L’inondazione di centri commerciali

Lavoro e ambiente: c'era veramente bisogno del CorridoMnia Shopping Park?
- caricamento letture
corridomnia_park-2

Il CorridoMnia shopping park

 

esildo-candria

Esildo Candria, coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà

 

di Esildo Candria *

L’ennesimo centro commerciale, il quarto nel raggio di 15 chilometri. Dovremmo porci una domanda: se ne sentiva veramente l’esigenza? Domani verranno tagliati i nastri con la soddisfazione delle autorità che mostreranno lo scintillio delle nuove strutture, costruite perà lungo la riva del fiume Chienti. L’ennesima colata di cemento lungo la sponda del fiume sembra aver fatto dimenticare quanto accaduto poco più di un anno fa in occasione delle inondazioni che hanno riguardato la nostra provincia sia sulla Vallata del Chienti che sulla Vallata del Potenza a seguito delle forti piogge. Si continua a deturpare il territorio senza avere coscienza o pensare alle grandi conseguenze che ne derivano.

Le medesime autorità e gli imprenditori diranno che in questa situazione di crisi un nuovo centro commerciale consentirà la creazione di nuovi posti di lavoro. Peccato che i lavoratori dei centri commerciali vengano impegati con contratti a chiamata o a termine, spesso addirittura per poche settimane (15-30 giorni) creando così ulteriore precarietà. Senza pensare quanti esercizi economici – a causa dell’ulteriore concorrenza – saranno costretti a licenziare o addirittura a chiudere rendendo ancor più deserti i nostri centri storici che con la loro bellezza dovrebbero rappresentare un punto fermo per lo sviluppo turistico. Penso (e per questo mi impegnerò) che la politica dovrebbe intervenire per valorizzare i nostri prodotti, le nostre peculiarità, per incentivare la filiera corta e soprattutto per non abbandonare quel nostro tessuto sociale fatto di piccoli borghi, artigiani che da sempre caratterizzano il nostro bellissimo territorio provinciale e il nostro modello sociale e culturale di sviluppo. E allora credo che la risposta non possa che essere: “NO, di questo CorridoMnia Shopping Park non se ne sentiva proprio l’esigenza”.

* Consigliere provinciale e segretario provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà

***

Gli articoli precedenti e i dibattiti nello spazio dedicato ai commenti:

29 maggio –  Parco commerciale di Corridonia: negozi pronti, ma la viabilità? (leggi l’articolo)

31 maggio – L’appello della Confcommercio Corridonia (leggi l’articolo)

5 giugno – Dalla Val di Chienti alla Val dei centri (leggi l’articolo)

 

alluvione-picchio-nuova1

Un'immagine dell'alluvione del marzo 2011 nella nostra provincia (foto Picchio)

 

corridomnia-000

Il nostro viaggio tra i commercianti e i cittadini del centro di Corridonia, della zona industriale e di Piediripa (clicca sull'immagine per guardare il video)

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X