Formare tecnici grazie alla tecnologia Bim,
Confindustria lancia il nuovo corso

MACERATA - Promosso dall'associazione di categoria, dalla facoltà di Architettura di Unicam e dall’Ipsia Corridoni, prevede 800 ore di lezioni di cui 320 di stage in aziende. Resparambia: «Il mondo imprenditoriale necessita di questo balzo in avanti»
- caricamento letture

 

carlo-resparambia

Carlo Resparambia, vicepresidente di Confindustria e referente degli imprenditori edili

 

Presentazione oggi, nella sede maceratese di Confindustria, del corso di specializzazione per tecnico superiore per la progettazione 3D, esperto di tecnologia Bim (building edificato modelling), edificazione e gestioni delle costruzioni per mezzo di software. Corso promosso dalla citata associazione di categoria, dalla Facoltà di Architettura di Unicam e dall’Ipsia di Corridonia: finanziamento della Regione Marche. Corso gratuito, 800 ore di lezioni (320 delle quali saranno sotto forma di stage in aziende che hanno già dato la loro adesione) che saranno frequentabili da un massimo di 25 corsisti che potranno iscriversi entro il prossimo 11 marzo mentre le lezioni partiranno ai primi di aprile.

incontro-confindustria

L’incontro di oggi

Carlo Resparambia è il vicepresidente di Confindustria, referente degli imprenditori edili: «E’ un corso – sottolinea l’esponente dell’associazione di categoria – che produce innovazione legata alla tecnologia, il mondo imprenditoriale necessita di questo balzo in avanti e lo riscontriamo dalle aziende che hanno manifestato una disponibilità, stiamo configurando una nuova classe professionale con il sostegno della 4D Engineering di Civitanova». Ed è Rossano Schiavone, titolare alla 4D Engineering a puntualizzare la situazione: «Sono anni che cerchiamo una partnership per fare formazione, questo è il nostro secondo corso che proponiamo con Confindustria e si tratta di una figura interessante per la fase di ricostruzione postsisma. Spero che l’iniziativa si potrà replicare nei prossimi anni con successo, abbiamo una piattaforma innovativa a livello di software, uno dei più completi a livello mondiale». Roberta Campolungo, vicepreside dell’Ipsia: «Si tratta di una grande opportunità offerta ai ragazzi di entrare nel mondo del lavoro, c’è la disponibilità della nostra sede di Civitanova ora in fase di restauro, luogo ideale per svolgere attività di carattere seminariale». Per Unicam hanno partecipato il direttore della Facoltà di Architettura di Unicam Giuseppe Losco e il prof Roberto Ruggero: «Azione – ha detto Ruggero – di grande importanza per Unicam, ci vede uscire dall’università per attivare relazioni in base a una visione contemporanea dell’agire universitario e per dare occasioni di crescita: 800 ore, 320 delle quali di stage in azienda, dedicate alle tecnologie costruttive, con una parte legata all’energia. Protagonisti giovani docenti che Unicam ha selezionato per competenze, animati da grande un entusiasmo per la didattica. Solo la formazione può salvare i giovani».

(L. Pat.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X