Nencini, Salvini, Ceriscioli, Comi:
i cavalieri dell’apocalisse elettorale

CRONACHE MARZIANE (15a puntata) - Commenti ironici alle notizie pubblicate negli ultimi giorni. Il punto di vista alieno sulle amministrative
- caricamento letture
Il viceministro alle Infrastrutture, Riccardo Nencini, e il candidato sindaco Francesco Acquaroli

Il viceministro alle Infrastrutture, Riccardo Nencini, afferma di portare fortuna e il candidato sindaco Francesco Acquaroli abbassa la mano destra

 

I sette sindaci eletti alle ultime amministrative in provincia

I sette sindaci eletti alle ultime amministrative in provincia

 

di Leonardo Giorgi

Elezioni marziane in provincia di Macerata. Sono le 15,45 del 3 giugno a Trodica di Morrovalle, quando il vice ministro alle Infrastrutture, Riccardo Nencini, rassicura il candidato sindaco Francesco Acquaroli sul suo inevitabile successo alle urne: «Sapete – dichiara il deputato – dicono che porto culo». Cala il gelo nella sede della lista Acquaroli e le immagini dei fotoreporter presenti non riescono a cogliere il movimento della mano dello sfortunato candidato sotto il tavolo in cui era seduto accanto al vice ministro. Qualche giorno dopo, i cittadini di Morrovalle confermeranno al voto il sindaco uscente Stefano Montemarani. Acquaroli si dovrà accontentare di poco meno del 40 per cento. Un risultato che è figlio anche dell’azzeccata scelta da parte di Acquaroli di invitare in città il governatore Luca Ceriscioli, amato nel territorio come la birra calda e le briciole sul letto. Ma è proprio da Ceriscioli che potrebbe arrivare la soluzione per far recuperare voti al Pd nel maceratese. Grazie alle manovre sulla sanità della Regione Marche infatti, è molto probabile che nei prossimi cinque anni ci saranno per forza di cose molte meno persone in vita in provincia e quindi meno candidati sindaco e meno concorrenza per il partito.

Salvini a Porto Recanati

Salvini a Porto Recanati

Lo scenario post-apocalittico made in Ceriscioli non va a genio però ad un importante esponente del Partito democratico che ha scritto alla redazione di Cronache Marziane volendo rimanere anonimo. Per tutelare la sua privacy, lo firmeremo come Ratteo Menzi. «L’emorragia di voti del Pd – commenta Menzi – si può combattere in un altro modo più civile. Alle prossime amministrative ci presenteremo alleati alle schede nulle». Una strategia che potrebbe tornare utile anche al centrodestra, almeno a Porto Recanati. La candidata Elena Leonardi di Lega nord e Fratelli d’Italia è infatti incappata in un clamoroso flop. Il consigliere regionale si è accontentata di un misero 8,58%, sebbene il suo grande attivismo sui social avesse riscosso tanti consensi online. Ma a quanto pare, anche se siamo nel 2016, i mi piace sulle foto pubblicate dai candidati sindaco non contano come voto. Un fallimento, quello della Lega, difficile da pronosticare. Soprattutto dopo l’acclamata presenza di Matteo Salvini nella stessa Porto Recanati lo scorso aprile. Ma i leghisti della città insorgono: «Davanti ai seggi non c’era posto per parcheggiare le ruspe».

Le altre notizie:

  • Elezioni Porto Recanati, il candidato del Pd Giovanni Giri commenta la vittoria dell’avversario Roberto Mozzicafreddo: «Con lui torniamo indietro di 15 anni». «Non è vero» ha replicato il neo sindaco con un fax.
  • Bolognola, il neo sindaco Cristina Gentili ringrazia i suoi elettori su Facebook. Taggando tutti e tre.
  • Batosta Pd alle elezioni, il segretario regionale Francesco Comi: «I nostri circoli hanno bisogno di un restyling». Si inizierà togliendo tutte quelle foto di Berlusconi.
  • Fallimento Pd alle elezioni, il segretario Francesco Comi: «Le amministrative hanno poco a che fare con il Governo». Nei comuni, chi comanda deve essere votato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X