facebook twitter rss

L’annuncio del ministro Salvini:
«Dieci milioni per i familiari
delle vittime di Rigopiano»

TRAGEDIA - Il vicepremier: «Fatto in una settimana quello che altri non hanno fatto in due anni». Due i morti del Maceratese, Marco Tanda e Emanuele Bonifazi. Il 17 gennaio saranno interrogati i 7 funzionari all'epoca in servizio alla Prefettura di Pescara indagati con l'accusa di depistaggio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
111 Condivisioni

 

Dieci milioni di euro dallo Stato per i familiari delle vittime della tragedia di Rigiopiano morte sotto le macerie dell’hotel travolto da una valanga il 18 gennaio 2017. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, tramite un post pubblicato sul suo profilo social. Tra le vittime ci furono anche due ragazzi della provincia di Macerata, Emanuele Bonifazi, 31enne di Pioraco, e Marco Tanda, 25, pilota di Ryanair. «Come promesso – afferma Salvini – abbiamo fatto in una settimana quello che altri non hanno fatto in due anni – afferma il ministro – un intervento di legge a favore dei familiari delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano e, soprattutto, 10 milioni stanziati dal ministero dell’Interno per aiutare chi ha perso tutto in quelle drammatiche ore. Dalle parole ai fatti». Va avanti, intanto, l’inchiesta bis sul disastro dell’hotel. Giovedì prossimo (17 gennaio) saranno interrogati i sette indagati accusati di frode in processo penale e depistaggio, Si tratta dell’ex prefetto di Pescara Francesco Provolo, i due viceprefetti distaccati Salvatore Angieri (ora prefetto vicario a Macerata e per tanti anni in servizio ad Ascoli) e Sergio Mazzia; i dirigenti Ida De Cesaris, Giancarlo Verzella, Giulia Pontrandolfo e Daniela Acquaviva.

Marco Vagnarelli e Paola Tomassini

DUE MESSE PER MARCO E PAOLA

Sabato 19 gennaio, invece, si terrà una messa in ricordo di Marco Vagnarelli e Paola Tomassini alla chiesa di Sant’Egidio a Castignano alle 18:30. La funzione che sarà ripetuta il 20 Gennaio presso la chiesa di san Pietro Apostolo alla Valdaso di Montalto Marche alle ore 10. A darne notizia è il gruppo dei “monaci templari” di Castignano. «Purtroppo -ricordano gli amici tramite un post sul profilo social del gruppo- ci avviciniamo alla ricorrenza della scomparsa dei nostri amici, che ci hanno abbandonato troppo presto, ed è in questo momento che i veri amici, devono far sentire la vicinanza alle loro famiglie, ma non solo, riunirsi tutti insieme per cercare di lenire questo dolore che mai scomparirà e che ci accompagnerà per tutta la vita… perché Marco e Paola sono parte di noi e li porteremo sempre nel cuore».

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X