La Befana salta le ferie
per amore di Macerata

LE INTERVISTE IMPOSSIBILI - Quasi uccisa da una folata di libeccio che dalla torre di piazza l’ha scaraventata in via Cioci. Come trovare una scopa per farla ripartire? Una lunga storia
- caricamento letture

 

liuti giancarlo

 

di Giancarlo Liuti

Verso le sette di domenica scorsa stavo seguendo in tv una partita del campionato inglese quando, all’improvviso, ho udito un’affannosa richiesta di soccorso proveniente dalla mia terrazza in via Cioci. Mi sono precipitato a vedere, ho aperto la serranda e mi sono trovato al cospetto di un’anziana signora riversa sul pavimento. “Che le è successo?”, ho esclamato mentre l’aiutavo a rialzarsi. “Entriamo in casa – ha mormorato lei balbettando – e mi dia un bicchier d’acqua, poi glielo dico”. Così, seduta accanto a me in un divano, abbiamo cominciato a parlare. E la prima è stata lei.
“Mi scusi per il disturbo che le ho recato ma non è dipeso da me. La colpa, signore, è tutta di queste violente raffiche di libeccio che stanno facendo tanti danni dovunque. Una m’ha preso in pieno e m’ha scaraventato sulla sua terrazza”.

BEFANA“E lei, signora, dove si trovava?”
“In piazza della Libertà, precisamente in cima alla torre”.
“In cima alla torre?”
“Sì, ammiravo la festa che le proloco di Macerata e Villa Potenza hanno organizzato per l’Epifania e mi divertiva l’allegria della gran folla che riempiva tutta la piazza”.
“Ora mi accorgo che lei è vestita da befana …”
“E come dovrei vestirmi, visto che io sono la Befana?”
“Una di quelle che hanno partecipato al concorso per Miss Befana vinto da ‘Genovef’, alias Ombretta Salvucci, premiata da una giuria di bambini?”
“Ma no. Quelle erano mascherate da befana, mentre io sono la Befana in carne e ossa”.
“La prego, signora, mi racconti dal principio la sua storia, sennò facciamo fatica a capirci”.
“Presto detto. Io sono nata, già vecchia, il 6 gennaio del 746 in un bosco di castagni sul monte Falterona nell’odierna Toscana col compito di portare regali, ogni 6 gennaio, ai bambini buoni dalle Alpi alla Sicilia. Solo in quel giorno, badi bene. Per il resto dell’anno andavo in ferie e continuo ad andarci. All’inizio la chiesa cattolica diffidava di me considerandomi una strega pagana. Poi, coll’avanzare dei secoli, son diventata simpatica pure al Vaticano”.
“Tutta l’Italia in un giorno solo?”
“Le parrà incredibile ma io viaggio a cavallo di una scopa, che è un mezzo di trasporto più veloce di qualsiasi aereo supersonico”.

Il vigile del fuoco si è calato dalla torre vestito da befana

Il vigile del fuoco si è calato dalla torre vestito da befana

“E per quale ragione lei ha interrotto le sue ferie ed è venuta a Macerata il 10 gennaio?”
“Di ragioni ce ne sono parecchie. La prima è che voi, a causa del maltempo, avete spostato al 10 la festa del 6. La seconda è che voi mi piacete, anche se un po’ apatici e immusoniti. La terza è che durante le ferie io leggo i giornali e ascolto la televisione”.
“E questo che c’entra?”
“C’entra moltissimo. Anzitutto ho saputo che per quanto riguarda la qualità della vita l’anno scorso la provincia di Macerata è salita dal tredicesimo all’undicesimo posto tra le centodieci province italiane ed è la prima nelle Marche”.
“Ma questo è il risultato di un’indagine del ‘Sole 24 ore’. Lei lo ritiene attendibile?”
“Certo, visto che si basa su una quantità di dati oggettivi. Inoltre ho saputo un’altra cosa ancor più sorprendente”.

Il sindaco Carancini con Genoveff, miss befana 2016

Il sindaco Carancini con Genoveff, miss befana 2016

“Cioè?”
“Che, sempre per quel giornale, il vostro sindaco Romano Carancini è salito, in quanto a gradimento popolare, dal 50 per cento del 2014 al 57,5 del 2015, una crescita che in assoluto è la più alta a livello nazionale, addirittura migliore di quella di Giuliano Pisapia, lo stimatissimo sindaco di Milano”.
“Ma in tal caso si tratta di sondaggi e l’attendibilità è ancora minore …”
“Dice? Lei forse sospetta che Carancini abbia corrotto il ‘Sole 24 ore’ distraendo le risorse destinate al Park Sì e alle piscine?”
“Per carità, che Carancini sia una brava persona ci metterei la mano sul fuoco”.
“ Queste, comunque, sono le ragioni per cui, pur essendo in ferie, ho fatto un salto da voi. Vi volevo bene prima e adesso ve ne voglio di più“.
“Andiamo avanti, signora Befana. Lei non mi ha ancora detto perché stava in cima alla torre di piazza”.
“Ho visto un “pompiere befano’ che si è calato da lassù fino al suolo e l’ho voluto imitare. Così, a cavallo della mia scopa, sono salita fino alla cella più alta e mi son buttata giù lungo il cavo. Ma non avevo fatto neanche un metro che una stramaledetta ventata m’ha spazzata via e m’ha buttata sulla sua terrazza. Tutto qui”.

Piazza della Libertà durante la festa della Befana

Piazza della Libertà durante la festa della Befana

“ E adesso?”
“Finché non trovo una scopa non posso far altro che rimanere a casa sua”.
“Un bel problema per me, se ne renda conto”.
“ Lei ce l’ha una scopa da darmi?”
“Ho due scopettoni col manico di metallo per togliere la polvere dai pavimenti”.
“Puàh, che schifo! A me serve una scopa col manico di legno e un grosso fascio di eriche secche, altrimenti non mi muovo”.
“Come quelle degli spazzini?”
“Appunto”.
Ormai s’erano fatte le otto. E, scusandomi, ho telefonato agli altri coinquilini del palazzo nella disperata speranza che qualcuno avesse una scopa così. E forse è vero che la fortuna aiuta gli audaci, perché uno di loro, un fruttivendolo, ce l’aveva. “Me la presti per una notte”, gli ho detto, “domani gliela riporto”. Era una bugia, ma lui, siamo quasi amici, ci ha creduto. E, col cuore in gola, sono corso a prenderla.
“Questa va bene” – ha detto la Befana – “mi riporti sulla terrazza”.
S’è messa a cavallo della scopa e con un lieve fruscìo è sparita nel cielo stellato, verso nord.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X