Come uscire dalla crisi secondo Belpietro

Il direttore di Libero protagonista a Macerata del secondo incontro "Un giornalista al mese" promosso da Banca Marche e Facoltà di Economia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
belpietro21-293x300

Maurizio Belpietro

di Lucia Paciaroni

 “Un Governo in grado di prendere decisioni e un’Europa realmente unica, con uguali politiche monetarie”. Secondo Maurizio Belpietro è questa l’unica via di uscita dalla crisi. Il direttore di “Libero” è intervenuto questa mattina all’incontro “Un giornalista al mese”, il secondo di un lungo programma, promosso da Banca Marche e dalla Facoltà di Economia dell’Università di Macerata. Il tema trattato era “L’Italia alla prova del debito pubblico tra la crisi dei mercati e le ripercussioni sulle piccole e medie imprese: Analisi e ipotesi di soluzioni di un problema di lungo corso”.

L’incontro, al quale hanno partecipato studenti e rappresentanti di enti e istituzioni, si è aperto con i saluti del rettore Luigi Lacchè e della professoressa Antonella Paolini, preside della Facoltà di Economia. Il direttore generale di Banca Marche Massimo Bianconi ha affrontato brevemente il rapporto tra le problematiche esistenti fra Banche italiane e quelle straniere, alla ricerca di un modello di sviluppo e con un occhio sempre attento al territorio ed alle problematiche delle piccole e medie imprese della nostra regione.

L’auspicio di superare insieme tutte le problematiche è stato espresso dal presidente di Banca Marche, Michele Ambrosini. “Faremo anche noi i compiti a casa – ha detto – pensando globalmente ma agendo localmente”.

Il professor Mauro Marconi, docente di economia monetaria, ha esaminato il problema “di lungo corso” fra debito pubblico e Pil, sul sistema Italia che crea più incertezze che certezze, sull’attualità del termine “spread”, che, dice “andava di moda anche nel biennio 1993-1995”, e sui timori che rallentano sia l’economia reale che la credibilità degli stati sovrani. Marconi ha concluso il suo intervento chiedendo a Belpietro: “Come usciamo da questa crisi?”.

belpietro_marconi1-300x222Il direttore di “Libero” ha parlato di “scelte che hanno influito sulla situazione   attuale”, sottolineando che “il Pil diminuisce dagli anni Settanta e non c’è nessuna inversione di tendenza. Nessuno ha fatto nulla e siamo arrivati a questo punto”. Secondo Belpietro “c’è un problema strutturale nel nostro Paese” e ha fatto riferimento alla Costituzione, leggendo un articolo di Indro Montanelli del 1974. “Montanelli era uno dei pochi che aveva capito la problematica centrale del nostro Governo, ossia quella di non essere in grado di governare”.

“Perchè è successo tutto quello descritto dal professor Marconi? Perchè i nostri governi sono stati incapaci di affrontare le questioni, mentre l’economia cambiava” ha continuato. Sul governo tecnico ha commentato: “Appena superate le prime difficoltà da parte del governo tecnico, tutti si metteranno a pensare a cosa fare per riuscire a vincere le elezioni nel 2013. Superata la crisi, si entrerà in piena campagna elettorale”.

“Bisogna adottare misure efficaci e magari anche impopolari – ha concluso – Tutti gli altri paesi viaggiano a velocità superiore alla nostra e abbiamo un drammatico problema di rappresentanza politica e di guida dell’Europa. Dobbiamo fare una vera Europa unica e affrontare l’architettura istituzionale italiana indipendentemente da destra e sinistra. Le riforme vanno affrontate e dobbiamo avere un Governo in grado di prendere decisioni”. E’ seguito un dibattito che ha coinvolto rappresentanti di Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, Unioncamere, Cna e Istao.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X