Pantana tra soddisfazione e rabbia
“Il 75% degli elettori
ha bocciato Carancini”

MACERATA - La candidata della coalizione di centro destra appare serena e determinata dopo la sconfitta al ballottaggio. Netta la chiusura verso Anna Menghi: "Ha fatto vincere il centro sinistra". Sul futuro: "Sarò punto di riferimento come sono sempre stata"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Deborah Pantana nella sua sede elettorale subito dopo la fine dello spoglio

Deborah Pantana nella sua sede elettorale subito dopo la fine dello spoglio

Pantana_Foto-LB-13 00

Clicca sull’immagine per guardare il video

di Marco Cencioni

(foto di Lucrezia Benfatto)

GUARDA IL VIDEO

E’ una Deborah Pantana serena quella che rilascia le prime dichiarazioni ufficiali mentre lo spoglio sta ormai per concludersi. Soddisfazione per essere arrivata all’atto finale, chiusura totale dei rapporti con Anna Menghi e ferma convinzione di aver fatto il massimo per offrire un’alternativa concreta a Romano Carancini: questi – in estrema sintesi – i punti toccati dal candidato sindaco di centro destra nell’analisi del voto.
«Per me già arrivare al ballottaggio è stata una vittoria – dice – con tutti i candidati sindaci che c’erano non era facile, abbiamo offerto una proposta nuova e non era semplice né scontato raggiungere questo risultato».
Quando si parla degli equilibri che si potrebbero trovare in consiglio la Pantana è categorica: «Con Anna Menghi è una storia chiusa per sempre e non si riaprirà più, ancora una volta ha fatto vincere il centro sinistra ma non solo. Il problema di Macerata è la vecchia politica, incarnata da Carancini, quella vecchia Democrazia Cristiana che ha tenuto la città ferma: la Menghi ha contribuito a tutto ciò».

risultati ballottaggio

La stretta di mano sul balcone del Comune

La stretta di mano sul balcone del Comune (foto di Carlo Torresi)

Dopo aver ribadito di non aver problemi con Maurizio Mosca «è una persona che stimo», la Pantana prosegue: «Non sono amareggiata ma davvero tranquilla. So di aver fatto quello che dovevo fare, non ho nessun rimpianto e nessun rammarico ma solo tanta voglia di andare avanti. Sarà per la prossima volta». Chiusa le sede elettorale, Deborah Pantana si rivolge ai suoi sostenitori: «Vado in comune, chi viene con me?». Parte un applauso lungo e convinto, tutti si spostano al palazzo comunale. Sulle prime, la candidata del centro destra sembra non avere intenzione di stringere la mano all’avversario, poi i due si incontrano sul balcone del palazzo municipale e il gesto rituale, forzatamente arriva.
«Carancini ha poco da festeggiare, visto che il 75% degli elettori ha bocciato il suo progetto. Noi abbiamo avuto 2mila voti in più rispetto al primo turno, quelli che lui ha ottenuto legittimano poco il suo programma – sottolinea Pantana –  Tutto ciò testimonia che quanto dicevamo era vero e che tanti non hanno accettato quanto Carancini ha proposto. Abbiamo portato avanti una battaglia vera, basata sulle cose reali, e la faremo anche dai banchi dell’opposizione con sincerità nei confronti dei nostri elettori. Ringrazio la mia squadra e quelli che mi sono stati vicini – conclude Pantana – il percorso va avanti e continuerò ad essere un punto di riferimento come lo sono sempre stata».

L'abbraccio tra Francesco Luciani e Riccardo Sacchi, consiglieri comunali uscenti riconfermati all'opposizione

L’abbraccio tra Francesco Luciani e Riccardo Sacchi, consiglieri comunali uscenti riconfermati all’opposizione

Sacchi_Foto LB

Riccardo Sacchi nella sede elettorale di Deborah Pantana

Pantana_Foto LB (3)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X