca»
- caricamento letture
vertici-CNA-con-i-candidati

Da sinistra: Massimiliano Moriconi, Fulvio Esposito, Irene Manzi, Mirella Gattari, Maurizio Tritarelli e Daniela Zepponi

«Abbiamo accolto volentieri la richiesta di un incontro da parte dei candidati. È stata l’occasione per presentare i punti programmatici redatti dalla nostra associazione in vista delle elezioni politiche del 25 settembre». Si è svolto ieri pomeriggio nella sala formazione della Cna di Macerata l’incontro tra una delegazione dei candidati della coalizione di centrosinistra ed i vertici dell’associazione di categoria. Argomenti caldi sul tavolo di discussione il caro-energia, il fisco e la legalità.

il-presidente-CNA-con-i-candidati«I costi energetici sono oggi il primo problema – ha sottolineato il presidente Cna Macerata Maurizio Tritarelli – non sarà compito dei prossimi parlamentari risolvere la questione perché se non si interviene immediatamente saranno molto poche le imprese che arriveranno al 26 settembre. L’entità degli aumenti sta superando abbondantemente la soglia massima oltre la quale conviene abbassare la saracinesca».

Il direttore Cna Macerata Massimiliano Moriconi ha quindi illustrato i punti più importanti del decalogo elaborato per gli artigiani e le piccole imprese: «La via maestra resta la semplificazione su tutti i fronti. Per le imprese occorre semplificare la burocrazia che sta dietro l’installazione di pannelli fotovoltaici, una digitalizzazione estesa del rapporto con la PA, un fisco più leggero e con una normativa tributaria più semplice e stabile». Un ulteriore punto è stato poi posto all’attenzione dei contendenti dalla presidente Cna Impresa donna di Macerata Daniela Zepponi: «Nonostante siano stati fatti passi in avanti, per esempio sulla genitorialità condivisa, il divario di genere nel mondo del lavoro è ancora troppo marcato. Sono necessari ulteriori provvedimenti che possano concretamente portare il nostro Paese verso una parità completa: parità non solo tra uomo e donna, ma anche allineamento tra i diritti di artigiane e libere professioniste e quelli di chi ha un lavoro da dipendente, pubblico o privato. Occorrono maggiori servizi in favore delle famiglie che vadano a liberare il potenziale professionale delle donne rendendole parte integrante del mondo del lavoro».

Ad ascoltare le proposte Cna ed a prendere appunti i candidati Irene Manzi, Mirella Gattari e l’ex Rettore UniCam Fulvio Esposito: «I trend negativi delle imprese e il brusco stop alla loro vivacità dovuto alla congiuntura economica sfavorevole, trova molte soluzioni nei punti presentati dalla Cna. Il Patto sociale proposto dalla vostra Associazione – hanno sottolineato i candidati – coincide in larga parte con il programma della nostra coalizione». Tritarelli ha quindi ribadito il ruolo dell’associazione e del Centro studi Cna Marche: «Continueremo a presentare le nostre proposte ai legislatori basate sull’ascolto dei nostri imprenditori e sui dati dell’economia reale. Siamo a disposizione di tutte le forze politiche per illustrare e condividere con loro le nostre battaglie, nonché per conoscere e ascoltare le contromisure previste nei vari programmi elettorali».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X