Migranti, Morgoni a Saltamartini:
“Faccia il sindaco non il capopopolo”

Il senatore replica al primo cittadino di Cingoli e lancia una stoccata anche a Francesco Acquaroli che aveva chiesto alla prefettura di ripensare l'ospitalità nella sua città: "Non bisogna lucrare su questo tema per farsi paladini di un’italianità retorica e falsa"
- caricamento letture
Mario Morgoni

Mario Morgoni

 

«La presa di posizione di Filippo Saltamartini è sorprendente, da capopopolo e non da uomo delle istituzioni». Commenta così il senatore Mario Morgoni dopo che il primo cittadino di Cingoli ha invitato la prefettura a sistemare i migranti «nei Comuni del Pd» (leggi l’articolo). Un’opposizione ad accogliere i richiedenti asilo che arriva dopo la richiesta di ripensamento del sindaco di Potenza Picena Francesco Acquaroli che preferirebbe non accogliere 22 richiedenti asilo in una struttura del Gus che si trova nella sua città (leggi l’articolo). «Cingoli – dice Morgoni – non ha più stranieri residenti rispetto alla provincia di Macerata, anzi ne ha leggermente meno. Inoltre la comunità maceratese non soffre grandi dolori per la presenza degli immigrati. Molti lavorano, hanno anche attività imprenditoriali. Tanti lavorano nei campi o fanno i badanti, tutti lavori che gli italiani non vogliono fare». Morgoni invita Saltamartini a fare «un’analisi oggettiva: «gli stranieri pagano con il loro lavoro una buona percentuale delle pensioni dei cittadini “indigeni” cingolani. Questo “asse del respingimento” non riconosce la solidarietà, la dignità di chi fugge in cerca di aiuto ed è fuori dalla cultura dell’accoglienza che da sempre ha caratterizzato il territorio Maceratese. Che ha anche una storia di emigrazione». Il senatore invita i due sindaci «a non fare del populismo a buon mercato se in provincia di Macerata ci sono qualche centinaio di profughi. Facciano gli uomini delle istituzioni e collaborino con la prefettura. Non bisogna lucrare su questo tema per farsi paladini di un’italianità retorica e falsa. Bisogna guardare all’Italia futura». Non da ultimo Morgoni ricorda al sindaco di Cingoli che «è stato parlamentare di Forza Italia e anche allora questo problema veniva affrontato. Non bisogna trincerarsi dietro ipocrisie inaccettabili. All’alleanza del respingimento degli stranieri, che è vera barbarie, noi rispondiamo con l’alleanza dell’umanità».

(Fe. Nar.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =