Giunta, Carancini attende le liste:
“Metodo opposto a quello di Ceriscioli”

MACERATA - Il sindaco aspetta nelle prossime ore le rose da cui nominerà i suoi otto assessori: "Ho detto ai partiti di farmi dei nomi da cui sceglierò, è il procedimento contrario rispetto a ciò che è stato fatto in Regione"
- caricamento letture
riunione Carancini in sua sede 1

Il sindaco Romano Carancini (al centro) con alcuni esponenti delle liste della coalizione. Da sinistra Luciano Pantanetti, Giuliano Meschini, Paolo Micozzi e Gabriella Di Giovanni

Ultime ore utili per fornire le rose dei nomi al sindaco Romano Carancini per la nuova giunta comunale. Pd, Udc, Macerata Bene Comune e Pensare Macerata stanno chiudendo il cerchio in una fitta serie di incontri interni per presentare i papabili entro il termine ultimo di mercoledì.  La civica Città di Tutti ha invece dato al sindaco la possibilità di scegliere sulla lista completa. Si riuniranno domani i direttivi di Pd, Udc e Macerata Bene Comune che già da oggi si è confrontata a livello informale con il primo cittadino, in un incontro richiesto dagli ex consiglieri comunali  Pierpaolo Tartabini e Gabriella Ciarlantini. «Rispetto al clima del 2010 non c’è la minima fibrillazione da parte delle liste – dice Carancini – La percezione almeno in questa fase è che non c’è pressione sulle scelte».

Romano Carancini ieri sera allo Sferisterio per Musicultura

Romano Carancini ieri sera allo Sferisterio per Musicultura

Impostazione completamente diversa rispetto al metodo usato dal governatore Ceriscioli per la formazione della giunta regionale. «Il mio è un metodo opposto in cui ho detto ai partiti di farmi dei nomi da cui io sceglierò e non il contrario. Il tutto con l’intenzione di proiettare verso la cittadinanza un’ immagine più trasparente e non di mera spartizione del potere. Anche il metodo è più lineare: la consegna da parte loro entro mercoledì e quindi la composizione della squadra nei due giorni successivi in un’ ottica di ulteriore confronto con le liste. A quel punto però mi riservo di scegliere i nomi utilizzando dei paletti fissi come il numero (fermo ad 8 assessori) la composizione di genere –  preferibilmente 4 donne e 4 uomini – la competenza professionale e alcune mie valutazioni personali. Contiamo al massimo entro sabato di poter ufficializzare le nomine».

Il sindaco smentisce l’accordo pre elettorale con l’Idv di Giuliano Meschini:«Non abbiamo mai fatto accordi. L’unico impegno che c’era riguardava temi programmatici che continuano a stare nella possiblità delle scelte da fare. Capisco l’amarezza di Meschini che pur non rientrando in consiglio ha comunque contribuito alla vittoria di tutta la coalizione. L’Idv rimane parte della maggioranza, come resta l’impegno a riconoscere al partito un ruolo in qualche partecipata». Ma nessun assessorato.

(Cla. Ri.)

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X