I capigruppo di maggioranza:
«La città saprà risollevarsi dai 2 delitti,
dalla sinistra sciacallaggio politico»

CIVITANOVA - Riunione con il sindaco «per fare il punto della situazione su quanto accaduto e su quali sono le risposte che l’amministrazione e le forze dell’ordine stanno dando». Poi l'attacco: «Stop al dialogo con Mirella Paglialunga e il centrosinistra, non hanno tenuto fede all’appello di buon senso fatto da Ciarapica»
- caricamento letture
accoltellamento-sul-lungomare-rilievi-polizia-civitanova-FDM-16-650x433

La Scientifica al lavoro durante la notte sul luogo dell’omicidio

 

Riunione dei capigruppo di maggioranza con il sindaco Fabrizio Ciarapica al municipio di Civitanova «per fare il punto della situazione su quanto avvenuto in città e quali sono le risposte che l’amministrazione e le forze dell’ordine stanno dando ai fatti criminali avvenuti negli ultimi giorni». La riunione è durata più di due ore e il sindaco ha voluto condividere con le forze politiche della maggioranza tutti gli argomenti e le strategie messe in atto per contrastare in modo fermo e deciso i fenomeni di violenza. Si è parlato dei funerali di Alika Ogorchukwu si svolgeranno a San Severino Marche, città di residenza della vittima «e si è rinnovato il sostegno della città e dell’amministrazione alla sua famiglia». Poi i capigruppo, Giorgio Pollastrelli (Lega), Roberto Pantella (Fdi), Piero Croia (FI), Pierluigi Capozucca (Vince Civitanova) e Pierpaolo Turchi (Civitanova Unica) hanno criticato duramente, in una nota post riunione, la sinistra: «Mentre tutte le istituzioni tentano di fare il possibile e di mettersi a disposizione dei cittadini per garantire sicurezza, legalità e lotta alla droga da ieri la sinistra hai iniziato una becera speculazione politica ancor prima di attendere lo svolgimento dei funerali del povero Alika. Probabilmente questa sinistra era più interessata alla manifestazione tenutasi sabato pomeriggio, in favore di telecamere, in corteo accanto alla famiglia di Alika e della comunità nigeriana con la quale si è tentato di rilanciare solo parole di odio e di lotta politica.

charity-fratelli-alika-fiori-manifestazione-civitanova-8-650x434

La vedova Chairty e i fratelli di Alika

Oggi che nel secondo episodio luttuoso vede coinvolti due spacciatori clandestini, invece di interrogarsi su una politica migratoria – da loro sostenuta – fuori controllo e decisamente fallimentare, chiedono conto all’amministrazione comunale, non rendendosi neppure conto che così facendo danneggiano un’intera città». Secondo i capigruppo «E’ chiaro oramai a tutti che le forze politiche della sinistra, a seguito dell’omicidio di Ogorchukwu hanno voluto dare una connotazione ben precisa all’accaduto invocando immediatamente l’intolleranza e l’odio razziale, nonostante dagli organi inquirenti, prima la polizia poi la Procura, avessero sin da subito escluso. Infatti, nella conferenza dei capigruppo, riunita qualche giorno fa il sindaco aveva fatto appello a tutte le forze politiche, di destra e di sinistra, a un atto di responsabilità e di non speculare politicamente sulla morte di Alika affinché tutti dessero il proprio contributo per ristabilire un clima di serenità nella nostra città. Per questo motivo questa maggioranza non ha più intenzione di dialogare con Mirella Paglialunga e con la sinistra che non hanno tenuto fede all’appello di buon senso fatto dal sindaco Ciarapica assimilando i due tragici fatti di cronaca.

manifestazione-comunita-nigeriana-per-alika-corteo-civitanova-FDM-21-650x433

Il sindaco Fabrizio Ciarapica alla manifestazione

La città guidata da Ciarapica in questi anni si è dotata di oltre 200 telecamere grazie alle quali si offre un grande contributo alle forze dell’ordine per la ricostruzione dei crimini; è appena stato bandito un nuovo concorso per assumere altri vigili urbani, in più ha chiesto ed ottenuto dagli organi competenti un ulteriore rafforzamento di tutte le forze di polizia e un maggior controllo del territorio». I capigruppo aggiungono che «Siamo certi che la città reagirà e saprà ancor più collaborare con le forze dell’ordine e con l’amministrazione per reagire a questo infame sciacallaggio politico che ha visto tutti noi civitanovesi offesi dalle parole e dalle falsità con le quali si cerca di dipingere un’intera città, cosa che non sarebbe accaduta se al governo ci fosse stata la sinistra. Vergogna, solo tanta vergogna, queste sono le parole chiare e decise rivolte a chi cerca di denigrare l’amministrazione comunale, le forze dell’ordine e lo Stato davanti a fatti delittuosi e criminali che devono vedere tutte le forze politiche della città unite in unico obiettivo: ristabilire dignità e rispetto della città di Civitanova, dicendo semplicemente la verità sulle dinamiche dei fatti».

manifestazione-comunita-nigeriana-per-alika-corteo-civitanova-FDM-24-650x433

Ieri a Civitanova la manifestazione della comunità nigeriana

accoltellamento-sul-lungomare-rilievi-polizia-ciarapica-civitanova-FDM-17-650x433

Il sindaco Ciarapica sul lungomare dopo il delitto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X