Caccia irregolare
e porto abusivo di armi,
due denunciati

L'ATTIVITA' dei carabinieri forestali a Recanati e nella zona dell'Abbadia di Fiastra
- caricamento letture

 

forestali-2-650x349

Una delle armi sequestrate

 

Cacciava con un fucile contenente tre cartucce all’interno del caricatore, modalità non consentita. Denunciato un uomo dalla stazione carabinieri Forestale di Recanati, sorpreso in Contrada Sant’Agostino. La norma prevede infatti espressamente che “l’attività venatoria è consentita con l’uso del fucile con canna ad anima liscia fino a due colpi, a ripetizione e semiautomatico, con caricatore contenente non più di due cartucce di calibro non superiore al 12″. La pena per questa violazione è l’ammenda fino a 1.549 euro. L’arma e le munizioni sono state sequestrate dagli agenti accertatori.

forestaliInoltre, nel corso di servizi di vigilanza venatoria svolti a Loro Piceno, una pattuglia della stazione Carabinieri Forestale di Abbadia di Fiastra ha controllato un fuoristrada con due occupanti a bordo, un 23enne e un 24enne. Il primo è stato denunciato per di porto abusivo di arma comune da sparo e munizioni poiché è stato trovato in possesso di un fucile calibro 12 e di 30 cartucce senza essere munito di licenza di porto di fucile, tutto materiale sequestrato. Le violazioni commesse prevedono le pena della reclusione da due a dieci anni e la multa da 4mila a 40mila euro con pene ridotte di un terzo in quanto trattasi di armi comuni da sparo. Pur essendo stato controllato in un ambiente e in periodo di caccia, al giovane non sono stati contestati illeciti in materia specifica in quanto lo stesso non è stato sorpreso materialmente in esercizio dell’attività venatoria. È stato denunciato alla Procura anche il ventiquattrenne per il reato di “favoreggiamento personale”, poiché ha tentato di aiutare l’amico ad eludere il controllo e gli accertamenti condotti dai Carabinieri Forestali, fornendo dichiarazioni false e reticenti. Per il comportamento tenuto, la pena prevista è la reclusione fino a quattro anni. I Carabinieri Forestali del Gruppo di Macerata, comandati dal Col. Luigi Margarita, saranno costantemente impegnati nelle attività di prevenzione e repressione degli illeciti condotti in danno della fauna selvatica al fine di proteggere l’ecosistema, garantire che l’esercizio di caccia ed il prelievo venatorio sia svolto nel pieno rispetto delle regole.

 

forestali1



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X