Erosione costiera
«Dopo le scogliere a sud,
un progetto per Scossicci»

PORTO RECANATI - L'intervento della consigliera regionale Elena Leonardi
- caricamento letture
elena-leonardi1-325x199

Elena Leonardi. consigliera regionale di Fratelli d’Italia

 

«L’erosione costiera rappresenta una problematica importante anche per il maceratese. Abbiamo conseguito un risultato importante per il tratto sud di Porto Recanati grazie al lavoro di squadra con la Regione Marche, dopo lunghi anni di attesa. Sono soddisfatta visto tutto l’impegno profuso in questo periodo. Ora serve un’accelerazione anche per quel che riguarda Scossicci, il tratto nord». Questo il commento del consigliere di Fratelli d’Italia in Regione Elena Leonardi, nonché cittadina di Porto Recanati, in merito al posizionamento di scogliere per ridurre al minimo il fenomeno. «Voglio ringraziare l’assessore Stefano Aguzzi per l’attenzione che sta dedicato al fenomeno dell’erosione costiera – continua la Leonardi – Su mio impulso, aveva raccolto l’invito, una volta insediatosi nella Giunta Acquaroli, a effettuare un sopralluogo a Porto Recanati nel novembre dello scorso anno. Siamo partiti dall’intervento di realizzazione delle scogliere emerse sul tratto sud del nostro litorale: i lavori erano sospesi dal marzo 2020 per esaurimento dei fondi. Siamo riusciti, in poco tempo, a portare a compimento l’opera con un lavoro di equipe che ha visto lavorare insieme i tecnici regionali ed i partner RFI e Provveditorato alle Opere Pubbliche per terminare un intervento così importante per il nostro litorale. Adesso, occorre mettere in sicurezza il tratto nord, a Scossicci, che è più in sofferenza, così come ho rimarcato all’Assessore. Basti ricordare come nel corso delle ultime stagioni invernali, la furia del mare era arrivata a lambire la strada provinciale facendo crollare anche un tratto di marciapiede. Per proteggere Scossicci servono risorse importanti. Nel Piano di difesa delle aree costiere approvato lo scorso anno dalla Regione si prevede un costo di circa 20 milioni di euro, per questo il progetto è stato inserito fra quelli che potrebbero trovare copertura con le risorse del Pnrr o, in subordine, trovare copertura nell’ambito della programmazione dei Fondi europei del prossimo settennato con le risorse assegnate alle Marche. Ma per poter imprimere un colpo di acceleratore necessario, occorre che si arrivi in tempi celeri a redigere un progetto esecutivo. Come sempre – conclude Leonardi – ribadisco il mio impegno a farmi portavoce delle istanze degli addetti ai lavori e del Comune di Porto Recanati al fine di raccordarmi con l’assessore Aguzzi e l’intero Esecutivo regionale affinché si riesca a predisporre, quanto prima possibile, un progetto preliminare di difesa della costa, che rappresenti il primo passo per poter intercettare la migliore fonte di finanziamento per risolvere questa annosa problematica».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X